MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Peccato per la gomma, avremmo potuto vincere ancora”

Il vincitore del GP d'Austria ha sognato il bis, ma una gomma troppo morbida lo ha "tradito"

MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Peccato per la gomma, avremmo potuto vincere ancora”MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Peccato per la gomma, avremmo potuto vincere ancora”

Andrea Iannone MotoGP 2016 Brno Team Ducati – Andrea Iannone dopo la vittoria del Red Bull Ring, ha sognato oggi il bis a Brno, ma una gomma anteriore troppo morbida lo ha estromesso dalla lotta a pochi giri dalla termine della gara e alla fine si è dovuto accontentare dell’ottavo posto. La sua Michelin rain anteriore a mescola morbida era “stracciata” al pari di quelle del suo team-mate Andrea Dovizioso e del compagno di marca Scott Redding. A lui la parola.

“Siamo partiti molto forte, ho fatto 3/4 di gara in testa, riuscivo a gestire bene la situazione, non stavo spingendo al 100%, ma purtroppo abbiamo avuto il problema alla gomma anteriore. Vedo il bicchiere mezzo pieno perchè siamo comunque riusciti a gestire la situazione e ad arrivare al traguardo, ma è un peccato perchè sull’asciutto avevamo uno dei passi migliori. E’ stata anche una lezione, probabilmente oggi erano migliori le gomme più dure, ma nel giro di allineamento le ho provate e non avevo un buon feeling. Marquez ha fatto la nostra stessa scelta ed è arrivato sul podio, è andata così e mi dispiace perchè abbiamo raccolto poco rispetto a quanto potevamo fare. Mancano ancora sette gare e possiamo ancora fare bene.”

La scelta della gomma morbida è stata fatta anche pensando ad una possibile gara flag-to-flag?

“Ero convinto che ci saremmo fermati a cambiare la moto, ma rispetto alla Germania qui c’è voluto molto più tempo affinchè si asciugasse e ad avere di conseguenza una traiettoria asciutta. Sarei dovuto rientrare a 6/7 giri dalla fine ma non lo ha fatto nessuno e non è stato possibile, avremmo perso troppo tempo.”

Come ti spieghi il fatto che tu Dovizioso e Redding avete consumato tanto la gomma, mentre Marquez e le Ducati di Barberà, Baz e Petrucci non abbiano avuto lo stesso problema?

“E’ difficile dirlo, potrei pensare che Marquez così come Pedrosa sono piccolini e sulle gomma spingono di meno, ma poi mi viene in mente Baz che è un pilota più grande e allora questa teoria decade. Potrebbe dipendere dal setting e dagli stili di guida, andrebbero analizzati bene i dati, ma col senno di poi la scelta della morbida non era la più giusta.”

Se fosse stato tutto bagnato ti sentivi di poter vincere?

“Saremmo stati molto competitivi così come sull’asciutto, dove abbiamo dimostrato di essere molto veloci, con un ottimo ritmo e dei migliori passi gara. Questo ci deve far guardare avanti con fiducia.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

14 commenti
  1. Avatar

    ligera

    21 Agosto 2016 at 18:38

    Per fortuna, nelle dichiarazioni di Iannone, non compare la presunzione di una vittoria sfumata, ma, più concretamente c’è una reale disamina della gara.

    Giusto come ha detto, col senno di poi la scelta della morbida si è rivelata errata, in gara si è manifestata l’unica variabile difficilmente prevedibile, niente pioggia, ma la pista non si asciuga.

    Iannone ha fatto comunque un’ottima prestazione, all’inizio è stato chiaro che andava piano per preservare le gomme, poi Dovizioso ha stuzzicato “il matto” che c’è in Lui e ha preso ad essere veloce, purtroppo, rovinando più del lecito le gomme che non lo hanno portato alla fine in condizioni decenti. Complimenti comunque a Iannone per essere comunque arrivato alla fine su gomme praticamente inesistenti, un grande!

    Difficile decifrare la prestazione di Baz, veramente aveva anche Lui le morbide? Molto strano, perchè tutti coloro che avevano montato le morbide, si sono trovati a fine con l’acqua alla gola (restando in tema), ma Lui andava che era una meraviglia, mentre gli altri, da metà gara in poi sono passati dal 2.09, al 2.10, Baz ha mantenuto il ritmo di 2.09 sino quasi al termine.

    Grande Ianone
    Grande Ducati

    • Avatar

      Durim

      21 Agosto 2016 at 21:18

      Dovizioso ottavo nel mondiale con 3 punti sopra a barberà che ha la gp 14.2..Tutti bravi in ducati tranne dovizioso. Fare peggio delle satelliti con una moto ufficiale è dura…speriamo ducati dia quel posto ufficiale a uno più meritevole..e ne trovi tanti!!

    • Avatar

      Surrogo

      22 Agosto 2016 at 00:47

      Ma piantala vai a top@.

  2. Avatar

    supermariacion

    21 Agosto 2016 at 23:44

    Dovizioso l’umile e moderato! Il collaudatore! Che faccia il collaudatore e amen!

  3. Avatar

    cujo

    22 Agosto 2016 at 08:21

    Marquez aveva le morbide, ed a detta sua, visto che il cambio moto non era possibile farlo le ha risparmiate per il finale…. non ci vuole molto ad ammetterlo, Cal e Vale, hanno azzeccato le gomme, Marc e penso Loris hanno fatto i ragionieri, e Andrea ha sbagliato a non preservare le gomme dopo un certo numero di giri…… senza tanti fiumi di paroloni, non ci vuole molto a capirlo…..

    • Avatar

      Bestlap

      22 Agosto 2016 at 11:10

      Che non ci vuole tanto a capirlo lo dici te Cujo, dipende tutto da chi sei.. Ad esempio x un maniaco logorroico che crede di essere un “Chief Engineer” ma in realtà non capisce un KA220, è difficilissimo comprendere… Se qualcuno si riconoscesse in questa descrizione sappia che ogni riferimento a persone che hanno scritto in questa news è puramente VOLUTO…..
      E cmq ci ha pensato Michelin a spiegare xkè ad alcuni la stessa gomma si è deteriorata e ad altri no, è proprio una questione fisica non solo di ragionamento.

      • Avatar

        cujo

        23 Agosto 2016 at 08:18

        ahahahahahahah….. hai ragiorne bestlap…..

        anzi, oltre alle stile di guida e la fisicità del pilota, al degrado precoce ci aggiungo anche quelle orrende alette, e meno male dal prox anno spariscono……

      • Avatar

        Bestlap

        23 Agosto 2016 at 11:14

        Infatti Cujo, le ali hanno giocato un bel ruolo, non x niente le ducati, che hanno le ali più estese, (sembrano il triplano del barone rosso) hanno distrutto le gomme, mentre la GP14 di Barberà che non le ha proprio è arrivata in fondo. Anche la honda ha le ali meno estese ed è arrivata in fondo. La yamaha ha una soluzione intermedia, x quanto riguarda le ali, ma Rossi avendo la rain dura al posteriore ha dovuto essere prudente nei primi giri xkè la dura ci mette parecchio più tempo a entrare in temperatura e questo ha fatto sì che il 46 sia riuscito a conservare la morbida anteriore fino alla fine. Io sono contento che dal prox anno non ci siano più le ali, x me sono un vero obbrobrio…

      • Avatar

        cujo

        23 Agosto 2016 at 11:44

        infatti, Vale mi sembra sia partito un paio di giri dopo Cal, ed ha rimontato mooooolto più lentamente….

        una moto con le alette non si può proprio guardare, è snaturata…..

  4. Avatar

    supermariacion

    22 Agosto 2016 at 20:35

    Hahaahahahaahah sappiamo tutti di chi si tratta!

  5. Avatar

    ligera

    23 Agosto 2016 at 19:36

    Cari simpaticoni, visto che non è facile da capire, forse le parole di altre persone, considerata la prevenzione nei miei confronti, aprirà ancora un poco le menti (si fa per scherzare, non ve ne abbiate a male)

    Nicolas Goubert, boss di Michelin, dice che i piloti non hanno corso pericoli, come se fosse normale che le gomme si sfoglino come margherite: cado o non cado? Scoppia o non scoppia? Forse è una nuova idea per evitare il flag to flag, si parte con le rain che poi diventano slick. Pneumatici da transformer, ma nonostante le rassicurazioni rimane una brutta (e pericolosa) figura.

    Ora, se pensate che sia ancora esclusiva questione di avere indovinato la gomma, aimè.

    Grande Dovizioso
    Grande Iannone
    Grande Ducati

  6. Avatar

    cujo

    23 Agosto 2016 at 21:04

    La domanda allora è:

    Perche solo 3 o 4 moto l’anteriore (morbida) è andata a farsi benedire, mentre al resto del gruppo non è successo niente, e anche alla fine giravano su 2,09??

    E poi, se il 29 arrivava in fondo…… Sicuramente,a voi di quanto successo al 4, non lo avreste nemmeno c@gato di striscio…… È vero o no???

  7. Avatar

    cujo

    23 Agosto 2016 at 21:06

    Ovviamente non nella posizione attuale, ma primo…..

    • Avatar

      cujo

      24 Agosto 2016 at 09:28

      dimenticavo…..

      puoi dire quello che vuoi, ma alla fine,ricordati di quali pneumatici stiamo parlando…..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Aprilia non molla Iannone [VIDEO]

Il pilota abruzzese, squalificato per 4 anni, è sceso in pista a Valencia, ma solo in forma virtuale accompagnato dal suo team
Condividi su WhatsAppMotomondiale MotoGP Iannone Aprilia – Dopo la notizia della squalifica per quattro anni decisa dal TAS nei confronti