Superbike Imola: fine settimana a ritmo alterno per Savadori

Il pilota romagnolo sul finale di Gara 2 ha accusato un problema tecnico

Superbike Imola: fine settimana a ritmo alterno per SavadoriSuperbike Imola: fine settimana a ritmo alterno per Savadori

Motul Italian Round: per un team che vuole crescere il risultato di una gara non si misura solo dal semplice piazzamento ma dal complesso delle prestazioni ottenute in pista, considerando tutte le variabili incontrate.
Gara 2 all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola era iniziata sotto questo aspetto molto bene per Lorenzo Savadori , grazie all’ottima partenza dalla seconda fila che lo ha portato ad occupare subito la quarta posizione.
Nel corso della quinta tornata il pilota romagnolo si è reso anche protagonista di un duello con Davide Giugliano, prima di dover fare i conti con un calo del ritmo, probabilmente dovuto alle gomme.
Il finale della corsa è stato quindi molto difficile per Savadori che all’ultimo giro, mentre era ottavo, ha avuto anche un problema tecnico alla sua Aprilia RSV4 RF e ha tagliato il traguardo undicesimo.

Piazzamento che comunque non cancella quanto di straordinario sta facendo questo ragazzo e tutto il team Iodaracing, considerando che il progetto con Aprilia si è concluso proprio a ridosso dell’inizio del Mondiale e che quindi si è ancora in una fase di comprensione e sviluppo della moto.
Il giovane pilota del team IodaRacing vuole ripartire, quindi, dalla prima parte di gara, per cercare di capire quali sono stati i motivi del calo di prestazione e lavorarci in vista del prossimo appuntamento del Campionato, il Fassi Malaysian Round, in programma dal 13 al 15 maggio.

“Ho fatto una buona partenza che mi ha permesso di inserirmi subito nel gruppo dei primi” – ha spiegato Lorenzo Savadori – “Da metà gara in poi soffro ancora molto, ma devo dire che oggi, nonostante tutto è andata anche meglio di Gara1. Dobbiamo certamente riuscire a migliorare seguendo questa linea considerando che la seconda parte di gara è ancora il nostro punto non debole al 100% ma dove abbiamo bisogno di lavorare ancora di più. Certamente questo tipo di cose non si risolvono in una nottata, abbiamo bisogno di lavorare e devo dire che sia il Team Iodaracing che Aprilia stanno lavorando molto bene. Ovviamente quando sei lì davanti sarebbe bello restarci però io vedo il bicchiere mezzo pieno, stiamo crescendo costantemente e questa è la cosa positiva che ci fa capire che dobbiamo continuare su questa strada. La mia gara è stata bella e piena di duelli. Ho apprezzato molto il gesto sportivo di Alex Lowes che si è scusato per il passaggio che mi ha fatto mentre stavamo duellando, ma non era necessario, è stato un signore. Purtroppo alla fine di Gara2, la moto, già dalla variante bassa ha iniziato a singhiozzare e per questo abbiamo perso un po’ di posizioni, altrimenti sarei arrivato ottavo. Ora i tecnici stanno verificando la moto prima di fare le casse per la Malesia”.

Tra due settimane il WorldSBK torna in pista, per il sesto round stagionale, che si terrà al Sepang International Circuit.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati