MotoGP Sachsenring: Jorge Lorenzo “Non sentivo l’anteriore e non avevo feeling ne in frenata ne in curva”

Ancora una gara anonima per il maiorchino che con la piogga non riesce a "sentire" la sua moto

MotoGP Sachsenring: Jorge Lorenzo “Non sentivo l’anteriore e non avevo feeling ne in frenata ne in curva”MotoGP Sachsenring: Jorge Lorenzo “Non sentivo l’anteriore e non avevo feeling ne in frenata ne in curva”

Jorge Lorenzo MotoGP 2016 Gp Germania Yamaha Movistar – Jorge Lorenzo chiude il gran premio del Sachsenring con un grigio 15° posto rimediando in classifica solo un punticino. Lo spagnolo ancora una volta con l’arrivo della piogga ha fatto una gara anonima, non riuscendo mai a reagire ai sorpassi subiti. Stavolta poi, a differenza della gara di Assen non è bastato guidare con prudenza in “modalità tassinaro”, di cadute ce ne sono state poche e quindi è a malapena entrato in zona punti. In classifica il maiorchino mantiene comunque il 2° posto ma per la seconda parte di stagione urge un’inversione di tendenza.

“Dopo il warmup era chiaro che oggi non sarei stato in grado di lottare con i top rider – ha affermato Jorge Lorenzo – ma alla fine in gara sono riuscito a girare più forte rispetto alla mattina. Quando il tracciato ha iniziato ad asciugarsi però ho iniziato a perdere posizioni perchè non mi sentivo sicuro, non sentivo l’aneriore e non avevo feeling neanche in frenata e nelle curve. Poi quando il team mi ha detto di rientrare l’ho fatto ed ho cambiato la moto. Purtroppo era troppo tardi e così non sono riuscito a recuperare posizioni in classifica”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    MSC crociere

    17 Luglio 2016 at 20:33

    Oggi è stato irritante vederlo in pista, quando corre così del campione ha ben poco, mai un sussulto, mai un tentativo di raddrizzare il proprio weekend, nè nelle prove nè tanto meno in gara dove ha avuto su un piatto d’argento la possibilità di rimontare.
    Era quello che aveva meno da perdere tra quelli in lotta per il titolo perchè si trovava già nelle retrovie ed era lentissimo..
    Tentare l’azzardo anticipato delle slick sembrava il minimo..invece niente, fantasia zero, anzi ci è voluto il muretto a dirgli di rientrare se sarebbe rimasto fuori a girare sui cerchi a 20 all’ora fino alla fine.

    Marquez oggi ha dato a tutti una lezione memorabile di motociclismo e a Lorenzo in particolare

  2. Avatar

    ueueue

    18 Luglio 2016 at 15:48

    ..beh se poi ti spinna in rettilineo e hai problemi al casco son cazzi..

    ..sfortunatamente quando ha cambiato moto non ha potuto recuperare posizioni perché era tardi
    .. hahahah spassosissimo..

    la Ducati sta assemblando la moto 2017 con un grosso ventilatore davanti la ruota posteriore..

    Certo resta una seconda posizione in campionato…ma ragazzi che figure..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati