MotoGP Qatar: Scott Redding “Potevo fare meglio, purtroppo il time attack non è la mia specialità”

Il ducatista del team Pramac chiude solo con il 12° tempo le qualifiche

MotoGP Qatar: Scott Redding “Potevo fare meglio, purtroppo il time attack non è la mia specialità”MotoGP Qatar: Scott Redding “Potevo fare meglio, purtroppo il time attack non è la mia specialità”

Scott Redding MotoGP 2016 Qualifiche Qatar Ducati Pramac – Scott Redding chiude soltanto con il 12° posto la Q2 e partirà quindi domani dalla quarta fila. Il pilota inglese non è riuscito a ripetere le convincenti prestazioni fatte qui nei test pre season e nelle libere di ieri e giovedì. Dopo aver conquistato agevolmente la Q2 nella FP3 del venerdì ed aver confermato le buone sensazioni anche nella FP4 malgrado una caduta senza conseguenze a metà sessione, nella qualifica valevole per la pole position del GP del Qatar il pilota inglese non è riuscito a trovare il ritmo per fare quel passo in avanti che gli avrebbe permesso di partire domani a ridosso del gruppo di testa.

“E’ evidente che potevo fare meglio oggi – ha affermato Scott Redding – Ma non voglio pensare troppo a quello che è successo fino ad ora, anche perché due cadute in un week end sono qualcosa che non mi era mai successo prima. Devo dire che ho fatto un po’ di fatica con l’anteriore ma non ho perso fiducia. Devo pensare alla gara che è il mio punto di forza mentre il tempo sul giro è un aspetto su cui devo lavorare e sul quale anche lo scorso anno ho fatto fatica. Sono convinto di poter far bene in gara. Mi trovo molto bene con le gomme usate e questo è un dato importante. Devo riuscire a girare con costanza come ho fatto durante i test. Adesso dobbiamo analizzare i dati che abbiamo. Credo che sia una questione di dettagli e sono sicuro che riusciremo a risolverli per la gara di domani”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati