Superbike Malesia: Jonathan Rea aumenta il vantaggio in classifica

Il Campione in carica è l'unico pilota a essere sempre salito sul podio sinora

Superbike Malesia: Jonathan Rea aumenta il vantaggio in classificaSuperbike Malesia: Jonathan Rea aumenta il vantaggio in classifica

Fassi Malaysian Round. Nonostante questo fine non abbia centrato la vittoria al Sepang International Circuit, Jonathan Rea è riuscito ad aumentare il suo vantaggio in classifica sugli inseguitori, con Chaz Davies che ora ha 42 lunghezze da recuperare, mentre Tom Sykes addirittura 70.

Dopo la doppietta Kawasaki conquistata sabato, in cui Rea è arrivato secondo dietro a Sykes ma davanti a Davies, nella seconda manche è riuscito, nonostante qualche difficoltà nel trovare il giusto assetto da bagnato, a salire ancora sul podio, terzo dopo Hayden e Giugliano, e a sorpassare Davies aumentando così il gap con il pilota gallese.

Il Campione del Mondo in carica si trova così, dopo 6 round disputati, a poter amministrare già un ottimo vantaggio, il che significa non aver sempre l’assillo del gradino più alto del podio, ma concedersi il lusso di poter fare il “ragioniere”.
Vantaggio che gli deriva anche dal fatto di essere fino ad ora l’unico pilota sempre tra i primi tre.
Rea è un mastino e siamo certi che punterà a tornare alla vittoria, che gli manca da 2 round, già al prossimo appuntamento del campionato, in programma a Donigton tra due settimane, ma in situazioni come quella affrontata ieri in Gara 2, ovvero pista full wet e condizioni di visibilità critiche, poter gestire in serenità è un vantaggio enorme.

“E’ difficile in un week end dove abbiamo fatto solo prove sull’asciutto”, ha detto Jonathan Rea – “Gara 1 è stata asciutta e poi, due ore prima della partenza di Gara2, è arrivato il temporale! Sono orgoglioso del mio team, che è stato molto reattivo ai cambiamenti ambientali. Mi sono trovato a mio agio e la moto rispondeva bene La strategia sul bagnato è stata quella di trovare il ritmo giusto. Era importante entrare in curva senza perdere trazione, che è normalmente la cosa più difficile. Nicky era troppo lontano per pensare di raggiungerlo. Sono felice della nostra prestazione, abbiamo dato il massimo. Forse se rifacessimo la gara cercherei di stare più vicino a Nicky all’inizio, ma il terzo posto è quello che abbiamo fatto, raggiungendo l’obiettivo del week end e ciò mi permette di aumentare il vantaggio in campionato, di questo sono felice.”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati