Superbike: Hayden si presenta motivato in Thailanda

Nel secondo appuntamento della stagione vuole conquistare quel podio sfuggito all'esordio

Superbike: Hayden si presenta motivato in ThailandaSuperbike: Hayden si presenta motivato in Thailanda

Per Nicky Hayden le prove libere di questa mattina valide per il Motul Thai Round hanno rappresentato il suo esordio al Chang International Circuit, pista che lui non aveva mai visto prima.

L’ex campione MotoGP alla vigilia si era dichiarato molto motivato a scendere in pista e nelle due libere si è comportato bene, riuscendo a qualificarsi per la seconda manche di Tissot- Superpole con il tempo assoluto, a sette decimi dal primo, il compagno di team Michael van der Mark.
La Honda sembra comportarsi bene su questo tracciato, nonostante il caldo e l’umidità, per cui Nicky è più che mai ansioso di scendere di nuovo in pista domani per le qualifiche e soprattutto per Gara 1, prevista alle 10:00, ora italiana.

Nella giornata di ieri, Kentucky Kid ha provato a prendere confidenza con la pista a velocità decisamente inferiori a quelle toccate con la sua CBR, come ha raccontato al sito ufficiale WordlSBK.com.

“Ho fatto qualche giro in bicicletta e il tracciato sembra bello, ma sarà un’altra cosa vederlo dalla moto!La struttura è veramente bella ed è tutto di prima classe. Non vedo l’ora di fare qualche giro, ci sono alcune curve difficili che avrò bisogno di capire meglio”.

Hayden è arrivato in Thailandia con l’obiettivo di centrare quel podio che in Gara 2 a Phillip Island gli è sfuggito all’ultimo, superato in extremis da Davide Giugliano per il terzo posto finale.

“Sono davvero ansioso di iniziare e vedere cosa succede. Credo che questo appuntamento sulla pista tailandese ci dirà molto di più, sul nostro potenziale di quest’anno, rispetto a quanto abbiamo capito dal week end di Phillip Island, perché la pista australiana ha caratteristiche uniche. Abbiamo usato gomme speciali (ovvero composte) avevamo avuto due giorni di test ed era una pista che conoscevo già. Questa pista invece mi mostrerà un po’ di più quello che posso aspettarmi dal WorldSBK. È un layout che non conosco, avrò le prove libere il venerdì e le gare durante il week end”.

“Abbiamo imparato molto, per quanto riguarda la moto, nel fine settimana di Phillip Island, ma anche sul campionato. È stato molto utile e non dirò una bugia: mi sono divertito a essere competitivo e a stare di nuovo nelle posizioni importanti!”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    fatman

    11 marzo 2016 at 21:55

    Bei ricordi nel mondiale 2006…tu vinci ed il geriatra nella terra, indimenticabile!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati