Superbike: Davies impegnato nei test Ducati a Misano

Il pilota gallese è stato colpito dal mal di schiena e ha dovuto interrompere il lavoro

Superbike: Davies impegnato nei test Ducati a MisanoSuperbike: Davies impegnato nei test Ducati a Misano

Chaz Davies era atteso in questi giorni Misano World Circuit Marco Simoncelli al box Aruba Racing Team per i test Ducati utili ad affrontare al meglio l’ultima parte della stagione e porre le base per la prossima.

Il gallese avrebbe dovuto girare insieme al futuro compagno di team, Marco Melandri, e a quello attuale, Davide Giugliano, nelle giornate di lunedì e martedì ma purtroppo a causa di un piccolo infortunio alla schiena non è andato oltre una mini sessione di 45 minuti.

Davies si sta sottoponendo a controlli approfonditi che hanno evidenziato la presenza di tre ernie del disco, probabilmente il risultato del rigoroso programma di allenamento cui si è sottoposto durante la pausa estiva per aumentare la forza nella parte superiore del corpo, e riposerà fino al prossimo round.

WorldSBK.com ha raggiunto il pilota gallese a Misano per raccogliere le sue impressioni in vista della ripresa del Campionato con il Pirelli German Round al Lausizring il prossimo 16-18 settembre.

Chaz come sono andati i testi?
Ho solo fatto 14 giri ma il feeling era davvero buono, non mi aspettavo di uscire dal box ed essere subito così veloce. Di giri lanciati ne ho fatti solo 12, ma ero già più veloce di quanto lo fossi stato in gara l’ultima volta qui e anche del test precedente. È una bella sorpresa per me. Sono davvero felice perché abbiamo trovato qualcosa di veramente importante che mi permette di avere il feeling che mi piace.

Come mai non hai partecipato alla maggior parte del test?
Sfortunatamente mentre ero sulla moto ho sentito un piccolo dolore alla schiena che è poi aumentato molto rapidamente. Sono molto deluso da questo perché ieri (lunedì), per i 45 minuti che ho corso ero davvero felice e dopo, nei giorni restanti, non ho potuto fare niente. Ho un piccolo problema alla schiena e ho bisogno di sistemarlo.

Restano ancora Germania, Francia, Spagna e Qatar, cosa ti aspetti?
Sarà come sempre nel World Superbike – ci sono sempre grandi battaglie! Mi sono molto fiducioso in questo momento. Abbiamo davvero cambiato passo con la mia moto e l’intero pacchetto. Sono davvero felice per quello che ho trovato qui. Sono fiducioso, sono molto entusiasta e molto motivato in vista degli ultimi quattro round della stagione.

Abbiamo parlato del futuro della stagione, ma cosa ne pensi del 2016 appena trascorso?
Onestamente è stato al di sotto delle aspettative. Ho avuto troppe gare complicate – e non solo gare difficili, ma proprio week end difficili in generale, per varie ragione. Tuttavia, ora penso che abbiamo capito davvero perché è successo così. È importante che abbiamo imparato le ragioni. Di sicuro quest’anno alcune gare sono state fantastiche, ma ce ne sono state altre nelle quali non ero al 100%. A volte ero al 95%, ma ora penso che sia tutto chiaro.

Il prossimo anno Marco Melandri sarà il tuo compagno di squadra, cosa pensi di questo cambiamento?
È una cosa positiva. È la seconda volta che ci ritroveremo a condividere lo stesso box con Marco – nel 2013 (con BMW) e adesso. Le sue credenziali parlano per lui. È stato lontano dalle corse per più di un anno, ma un top rider non si dimentica come si guida una moto. Penso che Marco sarà uno dei protagonisti il prossimo anno. Sarà un compagno di squadra forte, come lo è stato Davide (Giugliano) negli ultimo tre anni, ed è sempre positive avere un compagno forte, questo alza il livello del team.

Hai parlato con Marco delle sue sensazioni in sella alla moto?
Abbiamo parlato un po’ lunedì. Le sue prime impressioni sono simili alle mie quando ero salito per la prima volta sulla Panigale. Oggi l’ho visto poco, ma da quel che mi ha detto lunedì mi è sembrato abbastanza contento.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati