Pirelli Aragon Round: Jordi Torres quinto in Gara 2

Buono anche l'esordio di De Rosa nella Superstock 1000. Problemi di grip per Reiterberger

Pirelli Aragon Round: Jordi Torres quinto in Gara 2Pirelli Aragon Round: Jordi Torres quinto in Gara 2

E’ stata una gara 2 molto positiva per l’Althea BMW Racing Team quella disputata ieri, domenica 3 aprile, per il Pirelli Aragon Round: Jordi Torres ha chiuso in quinta posizione finale, tenendo un ritmo consistente per tutti i 18 giri previsti.

Nonostante il Motorland sia famoso per mettere a dura prove le gomme, è proprio nella seconda parte della corsa che Torres ha mostrato un passo molto veloce, che gli ha permesso di Van Der Mark al 13mo giro per la quinta posizione, mantenuta fino al traguardo.
Un risultato importante perché il gap dal vincitore è rimasto ridotto.

Calo nelle prestazioni delle gomme sofferto invece per Markus Reiterberger, che è andato oltre la quindicesima piazza.

Un’altra nota positiva per il team è arrivata dal terzo posto di Raffaele De Rosa nella prima gara Superstock 1000 della stagione 2016.

Alla conclusione di questo terzo round del campionato 2016, Jordi Torres è settimo nella classifica generale con 53 punti, mentre Reiterberger è nono con 31 punti.
BMW è attualmente quarta nella classifica dei costruttori con 57 punti, stessa posizione per la squadra Althea BMW nella classifica dei team, con 84 punti.

“La gara di oggi è andata bene. Nel giro di ricognizione avevo già capito di aver una maggiore fiducia con l’anteriore rispetto a ieri” – ha detto Jordi Torres – Quindi sono riuscito ad essere più veloce fin da subito, cercando di restare con i piloti che mi precedevano. Dopo qualche giro ho capito che era necessario risparmiare un po’ le gomme, per cui ho cambiato leggermente il mio stile di guida, cercando di gestire al meglio la gomma anteriore. In questo modo ho potuto fare una buona gara. Sono contento, che anche oggi abbiamo raccolto molti dati e penso che pian piano arriveremo lì davanti.”

“Abbiamo migliorato un pochino il setting oggi. Il mio feeling non era male nei primi giri e sono riuscito a stare con quelli subito davanti a me” – ha detto Markus Reiterberger – “Ma da metà gara in poi però ho perso confidenza ed i miei tempi sul giro si sono alzati. Nell’ultima fase della gara ho ceduto qualche posizione ed avevo solo l’obiettivo di finire la gara. Sono deluso di com’è andato questo weekend, ma adesso dobbiamo fare il punto della situazione per ritrovare il feeling giusto per le prossime gare.”

“Un weekend molto positivo, pieno di soddisfazioni. Credo che abbiamo disputato due ottime gare in SBK con Torres, raggiungendo un settimo ed un quinto posto, che secondo me sono molto positivi e danno fiducia a tutta la squadra” – ha dichiarato Genesio Bevilacqua, General Manager del Team Althea – “Da qui possiamo continuare a migliorare con tute le indicazioni che abbiamo raccolto e che penso ci saranno utili durante i prossimi test che svolgeremo il 5/6 aprile. Mi dispiace per Reiterberger che ha sofferto per la scelta della gomma posteriore, sia in gara 1 che in gara 2 ma sono sicuro che si rifarà presto. Continuiamo ad essere positivi e la squadra è molto motivata. Un fantastico terzo posto per De Rosa! Secondo me avrebbe potuto fare anche di più, ma la gara è stata condizionata dalla bandiera rossa e questo ha avuto un effetto sulla sua strategia di gara, con una corsa accorciata da 13 a 8 giri. Il suo terzo posto è molto positivo e , buono per il campionato. Ho visto un Raffaele molto motivato. Ringrazio tutto il team ed i tecnici BMW, soprattutto Bertie Hauser che è stato qui con noi questo weekend.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Primo Piano

SBK, Pirelli French Round, Gara1: tre volte Jonathan Rea

Straordinaria impresa del Campione del Mondo che conquista la terza corona iridata. Stoico Sykes che cede a Melandri solo all'ultimo
Condividi su WhatsApp Jonathan Rea entra di diritto nella storia del Motorsport completando un’impresa che ha del leggendario: oggi sul