Superbike: Fine settimana positivo per la Honda

Entrambi i piloti hanno ben figurato: Van der Mark due volte a podio

Superbike: Fine settimana positivo per la HondaSuperbike: Fine settimana positivo per la Honda

E’ stato un esordio di stagione molto positivo per il Team Honda Racing Superbike, che ha portato sia Michael Van der Mark che Nicky Hayden nelle zone alte della classifica, con il giovane olandese che ha festeggiato addirittura due podi: terzo in gara 1 e secondo in gara 2.

Il Yamaha Finance Australian Round, disputatosi sulla pista di Phillip Island, ha segnato il ritorno alle “origini” per Hayden, che quest’anno ha lasciato la MotoGP per la categoria con cui si è affacciato nel motomondiale, lui che proviene dalla superbike americana.
Il suo weekend è stato nel complesso buono: partendo settimo in griglia dopo le qualifiche, si è piazzato nono al termine di Gara 1, risultato soddisfacente se si tiene conto che era il suo esordio con una superbike su una pista complessa come quella australiana, e quarto in Gara 2 beffato a Lukey Heights nelle fasi finali da Davide Giugliano, che gli ha negato il podio.

Il suo compagno di team, invece, è stato la vera sorpresa in gara: conquistato il sesto tempo in qualifica ha messo insieme due gare molto consistenti, riuscendo a stare sempre vicino a Rea e Davies, anche se la sua Honda non ne aveva abbastanza per provare a insidiare il Campione in carica e il suo vice.
Per lui un terzo e un secondo posto che valgono un doppio piazzamento a podio, tanti quanto quelli conquistati la scorsa stagione.
Michael Van der Mark si trova secondo in classifica con 36 punti, mentre Nicky Hayden è settimo, 16 punti dietro di lui.
La seconda prova del Campionato Mondiale Superbike avrà luogo tra due settimane al Chang International Circuit in Thailandia.

“Sono partito bene e mi sono ritrovato dietro a Tom e Johnny. Tutto quello a cui ho pensato nella prima parte di gara è stato salvare le gomme, così li ho lasciati andare avanti. Quando Tom ha fatto un errore mi sono trovato secondo e il ritmo è migliorato subito” – ha detto Michael Van der Mark – “Non volevo forzare, ma ho avuto una buona scia fuori dell’ultima curva e ho superato Rea sul rettilineo. Miravo solo a fare la mia gara, ma ho visto che alla curva 10 il gruppo era compatto, così ho provato a crearmi un po’ di gap. E ha funzionato, ma sapevo che gli ultimi due giri sarebbe stati difficili per me. Quando Johnny e Chaz mi hanno passato ho potuto resistere abbastanza bene. Ho cercato di rimanere il più vicino possibile a Jonathan, ma ho fatto un piccolo errore. Finire secondo oggi è un risultato sorprendente, è stato un weekend fantastico e la squadra ha fatto un lavoro incredibile per migliorare la moto. Non avremmo potuto avere un migliore inizio di stagione”.

“Devo dire grazie alla squadra perché la moto oggi era migliore rispetto a gara 1. Ieri è stato utile per noi, perché abbiamo imparato molto sulla moto, per far durare il nostro ritmo più a lungo. Siamo stati anche più veloce di ieri, il che è un buon segno” – ha detto Nicky Hayden – “Ho fatto una bella gara, anche se non ero abbastanza veloce per raggiungere il gruppo di testa. All’ultimo giro ho visto che Giugliano era lì e ho cercato di proteggere la mia posizione, poi ho perso tipo di linea tra le curve 10 e 11. Mi spiace non aver ottenuto il podio, sarebbe stato bello festeggiare il mio primo round con una top 3. Tuttavia, sono felice di aver visto che la moto è molto competitiva. Abbiamo imparato molto qui a Phillip Island e non vedo l’ora di andare in Thailandia.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    supermariacion

    1 marzo 2016 at 23:11

    Era piu’ bello quando c’era quella mezza cartuccia del monegasco evasore fallito che vinceva per ordini di scuderia col prototipo (ora sparito??)…vai parrucca che per il mantenimento ora ti tocca VENDERE COPERTINE AD ARFONZO SIGNORINI HAHAHAHHAHAHHAHAHAHHA

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati