Superbike Magny-Cours: Round cruciale per Rea e Sykes

I due piloti Kawasaki sono separati da 47 punti, mentre il titolo costruttori potrebbe arrivare già in Francia

Superbike Magny-Cours: Round cruciale per Rea e SykesSuperbike Magny-Cours: Round cruciale per Rea e Sykes

Superbike, Fassi French Round . Il Kawasaki Racing Team arriva all’appuntamento a Magny-Cours, teatro dell’undicesimo round stagionale, dopo aver ottenuto con i suoi due alfieri, risultati contrastanti: Rea, reduce da due incredibili ritiri consecutivi, ha trionfato in Gara 2 al Lausitzring, mentre Tom Sykes nella stessa corsa è scivolato e ha dovuto rincorrere la top ten.

La lotta per il campionato è quindi ancora aperta, considerato che a separare i due piloti ci sono al momento 47 punti a fronte di 150 in palio: un distacco impossibile da ipotizzare solo due round fa, tanto che dopo Misano qualcuno chiedeva a Tom Sykes se avrebbe puntato lui stesso qualcosa sul suo titolo, tanto Rea sembrava lontano.
Anche se la situazione è cambiata, il favorito rimane sempre il Campione del Mondo in carica, ma nelle corse si sa può succedere di tutto e ci sarebbe ancora, non dimentichiamolo, un altro pilota che matematicamente è in corsa, ovvero Chaz Davies, che paga 98 punti da Rea e 51 da Sykes.

Entrambi i piloti KRT Vantano un buono score qui a Magny-Cours, circuito che ha ospitato il WorldSBK già 14 volte a partire dal 1991, ed è presente in calendario, senza interruzioni, dal 2013: Rea ha firmato una doppietta l’anno scorso, mentre Sykes ha conquistato tre vittorie tra il 2012 e il 2013, tutte in sella alla Ninja ZX-10R.
Complessivamente, il nord-irlandese ha ottenuto finora 38 vittorie, 83 podi, sei Superpole, 39 partenze in prima fila e 26 giri più veloci; il pilota inglese invece può vantare 31 vittorie, 79 podi, 37 Superpole, 55 partenze in prima fila e 31 giri veloci.

“Una vittoria sulla pista bagnata è stato un bel modo per concludere il week end e ho dormito molto bene questa settimana. Non vedo l’ora di scendere in pista a Magny-Cours, dove c’è una grande storia e mi piace molto guidare” – ha detto Jonathan Rea – “Anche i tifosi sono molto calorosi e questo rappresenta un momento importante per la stagione. Siamo in vantaggio, ma non abbastanza per stare tranquilli, quindi dobbiamo aumentare i punti in Francia. Ovviamente d’ora in poi penserò al Campionato, ma questo non influirà sul mio modo di guidare. Non possiamo gestire 47 punti di vantaggio, abbiamo già visto quanto sia semplice perderli in poco tempo. Sono molto fiducioso riguardo alla moto e abbiamo molti dati su questa pista. Sappiamo quello che c’è da fare e partiremo da una buona base, per proseguire step-by-step nel week end”.

“Magny Cours è una pista in cui storicamente abbiamo avuto grandi risultati, ma soprattutto sappiamo che d’ora in poi correremo su piste dove avrò il potenziale di vincere sempre. Abbiamo già visto quest’anno come le cose possono cambiare velocemente” – ha detto Tom Sykes – “In Germania un giorno è andato tutto a mio favore, un altro era tutto contro. Nel racing le cose possono cambiare molto velocemente. Abbiamo ancora davanti a noi una lunga strada e siamo ancora in corsa per il titolo. Noi piloti Kawasaki siamo in prima e seconda posizione in campionato, quindi chiaramente qualcosa di giusto lo stiamo facendo! Abbiamo buone idee, se dovesse piovere, per cambiare la situazione a nostro favore”.1”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati