MotoGP Misano: Michele Pirro straordinario 5°, primo tra le Ducati

Il pilota pugliese è passato da tester a pilota ufficiale

MotoGP Misano: Michele Pirro straordinario 5°, primo tra le DucatiMotoGP Misano: Michele Pirro straordinario 5°, primo tra le Ducati

GP Misano MotoGP QP – dopo il forfait di Andrea Iannone, a causa dell’infrazione vertebrale in seguito all’incidente di ieri, Michele Pirro è salito in graduatoria passando da tester a pilota ufficiale.
Il pilota pugliese ha saputo immediatamente onorare questa promozione risultando il primo pilota ufficiale Ducati in pista: 5° a sei decimi dalla vetta e davanti al suo team-mate Andrea Dovizioso.
Questa splendida prestazione ripaga sicuramente Michele Pirro dalla squalifica subita in nel CIV-Superbike che gli ha revocato ben 5 delle 8 vittorie – su 8 gare – conquistate finora.

“Non so se questo è il posto giusto per me – ha esordito scherzando Michele Pirro. Sono molto contento anche se mi dispiace per Iannone dato quello che è successo: sono convito che fosse in uno stato di forma incredibile e che avrebbe potuto fare un gran risultato.
Grazie al tempo delle FP2 sarei entrato di diritto in Q2 ma Gigi Dall’Igna mi ha chiesto se me la sentivo di cancellare tutti i miei tempi per prendere il posto di Iannone come pilota ufficiale e quindi ripartire dalla Q1. Per me non era un problema e quindi ho accettato. Grande merito va anche ai tecnici che in sole due ore hanno spostato tutta l’attrezzatura nel box ufficiale per fare l’FP4. Io ho solo pensato a fare il pilota, cosa che non mi riesce spesso negli ultimi anni, e penso che quando i presupposti siano quelli giusti io me la possa giocare”.

Anche lo scorso anno ti eri qualificato 5°, che differenze ci sono nella prestazione di oggi?
“Sì, anche lo scorso anno partivo 5°, ma la cosa positiva è che ho migliorato molto i tempi. Per un niente non sono in prima fila: ha rallentato un poco nelle ultime due curve e l’ho pagato. Credo che la nostra forza sia stata trovare il giusto equilibrio: era importante fare un passo avanti da ieri quando ero abbastanza in difficoltà. Abbiamo miglioranto molto il setup per non fare un passo da test ma da gara, fortunatamente ci siamo riusciti”.

Cosa speri in vista della gara di domani?
“Sarebbe importante partire bene e fare la gara più vicino possibile ai migliori. Solo stando con loro possiamo capire i problemi della moto e migliorare come pilota. Correndo così sporadicamente in MotoGp so che non è facile, ma credo di avere le carte in regola se dovessi riuscire a fare una buona partenza”.

Abbiamo visto un particolare cerchio posteriore, di cosa si tratta?
“Stiamo lavorando su tutti i particolari per il futuro e questa è una ruota sperimentale. Sono tutte cose che servono per perfezionare la moto in vista dell’arrivo di Lorenzo”.

Hai riscattato la squalifica del CIV?
“Ho dimostrato sia nello scorso weekend che qui con i migliori quale sia il mio valore. Mi dispiace solo che il regolamento penalizzi l’atleta quando l’errore non è stato commesso da lui”.

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    max3isback

    11 settembre 2016 at 10:46

    Gtandissimo come sempre su qualsiasi moto di danno!!!! Ti meritersti tu di correre con la Ducati ufficiale ;)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati