Superbike: Stefan Bradl è fiducioso per la sua nuova avventura

Il Campione del Mondo Moto2 affiancherà dal prossimo anno Nicky Hayden in Honda

Superbike: Stefan Bradl è fiducioso per la sua nuova avventuraSuperbike: Stefan Bradl è fiducioso per la sua nuova avventura

Tra i volti nuovi che si stanno delineando sulla griglia di partenza del Campionato Mondiale Motul FIM Superbike del prossimo anno, uno dei più attesi sarà sicuramente Stefan Bradl, 26enne pilota tedesco che ha da poco firmato per passare dalla MotoGP alla Worldsbk nel Team Honda.

Nel team di Ten Kate troverà un altro ex collega trapiantato dalla massima categoria del motomondiale, Nicky Hayden, che quest’anno ha già ottenuto una vittoria e un paio di podi.
Il 2017 è anche l’anno della tanto attesa nuova CBR Honda e le premesse, quindi, per fare bene sembrano esserci tutte, non a caso Bradl ha subito detto di avere grande fiducia nella Honda e nel nuovo Team.

Il pilota tedesco arriva tra le derivate di serie dopo aver debuttato nel Motomondiale nel 2005, vincendo sette Gran Premi e ottenendo 8 pole position: ciliegina sulla torta è stato il titolo del Campionato del Mondo di Moto2 nel 2011.

Riportiamo l’intervista che Stefan Bradl ha rilasciato a WorldSBK.com per dargli il benvenuto in Worldsbk.

Stefan, benvenuto in anticipo nel paddock WorldSBK! Come ci sei arrivato?

Grazie! Fondamentalmente ho iniziato a pensare al World Superbike intorno al Gran Premio di Barcellona. La situazione con Aprilia non era chiara, quindi ho pensato ad altre opportunità. Ho sempre seguito il World Superbike, è vicino alla MotoGP e lo conosco. Quindi durante la breve pausa tra i GP di Barcellona e Assen ci ho pensato e proprio in Olanda ho incontrato Ronald Ten Kate, il proprietario del team Honda, e i ragazzi di Honda Europe. Quello è stato il nostro primo incontro e l’idea era molto buona. Mi sono sentito davvero il benvenuto ed è andato tutto bene. Mi sono sentito a mio agio fin da subito e abbiamo raggiunto un accordo.

C’è stato un momento chiave in cui hai sentito che cambiare era necessario?

In MotoGP, in questa stagione, il mercato è iniziato presto. La mia priorità iniziale era quella di stare con Aprilia perché mi sento bene in questo team e volevo continuare lì. Loro avevano già firmato con un pilota (Sam Lowes), quindi c’era solo un posto libero. C’era un’altra opportunità di restare in MotoGP con un altro team, ma quando sono entrato in contatto con Honda ho avuto subito sensazioni molto buone per andare e vedere quello che sta succedendo nel World Superbike.

Nel 2017 farai coppia con Nicky Hayden, sei entusiasta?

Non vedo l’ora di avere Nicky come compagno di squadra. Ci conosciamo molto bene e stiamo bene insieme. Abbiamo disputato alcune belle battaglie insieme in MotoGP, è un grande pilota e sta facendo davvero bene nel World Superbike. Penso che insieme possiamo lavorare molto bene, cercando di batterci e ci stimoleremo! Honda è un team davvero buono per il prossimo anno.

Alcuni dei circuiti del WorldSBK saranno nuovi per te…

Conosco il Lausitzring, ma l’ultima volta che ci ho corso è stato dieci anni fa. Non penso che i nuovi circuiti siano così tanto diversi, imparare una nuova pista di solito non è un grosso problema per me. La sfida più grande sarà adattarmi alla moto, che probabilmente sarà la differenza più grande rispetto alla MotoGP, perché nel WorldSBK la moto si muove di più e devi usare ancora di più il tuo corpo per compensare alcune cose. E poi devo vedere come saranno le gomme Pirelli.

La moto Honda è stata descritta come una “radicale Fireblade”, ma non sappiamo ancora il perché. Sai qualcosa in più?

Sono fiducioso (ride)! Honda è davvero una grande casa costruttrice e una buona fabbrica con cui ho avuto buone esperienze in passato. Mi fido di Honda. Non posso rispondere a questa domanda perché so solo quello che si sa! So che ci sarà un aggiornamento, ma se la moto sarà completamente nuova o se cambierà solo alcune parti non lo so ancora. Vedremo quando la moto sarà pronta. Non so quando sarà e quando posso salirci, ma mi fido dell’azienda e del team. Per me questa non è la sfida più grande o il problema più grande.

Sarà una novità per te il format delle due gare…

Sì, questo sarà diverso. Non vedo l’ora di correre due gare nello stesso week end perché se una va male, potrà andare meglio il giorno dopo! Sarà una nuova strategia e sarà diverso! Non credo sia un grosso problema; posso imparare dagli altri piloti per quanto riguarda il set up della moto per essere un po’ più veloce il venerdì. Il team ha molta esperienza su questo, sono sicuro che potremo sviluppare una buona strategia per il fine settimana. Davvero non vedo l’ora di avere qualcosa di nuovo e di adattarmi. Spero di poterlo fare il più velocemente possibile!

Quante possibilità avrai di lottare per le prime posizioni?
Ci sono davvero delle belle gare nel World Superbike. C’è sempre molta lotta. Ovviamente non vedo l’ora di correre perché penso di avere buone possibilità di stare vicino al podio e lottare per buoni risultati – qualcosa che invece è molto più difficile in MotoGP ultimamente per me. Non sarà facile perché il livello nel World Superbike è molto alto; conosco tutti i piloti e so che hanno molto talento. Non sto andando nel World Superbike pensando che sarà tutto facile per me. Lo so bene. Devo lottare per essere in grado di fare correttamente il mio lavoro, ma penso che le mie possibilità di lottare per il podio siano più alte rispetto a quanto sono ora in MotoGP. Chiaramente Kawasaki sarà forte e probabilmente sarà la favorita anche nella prossima stagione, ma penso che avrò molte probabilità di lottare per il podio. Proverò a vincere le gare, ma ci vorrà del tempo per adattarmi.

Senti che questo è l’inizio di un’era speciale?

World Superbike sta diventando più popolare e più interessante per tutti. Se si guarda ai nomi di Nicky Hayden, Jonathan Rea, Tom Sykes e di tutti gli altri piloti, loro hanno una buona esperienza e conoscono molto la MotoGP. Tra di noi ci conosciamo molto bene. Non vedo l’ora di correre con loro e sono sicuro che la popolarità del World Superbike crescerà. Forse il mio nome potrebbe renderla ancora più interessante! Farò del mio meglio perché questo accada.

Prima di unirti a noi il prossimo anno, si deve concludere il campionato 2016. Su chi scommetteresti come vincitore?

Se devo scegliere un pilota, penso che andrò su Jonathan Rea. Ha vinto il titolo l’anno scorso e ha un bel vantaggio adesso. Sappiamo che ci sono ancora otto gare da disputare e tutto può ancora succedere, ma punto su di lui per il titolo del Campionato.

Stefan Bradl prima di fare il suo debutto in WorldSBK il prossimo anno, sarà ancora impegna al 100% in MotoGP, che riprenderà il fine settimana dal 12 al 14 agosto in Austria.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati