Superbike: Conclusa la due giorni di test al Lausitzring

In pista sono scesi l'Aruba Racing Ducati, il Team Althea Racing, Barni Racing e MV Agusta

Superbike: Conclusa la due giorni di test al LausitzringSuperbike: Conclusa la due giorni di test al Lausitzring

Nonostante la pausa estiva del Campionato Mondiale delle derivate di serie sia iniziata dopo il round di Laguna Seca, alcuni team hanno deciso di posticipare le vacanze e di concentrarsi su una due giorni di test al Lausitzring in Germania, teatro a settembre del decimo appuntamento stagionale.

La motivazione è data dal fatto che la pista è sconosciuta a praticamente tutti i piloti, dato che il circuito è tornato quest’anno in calendario dopo una lunga assenza.

Tra i presenti c’era l’Aruba.it Racing – Ducati, con Chaz Davies e Davide Giugliano, l’Althea Racing BMW con Jordi Torres e il pilota della STK1000 Raffaele De Rosa, che ha sostituito nuovamente Markus Reiterberger, ancora alle prese con la riabilitazione dall’infortunio occorso per la caduta in Gara2 al Misano World Circuit Marco Simoncelli.
Con loro anche il Barni Racing Team, MV Agusta Reparto Corse e i team di Supersport Kawasaki Puccetti Racing e Orelac Racing VerdNatura, e quello della STK100 Aruba.it Junior Team.

Tra i cosiddetti “big”, il Kawasaki Racing Team al momento non ha in programma test, ma non è escluso che torni in pista prima del decimo round, mentre Honda e Yamaha stanno preparando la celebre 8 Ore di Suzuka.

“Tutto sommato, è stato un test molto positivo” – ha detto Chaz Davies – “Ero un po’ amareggiato dopo le ultime gare perché non eravamo riusciti a trovare il solito feeling con la moto, ma abbiamo fatto alcuni aggiustamenti di elettronica e ciclistica e pare che abbiamo ritrovato le migliori sensazioni. La priorità era imparare il tracciato, che si è rivelato più divertente del previsto ma ha bisogno di alcuni interventi. Le buche, in particolare, lo rendono difficile da imparare. Abbiamo fatto molti giri, e penso che il tempo con gomme da gara sia molto buono, quindi andiamo in vacanza stanchi e felici”.

“Era importante per noi venire a provare su questo tracciato prima della gara” – ha aggiunto Davide Giugliano – “L’ultima volta che avevo girato qui era il 2007, e non me lo ricordavo molto bene. La pista è molto bella e divertente da affrontare, l’unico problema sono le buche. Comunque abbiamo fatto un buon lavoro sul set up, valutando diverse soluzioni che dovrebbero aiutarci ulteriormente in queste ultime quattro gare. Abbiamo raccolto dei riferimenti che ci saranno molto utili in vista della gara”.

Prima che inizi il Pirelli German Round, decimo appuntamento della stagione, dal 16 al 18 settembre, sono in programma altri test privati al Lausitzring, anche se i team sono ancora da confermare.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati