MotoGP: Gigi Dall’Igna – Ducati, “Vincere è una soddisfazione enorme!”

Il Direttore Generale di Ducati Corse ha parlato del successo del Red Bull Ring

MotoGP: Gigi Dall’Igna – Ducati, “Vincere è una soddisfazione enorme!”MotoGP: Gigi Dall’Igna – Ducati, “Vincere è una soddisfazione enorme!”

MotoGP 2016 Red Bull Ring Austria Spielberg Team Ducati – Aspettava la vittoria da ottobre 2013, da quando era diventato Direttore Generale di Ducati Corse e il successo è finalmente arrivato con Andrea Iannone al Red Bull Ring; l’Ing. Gigi Dall’Igna è stato tutta la gara in “apnea” e poi quando le due Desmosedici GP di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso hanno tagliato per prime il traguardo dopo 28 giri, è “esplosa” tutta la sua gioia. La Ducati non vinceva una gara da Phillip Island 2010 (vittoria di Casey Stoner, ora tester Ducati e presente ai box in Austria), allora lui non c’era, ma è stato lui a riportarla al successo.

“Sono veramente contento, è una soddisfazione enorme! Voglio ringraziare di cuore tutti i ragazzi di Ducati Corse che in questi anni hanno fatto un lavoro incredibile e spero che questo fantastico risultato li ripaghi di tutti i loro sforzi – ha detto Dall’Igna – Vorrei potere averli qua con noi adesso per festeggiare insieme questa doppietta e abbracciarli tutti quanti. Grazie veramente di cuore!”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    16 agosto 2016 at 20:11

    Grande Dall’Igna!!!!!!!

  2. Avatar

    ligera

    17 agosto 2016 at 00:53

    Mi associo ai ringraziamenti di tutti gli uomini e donne Ducati che lavorano senza mai essere in primo piano.
    Grazie anche a Lei, Ing, Dall’Igna, grazie per avere riportato questo storico marchio alla vittoria in MotoGP, dopo i successi ottenuti in SBK. Grazie per la gioa che ci ha fatto vivere.

    Lei è un Grande, non ancora come l’Ing. Preziosi, ma siamo sulla via giusta. Grazie, grazie ancora per tutto l’amore che ha messo in questo impegno, si è capito che ha indirizzato il lavoro in maniera differente al solito e che gli altri hanno dimostrato di credere in lei e nel lavoro che andava facendo, mettendosi nuovamente in gioco, magari cercando di eliminare determinate condizioni per vedere il lavoro sotto punti di vista sino ad ora inesplorati, trovando un nuovo percorso dettato dall’Ingegnere Dall’Igna che ha finalmente portato al massimo risultato.

    Grazie, grazie a tutti, ai 2 Andrea che finalmente hanno colto ciò che meritavano dal primo GP, un’affermazione piena, chiara, senza “se” e senza “ma”. Ci voleva per tutto, per il morale, per la convinzione, per la conferma della strada intrapresa.

    GRAZIE DUCATI

  3. Avatar

    nandop6

    17 agosto 2016 at 09:31

    Anche in SBK ci vorrebbe un cambio di filosofia.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati