MotoGP Assen: Andrea Iannone, “Spero in una gara asciutta”

Nono tempo per il pilota della Ducati, che però scatterà dall'ultima fila dopo i "fatti" di Barcellona

MotoGP Assen:  Andrea Iannone, “Spero in una gara asciutta”MotoGP Assen:  Andrea Iannone, “Spero in una gara asciutta”

Andrea Iannone MotoGP 2016 GP Olanda Team Ducati – Andrea Iannone ha ottenuto il nono tempo nelle qualifiche del Gran Premio d’Olanda, ottava tappa del motomondiale 2016. Le qualifiche sono state caratterizzate dal meteo, con i piloti scesi in pista con pneumatici rain. Iannone al termine della sessione ha messo le intermedie, ma non è comunque riuscito a migliorare il suo crono. Sarebbe comunque scattato dall’ultima posizione, vista la penalizzazione inflittagli a Barcellona dopo il tamponamento nei confronti di Jorge Lorenzo.

“E’ stata una giornata molto positiva. Sono andato forte sin da questa mattina e sull’asciutto ho un gran passo. E’ una buona notizia, visto che domani partirò dall’ultima posizione. In Q2 con le rain non avevo un gran feeling e non ho fatto un gran giro. Allora ho deciso di prendere la moto con assetto ibrido e gomme intermedie. Ho rischiato perchè la linea non era completamente asciutta, peccato non essere riusciti a sfruttare l’ultimo giro. Alla fine però non cambia molto.”

Preferisci una gara asciutta o bagnata?

“Preferisco una gara asciutta e se si dovessero ripresentare condizioni come quelle delle Q2 potrei rischiare le intermedie. Abbiamo infatti dei dati e possiamo migliorare la moto.”

Parti ultimo, che gara ti aspetti?

“Non sono mai partito così indietro e non so cosa aspettarmi. Ho visto che ci sono dei piloti che solitamente sono davanti, che sono più indietro e altri che solitamente sono dietro che sono nelle posizioni di vertice. Questa potrebbe essere una cosa positiva. Dovrò avere pazienza, saranno importanti i primi giri, al Mugello nonostante al primo giro fossi quattordicesimo ho fatto una grande gara, arrivando sul podio. La pazienza ripaga sempre, ma non è nelle mie caratteristche, ma domani dovrò stare calmo, sarà una gara lunga, di 26 giri, tutto è possibile.”

La moto rispetto a ieri è migliorata nei cambi di direzione?

“Siamo arrivati ad un compromesso, i ragazzi hanno fatto un bel lavoro e la moto è migliorata abbastanza nei cambi di direzione. Questa mattina ero infatti più costante di ieri e pur utilizzando una gomma usata ho fatto 1’34.6”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    ligera

    25 Giugno 2016 at 21:33

    Io non sarei così propenso ad avere gara asciutta. Partendo così lontano rischia seriamente di essere tagliato fuori da subito, mentre sul bagnato penso che si potrebbe giocare molte più “carte”.
    Come ha ben detto, sarà importante partire col giusto piglio, senza pensare di vincere la gara al primo giro.

    Grande Iannone
    Grande Ducati

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati