MotoGP Red Bull Ring: Valentino Rossi, “Marquez è lontano, ma non è finita”

Il campione della Yamaha ha parlato anche delle olimpiadi di Rio

MotoGP Red Bull Ring: Valentino Rossi, “Marquez è lontano, ma non è finita”MotoGP Red Bull Ring: Valentino Rossi, “Marquez è lontano, ma non è finita”

Valentino Rossi MotoGP 2016 Gp Austria Yamaha Movistar Press ConferenceValentino Rossi è l’unico pilota ad aver corso nel lontano 1996 sul circuito del Red Bull Ring, in precedenza noto come Österreichring. Proprio qui Rossi centrò il primo podio in carriera e nella gara successiva vinse a Brno. Il campione della Yamaha ha parlato ai margini della conferenza stampa, ecco cosa ha detto.

Sei l’unico pilota che ha già visto questo circuito, accadeva 20 anni fa, dove hai conquistato il tuo primo podio in carriera, che effetto ti fa?

“Da una parte è una soddisfazione, ho alle spalle una lunga carriera per la maggior parte ad alti livelli, ma dall’altra parte mi piacerebbe avere 10 anni in meno! Qui ho fatto il primo podio della mia carriera, lo avevo sfiorato a Jerez e al Mugello ed è stato il trampolino di lancio per la vittoria di Brno, dove lottai con Martinez.”

Dopo i test effettuati a fine luglio, cosa ti aspetti da questa gara?

“Non è la pista più adatta alla nostra moto e l’accelerazione non è la nostra forza. Ma non bisogna darsi per vinti e bisognerà capire come andranno le gomme, diverse da quelle dei test che facevano solo 12 giri. Poi dovremo vedere come andrà la Honda con Marquez.”

E’ un vantaggio per voi il fatto che la Honda non abbia provato qui?

“Sia Pedrosa che Marquez sono piloti che imparano presto la pista. Magari ci sarà un piccolo vantaggio domani mattina, poi vedremo.”

Inizia la seconda parte della stagione, questo dopo una lunga pausa, cosa ti aspetti?

“Sono contento che inizi la seconda parte della stagione. C’è stata una lunga pausa tra Assen e il Sachsenring ed è facile perdere il “ritmo”. Ora ci sono cinque gare in sette settimane, quattro in cinque, ci divertiremo.”

Lo svantaggio da Marquez è colmabile e il campionato è ancora aperto?

“Secondo me lo svantaggio da Marquez è quasi impossibile da recuperare, ma ci sono ancora nove gare e non è finita finchè non è finita. Ho fatto solo quattro podi nella prima parte della stagione e mi piacerebbe farne di più e fare più punti.”

In vacanza hai pensato alle occasione perdute con un pò di rammarico?

“Assolutamente si, il rammarico c’è, anche le ultime due gare ho buttato via molti punti. E’ un peccato ma è anche inutile piangere sul latte versato, bisogna guardare avanti.”

Hai seguito le olimpiadi e in particolare la Pellegrini?

“Mi è dispiaciuto per la Pellegrini, si meritava una medaglia. Si fa presto nello sport a dimenticare, è così, non è giusto, bisognerebbe non dimenticarsi di quello fatto, ma nello sport funziona così.”

Lei che è stata la portabandiera dopo il 4° posto ha rinunciato al 100 stile libero, cosa ne pensi?

“C’è stata una grande delusione, visto che tutti si aspettavano che recuperasse nell’ultima vasca. Per quanto riguarda la scelta di non correre la gara successiva dipende da molti fattori. Mi sembra di aver capito che avesse rinunciato per essere più pronta per la staffetta e poi è andata come è andata. Tutti dicono si sia arresa, ma io sono con lei.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    ligera

    11 agosto 2016 at 18:31

    Questa è una di quelle interviste che mi piacciono e devo dire che non capita spesso sentirlo così tranquillo e consapevole di non essere il favorito, ma con la voglia di lottare sino all’ultimo.
    Gli faccio i complimenti.

    • Avatar

      Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

      11 agosto 2016 at 21:50

      Esci da questo corpooooo 👿

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati