MotoGP Misano: Indomabile Pedrosa, battuti Rossi e Lorenzo

Il #26 del Repsol Honda Team centra la vittoria numero 29 in MotoGP

MotoGP Misano: Indomabile Pedrosa, battuti Rossi e LorenzoMotoGP Misano: Indomabile Pedrosa, battuti Rossi e Lorenzo

GP San Marino e Riviera di Rimini Misano MotoGP GaraDani Pedrosa ricorderà a lungo il Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini corso a Misano, tredicesimo appuntamento della MotoGP 2016.

Il pilota della Honda, che scattava dalla terza fila, è stato autore di una gara pazzesca, “condita” con il nuovo record della pista romagnola. Pronti via ha recuperato posizioni su posizioni, passando con un’autorevolezza impressionate prima Marc Marquez, poi Jorge Lorenzo e Valentino Rossi.

Il podio vede quindi protagonisti Pedrosa, Rossi e Lorenzo, con Marquez quarto al traguardo e che in
campionato perde sette punti su Rossi, ora distante 43 punti.

La vittoria di Pedrosa toglie il sorriso a Rossi, che sperava di vincere davanti ai suoi tifosi, giunti al solito numerosissimi a sostenerlo. Prossimo appuntamento tra due settimane ad Aragon.

Live della gara

Vince Pedrosa, incredibile la gara dello spagnolo, l’ottavo diverso vincitore nelle ultime otto gare. Rossi è secondo, sul podio anche Jorge Lorenzo.

Inizia l’ultimo giro, Pedrosa è vicino alla prima vittoria della stagione, sarebbe la #29 in MotoGP.

Due giri alla conclusione, Rossi non sembra poter recuperare e il suo distacco cresce, ora è superiore al secondo.

Tre giri al termine, Rossi recupera, la voglia di vincere nel circuito di casa è molto forte, vedremo se basterà a battere un grandissimo Dani Pedrosa.

Pedrosa risponde e allunga, mentre Pirro passa Crutchlow portandosi in settima posizione, dietro a Dovizioso.

Rossi non ci sta e dopo aver perso un pò di terreno si riporta sotto a Pedrosa quando mancano cinque giri al termine.

Attacco deciso di Pedrosa al 21° giro, ora lo spagnolo è al comando della gara.

Rossi ha ormai Pedrosa alle calcagna, alla Quercia si affaccia, ma Rossi resiste.

Dieci giri al termine, Pedrosa si porta a sette decimi da Rossi, gara sin qui da incorniciare per il tre volte campione del mondo.

Incredibile la gara del pilota di Sabadell, che ora “vede” Rossi. Caduta per Aleix Espargarò, rider ok.

L’attacco di Pedrosa su Lorenzo è imminente, arriva a poche curve dal traguardo, il #26 è secondo.

E’ scatenato Pedrosa, che fa ancora il record della pista 1’32.979. Lorenzo è ormai nel “mirino” del connazionale della Honda.

Siamo giunti a metà gara, Rossi comanda con 1.246 su Lorenzo, seguono Pedrosa, Marquez, Vinales, Dovizioso, Crutchlow, Pirro, Pol Espargarò, Aleix Espargarò, Petrucci e Bautista.

Pedrosa attacca e passa Marquez!

Pedrosa ha preso Marquez, nuovo record 1’33.004, è scatenato il pilota #26 del Repsol Honda Team.

Pedrosa è ancora il più veloce in pista, mentre arriva il dato ufficiale, 158.000 presenze nei tre giorni.

Vinales attacca Dovizioso e si porta in quinta posizione, mentre Pedrosa fa segnare il giro veloce, 1’33.203, nuovo record ufficiale della pista.

Sono trascorsi dieci giri, Rossi comanda con 1.147s su Lorenzo, che per il momento tiene a bada Marquez. Seguono Pedrosa, Dovizioso e Vinales. Pirro è ottavo, Petrucci undicesimo.

Aumenta il vantaggio di Valentino Rossi, ora superiore al secondo. Il pesarese vuol tornare alla vittoria nella “sua” Misano.

Marquez ha ormai raggiunto Lorenzo, si prospetta una grande battaglia, con Marquez ancora il più veloce in pista, 1’33.319.

Giro veloce di Marquez, 1’33.353. Rossi è al comando con 0.891s su Lorenzo e 1.585s su Marquez. Caduta per Alex Lowes, rider ok.

Rossi è sempre al comando, mentre dietro Marquez cerca di ricucire lo “strappo” con Lorenzo.

Pedrosa attacca e passa Dovizioso, ora il #26 della Honda è quarto.

5° giro – Rossi, Lorenzo, Marquez, Dovizioso, Pedrosa, Vinales, Crutchlow, Pirro, Aleix Espargarò, Pol Espargarò e Petrucci.

Rossi tenta la fuga, il suo vantaggio su Lorenzo è 0.866, ancora suo il giro veloce, 1’33.384.

4° giro – Rossi, Lorenzo, Marquez, Dovizioso, Vinales, Pedrosa, Crutchlow, Pirro, Aleix Espargarò, Pol Espargarò e Petrucci.

Marquez cerca di attaccare Vinales e passa il pilota della Suzuki, mentre Rossi è ancora il più veloce, 1’33.672.

3° giro – Rossi, Lorenzo, Vinales, Marquez, Dovizioso, Pedrosa, Crutchlow, Aleix Espargarò, Pirro, Pol Espargarò e Petrucci.

1’34.144, giro veloce di Valentino Rossi.

2° giro – Rossi, Lorenzo, Vinales, Marquez, Dovizioso, Pedrosa, Crutchlow, Aleix Espargarò, Pirro, Pol Espargarò e Petrucci.

Marquez attacca e passa Dovizioso, mentre Rossi si porta al comando.

1° giro – Lorenzo, Rossi, Vinales, Dovizioso, Marquez, Pedrosa, Crutchlow, Aleix Espargarò, Pirro, Pol Espargarò e Petrucci.

Dovizioso attacca Vinales, ma lo spagnolo resiste.

Piloti schierati, semaforo rosso. Si spengono le luci, il più veloce al via è Lorenzo seguito da Rossi e Vinales.

Le ombrelline prima e i meccanici poi lasciano la griglia di partenza, i piloti partono per il warm-up lap.

Cinque minuti al via, in griglia anche Roberto Baggio, grande campione del calcio italiano.

In mezzo a tante bandiere “gialle” dei tifosi di Rossi ne spunta una di Marquez!


Ora sono tutti in griglia e seduti sulle loro moto, sale il livello di concentrazione, mentre dalle prime indiscrezioni sembra che Rossi abbia scelto le gomme a mescola hard sia all’anteriore che al posteriore.

I piloti escono dai box per il giro di allineamento, poi ci sarà grande attesa sulla griglia di partenza per vedere anche la scelta delle gomme e poi alle 14:00 il via del Gran Premio.

Mancano 30 minuti al via del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini Classe MotoGP. Già disputate le gare delle classi Moto3 e Moto2, che hanno visto grandi protagonisti i colori italiani. Nella Moto3 Enea Bastianini ha chiuso secondo alle spalle di Binder, mentre la Moto2 ha visto il primo successo in carriera di Lorenzo Baldassarri. Clicca sui link di seguito per i report delle due classi. Moto3Moto2

Rimanete sintonizzati, domenica 11 settembre al Misano World Circuit Marco Simoncelli è in programma il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, tredicesima tappa del motomondiale 2016, che potrete seguire Live da questo sito.

Dalle ore 14:00 italiane la diretta della gara, ma già dalle ore 13:30 saremo collegati. Dalla pole
scatterà Jorge Lorenzo, autore del nuovo record della pista con il crono di 1’31.868. In prima fila con lui Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Seconda fila per Marquez, Pirro e Dovizioso. Terza fila per Crutchlow, Pedrosa e Aleix Espargarò.

Stay Tuned

MotoGp Gara Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 42:25.163
2 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt +0.903
3 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +1.636
4 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +12.660
5 21 Franco Morbidelli Yamaha Petronas Yamaha Srt +12.774
6 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team +13.744
7 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +20.050
8 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +22.512
9 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing +26.554
10 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team +31.456
11 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +32.388
12 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +34.477
13 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing +35.325
14 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team +47.247
15 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +1:02.280
16 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +1:07.831
17 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing +1:24.666
18 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu 1 Lap

Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    supermariacion

    11 settembre 2016 at 15:03

    Ma bravo Pedro!

  2. Avatar

    V.D.S

    11 settembre 2016 at 15:15

    Bravo Dani,se lo merita,nel suo anno forse più difficile.
    La sua sempre discreta presenza contrasta con quella di certi suoi colleghi sempre in cerca di scuse e di pretesti.
    Sulla pochezza degli ignoranti autori dei fischi a Lorenzo e soprattutto all’inno spagnolo occorre soprassedere..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati