Superbike Test Jerez: Kawasaki impegnata in due giorni di lavoro

Il team leader del Mondiale ha scelto la pista spagnola per prepararsi in vista della seconda parte di stagione

Superbike Test Jerez: Kawasaki impegnata in due giorni di lavoroSuperbike Test Jerez: Kawasaki impegnata in due giorni di lavoro

A differenza degli altri top team impegnati nei test sulla pista del Misano World Circuit Marco Simoncelli, teatro proprio del prossimo round del mondiale, il Kawasaki Racing Team ha scelto di concentrarsi sullo sviluppo della Ninja a Jerez de la Frontera, in Spagna.

Tom Sykes e Jonathan Rea hanno valutato molte parti per affrontare al meglio la seconda parte di stagione e hanno anche fatto miglioramenti nel set up base gara, grazi a temperature calde e pista asciutta, che ha permesso loro di completare un buon numero di giri e terminare il programma di lavoro.
Anche se l’obiettivo di questa due giorni di test non era quello di migliorare il passo, entrambi i piloti si sono dimostrati competitivi, anche con le gomme usate e con temperature dell’asfalto molto elevate.
Sykes e Rea si presenteranno quindi al meglio al prossimo appuntamento stagionale, il Pirelli Riviera di Rimini Round in programma dal 17 al 19 giugno a Misano.

“Con il buon meteo abbiamo potuto avere un sacco di tempo a disposizione, senza interruzioni, e le temperature elevate sono state significative per quando torneremo a correre qui, in ottobre” – ha detto il campione in carica Jonathan Rea – “Ci siamo concentrati principalmente sull’elettronica e sugli altri componenti in preparazione per il 2017. Abbiamo ottenuto informazioni positive e l’obiettivo principale è stato quello di testare il nuovo materiale. Il tempo sul giro non era così importante, ma siamo riusciti ad essere abbastanza veloci e costanti con gomme usate, e abbiamo girato molto con queste. Abbiamo ottenuto un po’ di informazioni davvero preziose in alcune aree, in vista della prossima gara, e alcuni benefici non si vedranno prima del 2017”.

“Abbiamo fatto un buon test in generale e abbiamo girato molto” – ha aggiunto Tom Sykes – “Sono veramente felice e il ritmo che ho mantenuto qui è stato davvero buono, considerando soprattutto le alte temperature della pista. Abbiamo potuto provare diversi componenti nuovi che non eravamo stati in grado di testare in occasione dei week end di gara e abbiamo valutato molte cose sul telaio e sulle sospensioni, anche riguardo l’elettronica. Ho fatto circa 80 giri al giorno e ora posso rilassarmi e pensare a tutto il lavoro che abbiamo svolto qui. È stato davvero bello provare, abbiamo valutato un sacco di cose e siamo pronti per la prossima gara di Misano. I nostri tempi sul giro erano veloci, sono piacevolmente sorpreso”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati