Moto3 Mugello: Binder fa tris, sul podio Di Giannantonio e Bagnaia

Strepitosa la rimonta di Antonelli, quarto, un problema tecnico ferma Fenati

Moto3 Mugello: Binder fa tris, sul podio Di Giannantonio e BagnaiaMoto3 Mugello: Binder fa tris, sul podio Di Giannantonio e Bagnaia

GP d’Italia Moto3 Gara – Bellissima e al solito combattuta la gara della classe Moto3, questa volta di scena al Mugello. A spuntarla ancora una volta è stato Brad Binder, alla sua terza vittoria consecutiva dopo quelle centrate a Jerez e Le Mans.

Gli italiani sono stati però grandi protagonisti, dopo la pole di Fenati, sul podio troviamo lo strepitoso rookie del Team Gresini Fabio di Giannantonio (nella foto) e Francesco Bagnaia, in sella alla Mahindra del Team Aspar. Grandissima anche la rimonta di Antonelli, che partito dalle retrovie ha chiuso quarto a soli 6 millesimi dal podio.

Un problema tecnico ha fermato Romano Fenati quando mancavano undici giri al termine della gara. A punti sono andati i suoi compagni di squadra Nicolò Bulega (ottavo) e Andrea Migno (decimo). Enea Bastianini ha chiuso undicesimo, mentre Lorenzo Dalla Porta chiude quindicesimo dopo una gara che lo ha visto anche in testa. Da segnalare cadute eccellenti, come quella di Jorge Navarro.

Con la vittoria di oggi Binder si porta a quota 127 punti, mentre Navarro e Fenati sono “fermi” a 78 e 67. Bulega è quarto con 55 punti contro i 54 di Bagnaia e i 52 di Antonelli.

Cronaca di gara

I piloti della classe Moto3 sono pronti a disputare la sesta gara del motomondiale 2016 sullo splendido tracciato del Mugello, teatro del Gran Premio d’Italia. Dalla pole position scatterà il nostro Romano Fenati, in sella alla KTM del Team Sky VR46. Condividerà la prima fila con il team-mate Andrea Migno e con il malese della Honda Khairul Idham Pawi, vincitore del Gran Premio d’Argentina.

Il leader del mondiale Brad Binder (KTM) aprirà la seconda fila dove troviamo lo spagnolo Jorge Navarro e il nostro Enea Bastianini (Honda Gresini), al rientro dopo l’infortunio al polso destro avvenuto lo scorso 27 aprile mentre si allenava in moto. Terza fila per il rookie Nicolò Bulega (KTM Sky VR46), Francesco Bagnaia (Mahindra Team Aspar) e Aron Canet.

Quinta fila per Lorenzo Dalla Porta, sesta per l’altro rookie Fabio di Giannantonio e Andrea Locatelli, settima per Niccolò Antonelli, decima per Stefano Valtulini e undicesima per Fabio Spiranelli e Lorenzo Petrarca. Tutto pronto, 20 i giri da percorrere per 104.9 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è Fenati, scattato davanti a Migno e Binder.

Si forma subito un trenino, di cui sono protagonisti anche gli italiani. Bagnaia con la Mahindra è sesto, mentre Bastianini è undicesimo.

Il primo giro si chiude con Fenati in testa davanti a Migno, Navarro, Binder, Bagnaia, Ono, Pawi, Mir, Kornfeil, Bastianini, Canet, Dalla Porta, Di Giannantonio (nella foto), Martin e Bulega. Attacca Navarro, che si porta in testa. Alla staccata della San Donato si rimescolano le carte, Migno si porta in testa, ma sul rettilineo al secondo giro è Navarro a transitare per primo visto il gioco delle scie.

Il gruppo è compatto, gli italiani sono ancora protagonisti, con un Di Giannantonio che recupera posizioni su posizioni sono a portarsi in testa alla gara nel Gran Premio di casa. Risponde subito Fenati, che si riprende la testa della gara. Nelle prime quattro posizioni abbiamo tre italiani, Fenati, Di Giannantonio e Bagnaia. La staccata della San Donato, quella al termine del rettilineo, è quella che in cui cambian sempre le posizioni.

Ora é Ono al comando davanti a Binder, Bagnaia e Pawi, con Di Giannantonio quinto, Fenati ottavo e Bulega nono. E’ ancora il rookie del Team Gresini a prendersi la testa della gara. Colpo di scena! A unfici giri dal termine si ritira per un problema tecnico il poleman Romano Fenati. Un vero peccato per l’ascolano del Team Sky VR46. A meta gara è Bulega a transitare per primo sul traguardo davanti a Di Giannantonio e Bagnaia, ma con il gioco delle scie è Binder a portarsi al comando.

La staccata della San Donato sta diventando pericolosa, Navarro centra Binder, che a sua volta colpisce Bulega. Fortunatamente tutti e tre rimangono in piedi perdendo pochissimi centesimi dalla vetta.

Caduta di Navarro! il pilota spagnolo è scivolato alla Bucine, la curva che immette nel rettilineo, questo dopo un contatto con un altro pilota. Davanti è intanto Di Giannantonio a prendere la testa della corsa. I primi quattordici piloti sono racchiusi in un secondo, si preannuncia un arrivo in volata. Bulega si porta in testa, davanti a Dalla Porta e Bagnaia. Cade intanto Andrea Locatelli, rider ok.

Ultimi cinque giri di gara, al comando tre italiani, Dalla Porta, Bulega e Di Giannantonio, ma Binder e Quartararo sono insidiosi. Strepitosa intanto la rimonta di Antonelli, che partito dalle retrovie è addirittura sesto e teoricamente in lotta per la vittoria. Quartararo si porta in testa, seguito da Binder, Bagnaia e Di Giannantonio, con quest’ultimo che alla San Donato si porta davanti a tutti.

Ultimi due giri, tutto è apertissimo, Quartararo si porta in testa, ma dietro non mollano. Inizia l’ultimo giro Binder al comando davanti a Quartararo, Bagnaia, Di Giannantonio e Antonelli. Ultimi km di gara, Binder prende un piccolo vantaggio e taglia il traguardo davanti a tre italiani, Di Giannantonio, Bagnaia e Antonelli.

Moto3 Gara Mugello - GP Italia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Mugello - GP Italia - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Moto3

Moto3 | Gp Valencia FP3: Bezzecchi al Top

Il pilota del PruestelGP ha preceduto Bastianini e Arbolino
Condividi su WhatsAppMoto3 Gp Valencia Prove Libere 3 – Marco Bezzecchi ha stabilito il miglior tempo della terza ed ultima