Superbike Misano: Chaz Davies è molto deluso del suo fine settimana

Il pilota gallese dopo una difficile rimonta in Gara 1 è caduto nella seconda corsa dopo pochi giri

Superbike Misano: Chaz Davies è molto deluso del suo fine settimanaSuperbike Misano: Chaz Davies è molto deluso del suo fine settimana

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round. Non è stato certamente il round che la Ducati si aspettava di vivere in casa, soprattutto Chaz Davies ha vissuto momenti complicati che rischiano di aver compromesso definitivamente non solo la rincorsa al titolo, 99 punti da questo Rea sono un’enormità, ma anche al secondo posto, con Sykes che ha recuperato più di 30 punti in due round.

Con le Kawasaki e i suoi due piloti in questo stato di grazia la rincorsa si presenta come molto difficile, anche se Davies e la Panigale hanno dimostrato ampiamente di avere tutte le carte per competere ad armi pari: ora serve un po’ di iniezione di fiducia e di fortuna, a partire da Laguna Seca.

Guardando al round di Misano, il rammarico di Davies è tanto soprattutto per Gara 1, dove dal suo passo si intuisce chiaramente che c’era il potenziale per stare con le due Ninja e competere per la vittoria: purtroppo per lui è rimasto coinvolto nel contatto fra Fores e Savadori dopo pochi metri dalla partenza, e costretto ad andare fuori pista per evitare il pilota italiano.
Rientrato al 22esimo posto ha completato una incredibile rimonta fino al quarto posto.

Il piota gallese ha quindi affrontato Gara 2 con grande determinazione, ma qui le cose sono andate addirittura peggio: Davies è scivolato a bassa velocità, come Giugliano nella prima corsa, dopo appena pochi giri coinvolgendo anche Michael van der Mark, il quale però a differenza sua è potuto tornare in pista concludendo nella top ten.

“Sono molto deluso perché nel weekend abbiamo sempre avuto un buon passo ma non abbiamo raccolto i frutti del nostro potenziale su questo tracciato” – ha spiegato Chaz Davies – “Ieri la vittoria sarebbe stata alla nostra portata, ed oggi eravamo pronti a rimontare ma da meno lontano. La scivolata è difficile da spiegare, non mi sentivo al limite ed avevamo la solita velocità di percorrenza ed angolo di piega, ma queste sono le corse. Se non altro non ho riportato gravi infortuni, il polso destro mi fa male ma spero di tornare in fretta al 100% e dare battaglia a Laguna Seca”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati