Presentato lo “squadrone” Leopard Racing

Cinque piloti in pista tra Moto2 e Moto3, tra cui il nostro Andrea Locatelli

Presentato lo “squadrone” Leopard RacingPresentato lo “squadrone” Leopard Racing

Leopard Racing 2016 – E’ stato presentato nella location del Castello di Gallano (Valtopina, PG), il Leopard Racing, che schiererà ben cinque piloti tra le classi Moto2 e Moto3. Il Castello di Gallano e il suo borgo, la cui storia risalgono al X e XI secolo sono stati completamente recuperati dalla famiglia Becca, dopo che nel 1997 la zona era stata colpita da un terribile terremoto. Lo scorso ottobre per il lavoro svolto c’è stato il riconoscimento da parte dell’UNESCO.

Tornando alla pista in Moto2 verranno schierati il campione e il vice-campione del mondo 2015 della classe Moto3, vale a dire il britannico Danny Kent (che lo scorso anno ha regalato il titolo proprio al Leopard Racing) e il portoghese Miguel Oliveria, in sella alle Kalex; nella classe Moto3 ci sono invece il nostro Andrea Locatelli, il francese Fabio Quartararo e lo spagnolo Joan Mir, in sella alla KTM RC250 GP.

“Sarà una stagione importante, è il mio terzo anno nel Campionato del Mondo, credo questa sia la squadra giusta per mostrare il mio vero potenziale – ha detto Andrea Locatelli – È il team campione del mondo, ho piena fiducia in loro, non vedo l’ora di iniziare questa stagione.”

“Sono molto contento di far parte di questo team che l’anno scorso ha fatto davvero un ottimo lavoro. Mi sento a mio agio con tutte le persone della squadra – ha spiegato Fabio Quartararo – Cercherò di dare il massimo per tutta la stagione lotterò in ogni gara per il titolo. Vorrei ringraziare tutte quelle persone che mi hanno sempre supportato.”

“Sono stato felice di debuttare l’anno scorso a Phillip Island con una nuova moto e un nuovo team e che tutto è andato per il verso giusto – ha infine detto Joan Mir – Quest’anno la moto è completamente differente, stiamo lavorando per poter lottare in ogni gara. Il mio obiettivo è quello di imparare alla svelta e crescere.”

La parola ora ai piloti della classe Moto2. “Avere Danny come compagno di squadra, se da un lato significa avere un’importante concorrenza interna, dall’altro di porta a crescere e progredire più rapidamente – ha detto Miguel Oliveira – In sostanza se hai un team-mate molto veloce, lui ti spingerà ad esserlo ancora di più veloce e viceversa. Aspetto con ansia questa prima stagione, la affronterò con la mente libera, ho bisogno di imparare molte cose e guardare gli altri piloti.”

“Non vedo l’ora che inizi la stagione, soprattutto perché sarò in Moto2 con la stessa squadra con cui abbiamo vinto il campionato Moto3. Abbiamo già effettuato alcuni test che ci danno dato dei riscontri positivi – ha sincerato Danny Kent – Anche se ho già corso nella categoria intermedia nel 2013, quest’anno sono in una posizione decisamente migliore: perché stavolta faccio parte di un grande team e ho una gran moto. Non vedo l’ora, davvero.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati