Superbike: Terminati i test privati al Motorland di Aragon

Day 1 caratterizzato dal brutto tempo. In pista con la Kawasaki si è visto anche il team Milwaukee BMW.

Superbike: Terminati i test privati al Motorland di AragonSuperbike: Terminati i test privati al Motorland di Aragon

Con la giornata di ieri, giovedì 4 febbraio, è terminata la due giorni di test privati al Motorland di Aragon che ha visto in pista oltre alla coppia ufficiale Kawasaki, anche il team Pedercini Racing con Sylvain Barrier e il debuttante Saeed Al Sulaiti.

A condividere i test con loro, solo per la giornata di mercoledì 3 febbraio, c’era anche il team Milwaukee, intenzionato a migliorare la messa a punto delle BMW S1000RR guidate da Josh Brookes e Karel Abraham, entrambi rookie nel massimo campionato delle derivate di serie.
I due hanno provato lo stesso a svolgere il lavoro previsto, nonostante il clima affatto favorevole.
Di seguito le loro impressioni al termine della sessione:

“Nonostante il vento, oggi è stato un giorno molto utile per me. Non avevo mai girato su questa pista prima e ho percorso molti giri, quindi ora sono sicuro di conoscere abbastanza bene il tracciato” – ha dichiarato Josh Brookes – “Questo non sarà una scusa quando verremo a correre qui. Con il vento è difficile essere sicuri, ma ho la sensazione che questa pista ha portato alla luce vari problemi della moto che a Jerez pensavamo fossero risolti. Spero che domani (giovedì) non ci sia più il vento”.

“Credo che oggi sia stata una giornata molto importante per noi perché abbiamo scoperto un sacco di cose nuove e provato regolazioni diverse, soprattutto nell’elettronica, purtroppo solo in quest’area perché c’era troppo vento” – ha commentato Karel Abraham a fine giornata – “Probabilmente potremmo andare più veloci di quanto siamo andati oggi, anche di un paio di secondi, ma con il vento così non si sa mai quando puoi cadere”.

Se il day-1 è stato influenzato dalle condizioni climatiche, con i piloti costretti ai box a causa delle raffiche di vento senza poter praticamente scendere in pista, la giornata di ieri ha invece permesso ai team di svolgere il lavoro in pista e di portarsi a casa qualche dato utile in vista del primo round di Phillip Island.

Jonathan Rea e Tom Sykes hanno potuto quindi realizzare le ultime rifiniture alla messa a punto delle loro moto, confermando la configurazione del motore prima di tornare in azione nei test Dorna sul circuito australiano, il 22 e 23 febbraio.

Giornata fruttuosa anche per il team Pedercini che con entrambi i piloti ha messo insieme tanti chilometri e ha fatto segnare tempi incoraggianti.

In pista c’erano anche l’ucraino Ilya Mikhalchik, del DS Junior Team, in WorldSSP e altri piloti tra cui Jeremy Guarnoni, Roberto Mercandelli, Christophe Ponsson e Luke Stapleford della FIM Superstock 1000 Cup.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    supermariacion

    5 Febbraio 2016 at 22:26

    anche

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati