MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Gara complicata, ma le intermedie erano la giusta soluzione”

Il pilota abruzzese della Ducati ha tagliato il traguardo in quinta posizione

MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Gara complicata, ma le intermedie erano la giusta soluzione”MotoGP Sachsenring: Andrea Iannone, “Gara complicata, ma le intermedie erano la giusta soluzione”

Andrea Iannone MotoGP 2016 GP Germania Team Ducati – Gara complicata quella di Andrea Iannone al Sachsenring. Il centauro abruzzese della Ducati è stato uno dei primi a cambiare la moto in una gara caratterizzata dal meteo e dal flag-to-flag. L’aver perso nella prima parte di gara non gli ha permesso di andare oltre la quinta piazza, ecco cosa ha raccontato alla stampa presente sul circuito tedesco.

“E’ stata una gara molto strana, in condizioni diverse avevamo il potenziale per portare a casa un risultato diverso, ma le condizioni erano uguali per tutti e con la pista bagnata non sono stato veloce. Nei primi giri contenevo il distacco, ma poi perdevo in inserimento di curva. Poi quando ho visto che oltre a perdere rischiavo anche di cadere, ho cambiato strategia e sono stato il primo pilota a rientrare ai box e prendere la moto con le gomme intermedie. Questo mi ha permesso di ottenere il quinto posto, che non è un grande risultato, ma sono due gare che andiamo a punti.”


Avere la seconda moto con le gomme intermedie è stata una decisione presa insieme alla squadra? E se si è stata una decisione corretta?

“Lo avevamo deciso prima della gara, perchè questa è una pista che ci mette molto ad asciugarsi. Con il senno di poi avere una slick al posteriore e un’intermedia all’anteriore sarebbe stata la scelta migliore, però per la strategia che ho fatto, non sarei potuto ripartire con le slick, perchè la pista era ancora molto bagnata.”

Che effetto fa guidare con le intermedie. Somigliano più alle slick, alle rain, oppure hanno un carattere tutto loro?

“Somigliano molto alle slick. E’ una gomma slick intagliata, la moto si muove un pò di più perchè è più morbida. Per me e per la strategia era l’unica soluzione. Purtroppo ho perso troppo tempo sul bagnato. Poi c’è stata confusione al box, perchè c’era la moto di Danilo (Petrucci, ndr) che aveva un principio di incendio ed ho perso un pò di tempo.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    ligera

    17 luglio 2016 at 19:26

    Vero, al box ha perso più che “un pò di tempo”. il primo giro (14°) è stato fatto in 2.09 (anche perchè la pista era molto bagnata), mentre Dovi ci ha impiegato 1.57. Lo stesso Vale ha fatto notevolmente meglio in 2.01.
    Ora ci ha spiegato il perchè, il principio d’incendio sulla moto di Danilo.
    Da sottolineare però, che Iannone, con le intermedie davanti e dietro, ha ripreso, superato e staccato di 4 secondi Valentino che invece, al rientro, aveva una media all’anteriore e una slick al posteriore.

    Grande Iannone

    Grande Ducati

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati