MotoGP Misano: Record di pubblico per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini

Ben 158.396 spettatori nelle tre giornate di gare al Misano World Circuit Marco Simoncelli

MotoGP Misano: Record di pubblico per il GP di San Marino e della Riviera di RiminiMotoGP Misano: Record di pubblico per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini

Misano World Circuit Marco Simoncelli MotoGP 2016 – Lo spettacolo offerto dalle categorie Moto3, Moto2 e MotoGP a Misano, è stato seguito nel weekend di gare da ben 158.396, di cui 100.496 nella sola giornata di domenica.

E’ record per il circuito romagnolo, che ha visto sul podio un italiano per ogni categoria, Enea Bastianini in Moto3 (2° posto), Lorenzo Baldassarri in Moto2 (1° posto) e Valentino Rossi in MotoGP (2° posto).

Precedentemente le giornate erano state dedicate agli eventi del programma The Riders’ Land Experience, con una ventina di eventi tutti partecipati dagli appassionati, molti nel ricordo dell’indimenticabile Marco Simoncelli.

“Oggi (ieri, ndr) – commentano i promotori – vogliamo rappresentare l’orgoglio di una terra che intorno ai motori ha fatto nascere una passione infinita, un sistema di imprese di statura mondiale per prestigio e innovazione tecnologica, campioni straordinari ed oggi anche un evento come la MotoGP che è diventato un prodotto turistico capace di tradurre in un indotto di oltre sette volte superiore l’investimento profuso. E’ possibile fare ancora meglio e l’impegno comune, da domani e per i prossimi quattro anni, è quello di dare ulteriore sostanza all’evento.”

Ricordiamo che nei giorni precedenti al Gran Premio c’era stato il rinnovo del suo contratto con la Dorna (società che gestisce il motomondiale, ndr) fino al 2020.

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    cujo

    12 settembre 2016 at 18:24

    da qualche parte ho letto qualcuno che si lamentava della troppa gente, 70% secondo questo signore che non erano veri appassionati e che di moto non ci capivano niente, e se anche fosse vero, cosa c’è di male a sfruttare un’evento come questo a scopo turistico, guarda quante aziende e persone lavorano….

    francamente non la capisco proprio questa cosa, soprattutto per i costi di gestione che ci sono, se così non era, sai da quanto avevano chiuso…..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati