Superbike, Lausitzring, Gara 2: Jonathan Rea trionfa sul bagnato

Tantissime le cadute su un asfalto molto insidioso. Sul podio festeggiano De Angelis e Fores.

Superbike, Lausitzring, Gara 2: Jonathan Rea trionfa sul bagnatoSuperbike, Lausitzring, Gara 2: Jonathan Rea trionfa sul bagnato

Superbike, Pirelli German Round, Gara 2. Questa mattina sull’EuroSpeedWay Lausitzring c’era un cielo nuvoloso che non prometteva nulla di buono: a pochi minuti dalla partenza della seconda corsa un nubifragio ha scombinato tutto il lavoro delle squadre e ha costretto i piloti a rivoluzionare le strategie.

La gara è iniziata con circa 40 minuti di ritardo ed è stata ridotta a 16 giri per le precarie condizioni di sicurezza dovute alla pista completamente allagata e alla visibilità scarsa, soprattutto in rettilineo,
Scattato bene al via, Jonathan Rea ha preso subito la testa della corsa ai danni di Sykes che è anche scivolato poco dopo, rientrando in 17esima posizione.
Le insidie delle pista questa volta hanno favorito il Campione in carica e hanno dato un ulteriore scossone in classifica, questa volta a suo favore, anche perché è parso chiaro sin dalle prime curve che Davies oggi non sarebbe stato in grado di impensierirlo.
Gara 2 è stata una vera e propria corsa a eliminazione, con i piloti che giravano su tempi altissimi, in media 1’59 i più veloci, e badavano soprattutto a evitare le pozze d’acqua, con l’asfalto che si asciugava in maniera non omogenea.
Tanti i nomi eccellenti che hanno visto la loro gara terminare anzitempo, con il solo Sykes a scivolare e vedere la bandiera a scacchi, 12esimo: Davide Giugliano ha pagato la troppa irruenza quando stava lottando per la seconda posizione, così come Lorenzo Savadori, ALex Lowes, Jordi Torres, Markus Reiterberger, che hanno dovuto ritirarsi non senza qualche brivido.

Con Rea che faceva gara a sé, Davies che non era in grado di lottare per le posizioni di vertice, e Sykes relegato nelle retrovie a sgomitare, la lotta per il podio ha interessato i volti nuovi di Alex De Angelis, secondo, e Xavi Fores, terzo, per la gioia dei rispettivi team.
Con il quarto posto finale Leon Camier eguaglia il suo miglior piazzamento in stagione, davanti a un grande Sylvain Guintoli che porta a casa un quinto posto in condizioni fisiche non ancora perfette.
Da segnalare che il francese era uno dei pochi che riteneva si potesse correre su questa pista, data la sua grande esperienza e la sua spiccata sensibilità sul bagnato.
Sesto posto, che sa di delusione, per Chaz Davies che si avvicina a Sykes ma vede scappare via Rea in classifica iridata; soddisfatto invece Josh Brookes settimo.
La top ten è completata dall’ottavo piazzamento di Van der Mark, da Roman Ramos e da Nicky Hayden, autore di un inevitabile dritto negli ultimi giri, indispensabile a evitare Alex Lowes che gli è scivolato davanti.
Ottimo l’undicesimo posto, che vale punti preziosi, di Luca Scassa, davanti a Tom Sykes che negli ultimi metri riesce a sopravanzare Gianluca Vizziello.

Jonathan Rea con questa straordinaria vittoria dimentica le due brutte gare consecutive vissute tra Laguna Seca e ieri, causate comunque da problemi tecnici sulla sua Ninja e con i 25 punti guadagnati oggi rinnova la sua leadership, portandosi a +47 su Sykes e +98 su Davies, con 150 punti ancora in palio.

La lotta per il titolo mondiale riprenderà venerdì 30 settembre con le libere del Fassi French Round, sul circuito di Nevers Magny-Cours.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara 2:

1. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10R 16 laps
2. Alex de Angelis RSM IodaRacing Aprilia RSV4 +9.396s
3. Xavi Fores ESP Barni Ducati 1199R +13.041s
4. Leon Camier GBR MV Agusta RC F4 RR +15.728s
5. Sylvain Guintoli FRA Pata Crescent Yamaha R1 +17.100s
6. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati 1199R +19.780s
7. Josh Brookes AUS Milwaukee BMW S1000RR +32.208s
8. Michael van der Mark NED Honda Racing CBR1000RR +54.373s
9. Roman Ramos ESP GO Eleven Kawasaki ZX-10R +57.271s
10. Nicky Hayden USA Honda Racing CBR1000RR +59.671s
11. Luca Scassa ITA VFT Racing Ducati Panigale R +61.938s
12. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R +74.028s
13. Gianluca Vizziello ITA Grillini Kawasaki ZX-10R +74.038s
14. Pawel Szkopek POL Team Toth Yamaha R1 +106.309s
15. Karel Abraham CZE Milwaukee BMW S1000RR +111.775s

16. Peter Sebestyen POL Team Toth Yamaha R1 +1 lap

Did not finish

Dominic Schmitter SUI Grillini Kawasaki ZX-10R
Jordi Torres ESP Althea BMW S1000RR
Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1
Saeed al Sulaiti QAT Pedercini Kawasaki ZX-10R
Markus Reiterberger GER Althea BMW S1000RR
Anthony West FRA Pedercini Kawasaki ZX-10R
Lorenzo Savadori ITA IodaRacing Aprilia RSV4
Davide Giugliano ITA Aruba.it Racing Ducati 1199R

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati