MotoGP Jerez: Andrea Dovizioso, “Non siamo stati velocissimi ma rimango fiducioso”

Settimo tempo per "DesmoDovi" nella prima giornata di prove a Jerez

MotoGP Jerez: Andrea Dovizioso,  “Non siamo stati velocissimi ma rimango fiducioso”MotoGP Jerez: Andrea Dovizioso,  “Non siamo stati velocissimi ma rimango fiducioso”

Andrea Dovizioso MotoGP 2016 Gp Spagna Team Ducati – La Ducati è apparsa la moto più in difficoltà sull’asfalto di Jerez, che rispetto a quello di Austin ha meno grip. A farne le spese tutti i piloti della “Rossa” a due ruote, tra cui Andrea Dovizioso, che ha chiuso settimo ad oltre un secondo dalla vetta, vetta occupata da Jorge Lorenzo, prossimo rider Ducati MotoGP. Ecco cosa ha raccontato “DesmoDovi“.

“Oggi non siamo stati velocissimi, però aspetterei domani, si può ancora lavorare. La gomma davanti lavora bene, abbiamo utilizzato la 34, quella che non siamo quasi mai riusciti ad utilizzare. La gomma dietro è invece difficile da gestire, ma guardandolo alla tv sembra così per tutti. I più forti hanno girato in ’44, ’43, ’45, ’42. Non siamo così lontani sul passo e anche in questa gara come nelle prime tre abbiamo trovato delle condizioni diverse lato gomme. Non sarà facile ma bisogna restare sereni e lavorare. E’ una pista molto fisica, che stressa molto le gomme, ma non dobbiamo fasciarci la testa, domani sera dovremo analizzare il passo per vedere cosa potremo fare in gara.”

Non c’è il rischio che le gomme stiano condizionando troppo le gare?

“Le gomme stanno condizionando le gare, ma è così’ per tutti. Eravamo abituati bene negli scorsi anni, eravamo arrivati ad una situazione abbastanza stabile, mentre adesso non è così. In questo momento non è facile, ma sappiamo che c’è da lavorare. Lamentarci non serve a niente, si può migliorare ma è la stessa situazione per tutti.”

Solitamente questa pista è una di quelle dove chi è forte lo è per tutto il campionato, cosa ne pensi?

“E’ vero come già detto che arrivando in europa l’approccio è diverso. Jerez è un test molto importante per tutti, non solo per Ducati.”

Hector Barberà è andato molto forte, cosa ne pensi visto che utilizza la “vecchia” GP14.2

“Hector è un grande talento, non ha raccolto molto, ma è un pilota molto forte a livello di velocità. Per quanto riguarda il discorso GP14.2, già lo scorso anno abbiamo affrontato l’argomento ed un conto è andare forte in un giro singolo, un conto è fare tutta la gara. Le gomme quest’anno livellano molto le moto. Anche nelle prime tre gare Hector è andato molto forte in prova, ma poi in gara ha raccolto meno. Gli faccio comunque i complimenti, perchè l’ho visto anche in pista e fa traiettorie diverse ma redditizie.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Commenti chiusi

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati