Superbike Misano, Gara 1: Giornata difficile per la Ducati

Strepitosa perà la rimonta di Davies dal 22esimo al quarto posto. Giugliano scivola e termina solo 14esimo

Superbike Misano, Gara 1: Giornata difficile per la DucatiSuperbike Misano, Gara 1: Giornata difficile per la Ducati

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, Gara 1. Giornata difficile per il team Aruba.it Racing – Ducati al Misano World Circuit Marco Simoncelli, teatro dell’ottavo appuntamento del Campionato: in Tissot-Superpole sia Davies che Giugliano hanno faticato con gli pneumatici da qualifica, chiudendo solo in terza fila e anche in gara a fortuna non è stata dalla loro parte.

Dopo pochi metri dalla partenza Davies è rimasto infatti coinvolto nel contatto tra Fores e Savadori: per evitarli è dovuto finire largo nella via di fuga, non avendo altra possibilità che far sfilare in gruppo e rientrare in 22esima posizione.
Da qui ha dato vita a una grande rimonta, completando ben 18 sorpassi e mostrando anche il passo di gara più competitivo in pista che lo hanno portato a chiudere in quarta posizione.
Analizzare il ritmo impressionante del gallese non fa che aumentare il rammarico del suo box per un più che probabile podio sfumato per cause non sicuramente imputabili a Davies.

Giugliano invece è stato autore di un’ottima partenza e si è portato subito al terzo posto: appena al secondo giro però, mentre guidava al limite per non perdere terreno da Rea e Sykes, è scivolato a bassa velocità alla curva 14, per poi riprendere la corsa all’ultimo posto ad oltre venti secondi dalla vetta.
Nonostante il cupolino danneggiato, il pilota romano ha stretto i denti e ha tagliato il traguardo al quattordicesimo posto.

In Gara 2 certamente i due alfieri Ducati scenderanno in pista molto concentrati e determinati a regalare una bella giornata al loro pubblico di casa: partenza alle ore 13:00 locali.

“Sono molto dispiaciuto, per me e per la mia squadra, perché eravamo riusciti a fare un’ottima partenza ed avremmo potuto raccogliere un grande risultato. Nella scivolata, la moto non ha riportato danni se non la rottura del cupolino” – ha detto Davide Giugliano – “Era importante finire la gara, prendendo tutti i punti possibili. Inizialmente ho faticato a riprendere il ritmo, ma gradualmente siamo riusciti a rimontare e sul finale eravamo veloci come i primi. Siamo competitivi e sicuramente ci rifaremo domani”.

“Peccato per il contatto alla partenza che mi ha costretto ad uscire di pista nella via di fuga, ma sono cose che possono capitare nelle corse, specialmente dopo una qualifica complicata” – ha dichiarato Chaz Davies – “Purtroppo, con la gomma da tempo il posteriore ha iniziato a spingere molto, alterando il comportamento della moto. Tuttavia, sono davvero soddisfatto del passo che siamo riusciti a tenere in gara. Se non altro la rimonta è stata divertente, peccato aver mancato di poco il podio. Domani è un altro giorno e, con una buona partenza, avremo la nostra occasione”.

“Oggi la Superpole ci ha reso la vita un po’ più complicata. Con le gomme da gara, sia Chaz che Davide erano stati molto competitivi, ma partire dalla terza fila li ha penalizzati” – ha detto Ernesto Marinelli, Direttore Progetto Superbike – “Davide era scattato bene, purtroppo è scivolato ma ha comunque ripreso la corsa. Chaz è stato il più veloce in pista nella seconda parte di gara, recuperando quasi cinque secondi ai primi, ma la carambola iniziale lo ha penalizzato. Abbiamo comunque dimostrato di avere un ottimo potenziale e, con una partenza meno sfortunata, potremo rifarci domani”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati