Superbike: Un po’ di relax prima dell’esordio

A Phillip Island divertente media event sulle spiagge di Cowes

Superbike: Un po’ di relax prima dell’esordioSuperbike: Un po’ di relax prima dell’esordio

Con il mondiale delle derivate di serie tornano anche i media event del giovedì, molto apprezzati dal pubblico che, in attesa di ammirare i protagonisti in sella alle loro rispettive moto, si diverte a vederli in una veste più “rilassata”.

A Phillip Island a fare da cornice è stata la spiaggia di Cowes, dove i piloti WorldSbk, insieme ai colleghi Supersport, si sono cimentati nella costruzione di castelli sabbia, con risultati molto incoraggianti, e in divertenti sfide a paddle boarding (una variante del surf in cui si sta in piedi su una tavola e ci si sposta utilizzando una pagaia) con risultati decisamente più discutibili.

Protagonisti sono stati il campione in carica Jonathan Rea, Nicky Hayden, Chaz Davies, Leon Camier, Alex De Angelis, Josh Brookes, Sylvain Guintoli, Lachlan Epis, Ken Sofuoglu e Randy Krummenacher, ognuno affiancato da due bambini del posto, hanno affrontato con spirito queste sfide.

Competitivo anche quando si tratta di castelli di sabbia, il team di Rea ne ha presentato uno davvero ben progettato e professionale, che però non ha retto il confronto con le opere di Hayden e Brookes, rivelatisi due artisti di questa disciplina.
L’americano ha stupito i giudici mettendo, come omaggio a Phillip Island, un pinguino di peluche sul suo castello, ma a trionfare è stato Josh Brookes, grazie al suo vulcano di sabbia su piccola scala, con tanto di eruzione.

Nella sfida a paddle boarding il vincitore è stato Leon Camier, che ha bruciato tutti gli avversari con un inizio sorprendente, riuscendo a resistere agli attacchi del giovane pilota WorldSSP Lachlan Epis, che giocava in casa.
In difficoltà Nicky Hayden, che non ha completato il suo giro, Chaz Davies e Kenan Sofuoglu, protagonisti di una collisione fortunatamente senza conseguenze.

Prossimo appuntamento: domani venerdì 26 febbraio (00:15 e 3:30 ora italiana) con le due sessioni di prove libere, valide ai fine dell’accesso alla Tissot-Superpole 2.

Di seguito riepiloghiamo i vincitori delle due sfide:

Gara 1: castelli di sabbia
Campione – Josh Brookes, Milwaukee BMW
Runner Up – Nicky Hayden, Honda World Superbike Team

Gara 2: staffetta Paddle Board
Campione – Leon Camier, MV Agusta Reparto Corse
Runner Up – Randy Krummenacher, Puccetti Racing Team

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati