Moto3 Jerez: Intervista esclusiva a Nicolò Bulega

Il Campione del Mondo Junior World Championship Moto3 ha parlato del suo debutto

Moto3 Jerez: Intervista esclusiva a Nicolò BulegaMoto3 Jerez: Intervista esclusiva a Nicolò Bulega

Nicolò Bulega Sky Racing Team VR46 GP Spagna Jerez de la Frontera – Durante la prima gare europea del motomondiale 2016, abbiamo intervistato in esclusiva Nicolò Bulega, unico italiano a vincere il Campionato del Mondo Junior World Championship Moto3, e quest’anno rookie del motomondiale, in sella alla KTM del Team Sky VR46. Ecco cosa ci ha raccontato il “biondo” di casa Sky.

Sei al debutto nel motomondiale, come giudichi queste prime tre gare?

“Il bilancio è positivo, in Qatar ho lottato per la vittoria, finendo poi sesto, forse mi è mancato un pelo di esperienza. Le ultime due gare non sono andate benissimo, comunque ad Austin, una pista molto difficile sono andato a punti, chiudendo tra i primi dieci. Non mi aspettavo sinceramente di essere così competitivo e stare già davanti, quindi sono contento.”

Delle piste in cui hai corso e che non conoscevi, quale ti è piaciuta di più?

“Il Qatar è una pista molto bella, molto larga e particolare, visto che si corre di notte. Qatar e Austin le due più belle.”

Lo scorso anno hai vinto il CEV, unico italiano a riuscirci, cosa hai provato in quel momento particolare, che sapeva quasi di “vendetta” per quanto successo a Rossi?

“Sicuramente è stato bellissimo vincere, per la VR46 credo sia stata come una rivincita, ho vinto il campionato, unico italiano a riuscirci, quindi è stata una bella soddisfazione.”

Fai parte della VR46 Riders Academy, racconta come è questa esperienza

“Stiamo insieme praticamente tutti i giorni, poi ci alleniamo in palestra, poi il sabato quando Vale c’è andiamo al ranch a girare e la domenica ci inventiamo sempre qualcosa per stare insieme, siamo come una famiglia.”

Cosa vuol dire essere allenarsi e battere Valentino Rossi al ranch?

“Vale va molto forte, ma è capitato che in coppia con Baldassarri abbiamo fatto l’enduranch e siamo riusciti a vincere. Fa un certo effetto battere Vale, ma è più le volte che lui batte noi.”

Com’è il rapporto con Fenati dopo le “scaramucce” del Qatar?

“In realtà non è successo niente, è già tutto apposto come prima.”

Tuo padre Davide ha una grande esperienza nel mondo delle corse, come ti ha aiutato e quanto contano i tuoi genitori in tutto quello che hai fatto sin qui?

“Mio papà ha molta esperienza e soprattutto quando ho iniziato a correre con le minimoto mi è stato di grande aiuto. Avere un papà con l’esperienza nel settore è una cosa molto positiva che mi ha dato una grossa mano. Se sono qui oggi è anche grazie a lui.”

Qual’è l’obiettivo per questa gara, la prima pista che conosci?

“La pista mi piace molto, lo scorso ho vinto al CEV e visto che sono andato bene in pista non conosciute spero di fare bene.”

L’obiettivo realistico qual’è?

“E’ difficile, perchè in un decimo puoi essere primo o quinto, comunque l’obiettivo è sempre stare nei dieci.”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    nandop6

    22 aprile 2016 at 20:38

    Bravo continua così.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Moto3

Moto3 2017: Intervista esclusiva a Nicolò Bulega

Abbiamo incontrato il pilota dello Sky Racing Team, che il prossimo anno correrà in Moto2
Condividi su WhatsApp Moto3 2017 Sky Racing Team – Abbiamo intervistato in esclusiva Nicolò Bulega, rider dello Sky Racing Team
Moto2

Barcellona: Le vostre domande ai piloti del Motomondiale

Saremo nel paddock del Montmelò, ma le vostre domande allo Sky Racing Team VR46 verranno con noi. Non siate timidi
Condividi su WhatsApp Gp Barcellona – In occasione del Gran Premio di Catalogna, sul circuito di Montmelò, torneremo nel paddock