MotoGP Assen: Valentino Rossi, “La decima da ‘regista’ sensazione speciale”

Il pesarese della Yamaha ha parlato anche di Italia Vs Spagna e del doping

MotoGP Assen: Valentino Rossi, “La decima da ‘regista’ sensazione speciale”MotoGP Assen: Valentino Rossi, “La decima da ‘regista’ sensazione speciale”

Valentino Rossi MotoGP 2016 Gp Olanda Press Conference – Valentino Rossi ha parlato ai margini della classica conferenza stampa pre-gara del giovedì, questa volta ad Assen, dove per la prima volta si correrà di domenica. Il campione pesarese della Yamaha ha affrontato diversi argomenti, dalla vittoria di Barcellona agli europei di calcio che vedranno contrapposte Italia e Spagna; ha parlato anche di doping, tornato di “moda” dopo nuova positività di Alex Schwazer, ancora tutta da decifrare.

Dopo il GP di Catalunya c’è stata una lunga pausa, e anche tra Assen e il Sachsenring ci sarà una pausa lunga, cosa ne pensi?

“Ci sono i pro e i contro, la settimana extra dopo Barcellona mi è servita a ricaricarmi, visto che era da marzo che tra gare e test non ci fermavamo. Invece la settimana extra tra Assen e il Sachsenring l’avrei evitata, perchè è vero che ci si riposa, ma poi è difficile, ritrovare la giusta concentrazione. Alla fine comunque non è che cambi tanto, andremo più al mare!”

A caldo avevi definito la vittoria di Barcellona come una delle più belle, la pensi ancora così?

“Rimane una delle vittorie più belle per come è venuta, non ho solo vinto ma è stata una gara molto convincente, perchè ho fatto una bella rimonta, ho girato forte ed è stata molto importante dopo la rottura del Mugello. Sarebbe bello far bene anche qui, lo scorso anno è stato uno dei weekend più belli della stagione. Avevo fatto la pole e sono stato competitivo sin dai primi turni, sarebbe bello riuscirci anche in questa stagione. Molto dipenderà dalle gomme e poi vedremo chi tra noi tre (lui, Marquez e Lorenzo, ndr) sarà più competitivo, alla fine i dettagli fanno la differenza così come il meteo.”

Rispetto allo scorso anno si corre di domenica e si anticipa Italia Vs Spagna bis (si parla di calcio europeo, ndr), tu parti in “anticipo”, hai più possibilità tu oppure la nazionale?

“Sulla carta la nazionale spagnola è più forte di noi, ma il calcio è difficile da pronosticare, soprattutto su una partita unica. Sarebbe bello batterli perchè è da troppo tempo che non li battiamo. Abbiamo un tabellone comunque difficile, perchè se battiamo la Spagna potremmo incontrare squadre forti come Francia o Germania. Dovremo avere la voglia e la determinazione della prima partita, è tutto aperto.”

A Barcellona hai rotto l’incantesimo del decimo (decima vittoria in Catalunya) è stato importante a livello psicologico?

“E’ stata una sensazione speciale, andare in doppia cifra è importante. Poi si è “rotto” quell’incantesimo che lo scorso anno mi aveva fatto perdere il decimo titolo e la decima vittoria al Mugello. Ma la cosa più importante sarà andare forte domenica.”

I questi giorni è scoppiato un nuovo caso doping, qual’è la tua opinione e nel nostro mondo come lo vedi?

“E’ una domanda difficile. Nel Motorsport non c’è doping, anche perchè non è importante. Invece in altri sport fisici è più diffuso e fa la differenza. Ora non so a che punto sia l’antidoping e anche punto il doping, è una lotta tosta, ma il doping sembra sempre essere avanti.”

Sei mai stato sottoposto ad antidoping? E se si come funziona?

“Quest’anno me lo hanno fatto a Le Mans, ma in altri anni anche a casa. Nel 2013 ero stato sorteggiato per tutta la stagione e in quel caso devi essere reperibile anche a casa. In questi giorni lo hanno fatto anche a Lorenzo, ma da noi è più importante che vadano forte le moto.”

Domani andrai in safety commission?

“Domani andrò visto che si parlerà di quanto successo a Barcellona, sarà una riunione importante.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati