Superbike: Doppietta di Rea a Phillip Island

Sul podio con lui Van der Mark e Davide Giugliano. Scivola Davies.

Superbike: Doppietta di Rea a Phillip IslandSuperbike: Doppietta di Rea a Phillip Island

Non è servito agli avversari dormirci su una notte in più: Jonathan Rea conquista anche la seconda gara del Yamaha Finance Australian Round, sul circuito di Phillip Island, complice un errore di Chaz Davies, che scivola e finisce decimo al traguardo

Come in Gara 1, anche nella seconda è stato solo il pilota gallese a provare seriamente a infastidire il campione del mondo in carica, ma nel tentativo di rispondere al sorpasso subito in fondo al ‘Gardner Straight’, scivolato all’ ‘Honda Corner’.

Con lui fuori dai giochi, Rea conquista la 31esima vittoria in carriera e festeggia con Michael Van der Mark, che ripete il secondo, splendido, podio di Gara 1, il quinto suo personale, e Davide Giugliano, che porta comunque una Panigale nella top-3.
La classifica iridata vede un Rea a punteggio pieno con un vantaggio di 24 punti su Davies e 14 su Van der Mark.

A Davide Giugliano felice per il terzo posto personale, conquistato in volata su un ottimo Nicky Hayden, quarto al traguardo, e più concentrato rispetto a Gara 1, abbiamo un Tom Sykes ancora in difficoltà che non è riuscito ancora una volta a resistere alla rimonta degli avversai dietro di lui, in un copione ormai ripetitivo in maniera preoccupante.
Per lui un sesto posto, dietro anche a Sylvain Guintoli, che ha dell’incredibile, in negativo, se si ripensa alla straordinaria Tissot-Superpole conquistata ieri, e che ci riporta inevitabilmente al tema del confronto con il compagno di team, che invece in gara sembra inarrestabile.

Tornando alla corsa, distanziato dal gruppetto compatto dei primi sei, abbiamo Jordi Torres settimo in rimonta, davanti all’altra BMW del Team Althea di Markus Reiterberger, che porta a casa un ottavo posto personale alla prima esperienza su una pista complicata come Phillip Island.
La top-10 si completa con Joshua Brookes, che porta un’altra BMW a punti, quella del team Milwaukee, e Chaz Davies, che è riuscito a risalire in sella alla sua Panigale e a finire la gara.
Vanno a punti anche Alex De Angelis, che ha tenuto alto l’onore in casa Ioda Racing dopo l’uscita di scena nelle prime fasi di Lorenzo Savadori, sfortunato dopo la buona prestazione di ieri.
Non ha potuto prendere parte alla corsa di oggi Xavi Fores: lo spagnolo del team Barni Racing Ducati ha rimediato una frattura a un dito ieri in gara 1.

Il Campionato Mondiale delle derivate di serie dà appuntamento tra due settimane al Chang International Circuit di Buriram, in Thailandia, dove Jonathan Rea sicuramente tenterà già una piccola fuga, forte del fatto che proprio qui lo scorso anno aveva conquistato la sua prima doppietta stagionale.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara 2 del Yamaha Finance Australian Round

1- Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 22 giri
2- Michael van der Mark – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 0.831
3- Davide Giugliano – Aruba.it Racing Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 1.472
4- Nicky Hayden – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR SP – + 1.511
5- Sylvain Guintoli – Pata Yamaha Official WSBK Team – Yamaha YZF R1 – + 2.439
6- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 3.320
7- Jordi Torres – Althea BMW Racing Team – BMW S1000RR – + 13.744
8- Markus Reiterberger – Althea BMW Racing Team – BMW S1000RR – + 15.084
9- Joshua Brookes – Milwaukee BMW – BMW S1000RR – + 15.106
10- Chaz Davies – Aruba.it Racing Ducati – Ducati 1199 Panigale R – + 16.276
11- Karel Abraham – Milwaukee BMW – BMW S1000RR – + 30.147
12- Roman Ramos – Team GoEleven – Kawasaki ZX-10R – + 30.251
13- Alex De Angelis – IodaRacing Team – Aprilia RSV4 RF – + 30.437
14- Alex Lowes – Pata Yamaha Official WSBK Team – Yamaha YZF R1 – + 39.946
15- Sylvain Barrier – Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 53.515
16- Dominic Schmitter – Grillini Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 58.450
17- Saeed Al Sulaiti – Pedercini Racing – Kawasaki ZX-10R – + 1’01.836
18- Peter Sebestyen – Team Toth – Yamaha YZF R1 – + 1’30.672
19- Imre Toth – Team Toth – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

2 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    28 febbraio 2016 at 21:24

    Senza la penalizzazione della velocità in rettilineo Davies avrebbe vinto bene.
    Grande Caricasulo in supersport.

    • Avatar

      fatman

      29 febbraio 2016 at 19:15

      …ma continua s seguire la motogp e tifare il lavandino ostruito, le moto vere lasciale agli esperti!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati