Superbike Laguna Seca, Gara 2: Weekend positivo per Honda

Tanta soddisfazione per il terzo posto di Hayden nella prima manche. Strepitosa rimonta di Van der Mark nella seconda

Superbike Laguna Seca, Gara 2: Weekend positivo per HondaSuperbike Laguna Seca, Gara 2: Weekend positivo per Honda

Superbike, GEICO Motorcycle US Round, Gara 2. Dopo il terzo gradino del podio conquistato nella prima corsa al Mazda Raceway Laguna Seca, con grande gioia del pubblico americano, Nicky Hayden è stato autore di un’altra bella gara, conclusa al quinto posto dietro al Xavi Fores e all’imprendibile terzetto di testa composto da Sykes, Giugliano e Davies.

Weekend consistente anche per il compagno di squadra Michael van der Mark, che in Gara 1 ha tagliato il traguardo in quarta posizione, mentre nella seconda ha dato vita a una spettacolare rimonta fino alla settima posizione finale.
Il giovane olandese, infatti, è caduto nel corso dei primi giri di Gara 2, interrotta dalle bandiere rosse, ed è dovuto ripartire in ultima fila, passando dalla 19esima all’11esima posizione nel primo giro.

La ripartenza ha danneggiato anche Hayden, che ha faticato a riprendere nuovamente il ritmo che aveva nella prima parte della gara, e di questo l’americano si è detto molto deluso.

I piloti Honda saranno di nuovo in pista al Lausitzring, in Germania, nel mese di settembre per il decimo round, dopo la pausa estiva che darà la possibilità di ricaricarsi prima delle ultime quattro gare della stagione.

“Sono molto deluso per com’è andata la gara, soprattutto per come stavano andando le cose prima che fosse esposta la bandiera rossa” – ha detto Nicky Hayden. “Alla prima partenza c’è stato un piccolo intoppo al semaforo, ma sono andato bene nella prima e nella seconda curva e ho recuperato molte posizioni. Mi sentivo sempre più sicuro di me e appena ho fatto segnare il mio miglior giro del week end con le gomme da gara, la bandiera rossa è apparsa. Dopo la seconda partenza è successo qualcosa: non sappiamo esattamente cosa, la squadra sta analizzando i dati, ma la moto era completamente diversa. Non potevo frenare bene come ieri e avevo perso molta fiducia alla guida. È un vero peccato perché dopo la prima partenza ho pensato di poter fare qualcosa di veramente speciale”.

“È successo qualcosa perché alla prima partenza il semaforo si è spento e poi riacceso e questo ha creato un po’ di scompiglio” – ha detto Michael Van der Mark – “Ho provato a essere il più veloce possibile e poi ho provato a superare Camier, all’altezza del Cavatappi, ma ho frenato in modo troppo brusco e ho perso il posteriore. È stato un po’ spaventoso, ma per fortuna ho trovato uno spazio tra i piloti e non c’è stata nessuna collisione. La mia seconda partenza è stata dal fondo dello schieramento ed entro la fine del primo giro sono arrivato vicino alla decima posizione. Ho provato a fare qualcosa in più, ma il feeling con la moto non era lo stesso di ieri, ho solo potuto colmare un po’ il divario con chi mi precedeva. È stato davvero difficile rimanere con loro, ma nel complesso dobbiamo essere soddisfatti del nostro settimo posto e del week end in generale”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati