MotoGP: La Michelin pronta alla “sfida” giapponese

Il fornitore unico ha portato ben 4.000 gomme per la triplice trasferta extra-europea

MotoGP: La Michelin pronta alla “sfida” giapponeseMotoGP: La Michelin pronta alla “sfida” giapponese

Michelin MotoGP Gran Premio del Giappone Motegi – Il circus del motomondiale si sposta in Giappone per la prima delle tre gare consecutive extra-europee. Il primo appuntamento è in programma domenica prossima sul circuito di Motegi, successivamente si correrà in Australia (Phillip Island) e Malesia (Sepang).

Il Twin Ring di Motegi è caratterizzato da zone di forti accelerazioni e frenate, quindi l’aspetto più importante della gomma è la sezione centrale. Michelin porterà per l’anteriore pneumatici con mescola morbida (banda bianca), media (senza banda) e dura (banda gialla). Per quanto riguarda il posteriore le mescole scelte sono la morbida (banda bianca) e media (senza fascia), entrambe dotate di un design asimmetrico con una spalla più dura a destra.

In caso di pioggia (abbastanza frequente in Giappone nel mese di ottobre) Michelin ha selezionato la mescola morbida (banda blu) e media (senza banda) sia per l’anteriore che il posteriore, mentre la gomma intermedia sarà caratterizzata dalla banda color argento.

“Motegi segna l’inizio di tre settimane molto intense, dove ci si recherà in Giappone, Australia e Malesia. Tutti e tre i circuiti rappresentano una sfida per la Michelin, compreso un grande compito logistico. Avremo bisogno di oltre 4.000 pneumatici per le tre gare e per farlo li abbiamo spediti sia via mare che per via aerea – ha detto Piero Taramasso, Responsabile del Gruppo a due ruote Michelin Motorsport – La pista di Motegi è molto tecnica, con una superficie abrasiva media che dà buoni livelli di grip. Ha alcune zone molto dure di frenata e le aree di accelerazione che creano sollecitazioni intense al centro del pneumatico. Per far fronte a questo abbiamo portato una serie di gomme che riteniamo possano far fronte alla stabilità necessaria. Non abbiamo fatto molti test a Motegi con i piloti della MotoGP, quindi lavoreremo con il nostro solito processo con ogni squadra e pilota per essere pronti per la gara.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati