Superbike Misano, Warm Up: Tom Sykes è il più veloce questa mattina

Il pilota inglese precede il compagno di team Rea e Davide Giugliano. Quarto Davies

Superbike Misano, Warm Up: Tom Sykes è il più veloce questa mattinaSuperbike Misano, Warm Up: Tom Sykes è il più veloce questa mattina

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, Warm Up. Temperature miti e cielo nuvolo questa mattina al Misano World Circuit Marco Simoncelli, dove si è dato poco concluso il Warm Up dell’ottavo appuntamento della stagione: per Gara 2 le temperature dovrebbero alzarsi e sembra perlomeno abbastanza scongiurato il rischio pioggia.

In attesa di capire cosa ci riserverà la seconda corsa, Tom Sykes ha sfruttato la sessione per cercare di migliorare e stare davanti a Rea in gara, ribadendo che tiene molto a conquistare una vittoria su questa pista, davanti a un pubblico che gli dimostra sempre affetto.
Suo il miglior riferimento cronometrico, 1’35.007, davanti al compagno di team e principale avversario in pista Jonathan Rea, staccato di un decimo circa, e a Davide Giugliano, chiamato a una corsa di riscatto dopo la scivolata di ieri che lo ha messo praticamente fuori causa.

Quarto tempo per Chaz Davies a quasi tre decimi da Sykes: per lui sarà importante partire bene per non rischiare di essere ancora coinvolto nella inevitabile bagarre al via.
Quinto crono per Markus Rieterberger, autore ieri di una corsa molto consistente, che precede Nicky Hayden, anche lui in cerca di riscatto dopo la caduta in Gara 1, e il compagno di team Jordi Torres, caduto quando mancavano pochi istanti alla fine della sessione: dolorante, è stato soccorso subito dal personale di pista ma non dovrebbero esserci problemi per oggi.

Ottavo tempo per Alex Lowes, ancora dolorante alla spalla ma comunque in gradi di scendere in pista: il giovane rider del team Pata Crescent Yamaha ieri nel finale ha accusato un po’di fatica e di dolore, incappando in un’uscita di pista che non gli permesso di concretizzare il bel quarto posto che fino a quel momento occupava.
Il punto interrogativo di oggi sarà quindi la tenuta fisica per tutti i 21 giri previsti, dato che la placca che gli è stata applicata alla spalla alla lunga sfrega contro la tuta e gli impedisce di muoversi correttamente.

Competano la top 10 dei riferimenti cronometrici Michael Van Der Mark, determinato a bissare il podio in Gara 1, e Leon Camier: anche per lui vale lo stesso discorso di Davies.

Appuntamento alle 13:00 con la partenza di Gara 2.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati