MotoGP Austin: Michelin soddisfatta del weekend statunitense

Il fornitore unico di gomme ha superato l'esame del COTA

MotoGP Austin: Michelin soddisfatta del weekend statunitenseMotoGP Austin: Michelin soddisfatta del weekend statunitense

Michelin MotoGP – La Michelin si è detta soddisfatta di quanto fatto al COTA, Circuit of The Americas, dove dopo i problemi del Gran Premio d’Argentina, aveva portato nuovi pneumatici posteriori. La gara è stata dominata da Marc Marquez, che ha raggiunto il quarto successo su quattro ad Austin.

I nuovi pneumatici sono stati costruiti lunedì a Clermont Ferrand, in Francia e sono stati poi spediti i a Houston in Texas, dove sono arrivati in lotti separati giovedì, venerdì e sabato sera. I nuovi pneumatici hanno una struttura più rigida con una mescola più morbida, progettata specificamente per il circuito Texano e sono costruiti per evitare incidenti come quello avvenuto nelle FP4 di Termas de Rio Hondo a Scott Redding.

“Quello che volevamo fare era dimostrare di aver reagito in modo corretto dopo il problema che Scott ha avuto in Argentina – ha detto Nicolas Goubert, vice direttore e direttore tecnico e responsabile del programma MotoGP – Abbiamo fatto esattamente quello che avevamo detto, portando nuovi pneumatici basati su quelli con cui avremmo dovuto correre in Argentina, ma con composti più adatti ad Austin. Considerando che questa è stata la prima volta che abbiamo avuto queste gomme in gara, siamo abbastanza soddisfatti dei risultati.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP Austin: Michelin soddisfatta del weekend statunitense
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

7 commenti
  1. max3isback

    11 aprile 2016 at 18:06

    Fare una gomma più dura e alzare la pressione, e far pattinare i piloti sul ghiaccio non mi sembra proprio quel gran risultato lol… Ma speriamo migliorate presto perché ci sono ancora troppe incognite su ste gomme “ultimo minuto”….

  2. cujo

    11 aprile 2016 at 20:46

    in un topic più sotto ha commentato un blogger che non avevo più sentito per ragioni sue….

    approfitto per salutare ridetrough, non mi interessa che ritorni a scrivere… un ciao sarebbe gradito

    ciao GRANDE

  3. ligera

    12 aprile 2016 at 17:59

    Struttura più dura e mescola più morbida, almeno così ha scritto Alessio.

    Oltre al posteriore, dovrebbero stare attenti anche all’anteriore, quasi tutte le cadute sono dovute alla perdita di anteriore, ormai non si assiste più o quasi alle moto “imbizzarrite”, l’elettronica comanda di tutto e di più, il problemone, dove intervenire con l’elettronica non si può, è l’anteriore che li fa stendere.

    Sono comunque soddisfatto delle coperture della Michelin, non credevo che andassero così bene da subito, sono quasi all’altezza delle B. Il bello è che ancora non si hanno le garanzie di tenuta e durata che si avevano con le gomme Giapponesi e questo rende il tutto più incerto.

    Importante, se ho capito bene, è che c’è una scelta maggiore rispetto a prima e questo contribuisce ancora di più al rimescolamento.
    Al momento (con le dovute attenuanti), devo dire che le gomme stanno rendendo ancora più interessanti i GP.

  4. supermariacion

    14 aprile 2016 at 23:51

    Che foto orribile!! Sembrato 3 cul1 allegri….inguardabili!!!

  5. doctor46

    15 aprile 2016 at 11:39

    Che bella foto, la chiameranno i 3 cretini

  6. ligera

    15 aprile 2016 at 15:22

    Certo che l’essere sportivi, per certe persone, non ha alcun significato.
    Tifosi da stadio, non da GP, ma tant’è, ormai è così che si manifesta il tifo verso i propri beniamini.
    Anni fa si poteva andare orgogliosi del tifo praticato per questo sport, ora GP o Calcio non ha alcuna differenza e, sinceramente, fa male.

    • supermariacion

      15 aprile 2016 at 23:23

      ti siamo vicini lingerie, soffri in silenzio!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati