Superbike: Jonathan Rea è l’Irish Motorcyclist of the Year

Il Campione del Mondo in carica ha ricevuto il prestigioso premio a coronamento di un 2015 al top

Superbike: Jonathan Rea è l’Irish Motorcyclist of the YearSuperbike: Jonathan Rea è l’Irish Motorcyclist of the Year

Come ciliegina di un 2015 a dir poco fantastico, in cui a dominato il mondiale senza dare segni di cedimento, Jonathan Rea ha ricevuto domenica 31 gennaio il premo, il Joey Dunlop Memorial Trophy, come miglior motociclista irlandese dell’anno durante il Cornmarket Motorbike Awards a Belfast.

Una stagione strepitosa in cui oltre al titolo iridato è andato vicinissimo al record di punti della WorldSBK, detenuto da Colin Edwards, e con ben 132 punti di vantaggio sul primo degli avversari, Chaz Davies.

Jonathan Rea era reduce dalla due giorni di test sul tracciato di Jerez de la Frontera, in cui ha concluso con il settimo tempo, 1’40.856, completando ben 122 giri senza gomme da qualifica e concentrandosi sulla ricerca del set-up ideale, senza percorrere una lunga distanza.
Il Campione in carica e il suo team hanno preferito, quindi, mettere insieme molti giri con pneumatici usati per valutare diverse impostazioni di telaio e motore.

Il crono ottenuto non lo preoccupa più di tanto dato l’ottimo riferimento del compagno di team, Tom Sykes, unico a scendere sotto l’1’40 con il suo 1’39.924 ottenuto dopo aver montato una gomma posteriore da qualifica, a testimonianza del fatto che la nuova Ninja ZX-10R sarà ancora la moto da battere.

“È chiaro che la nuova moto è stata sviluppata di più per un altro stile di guida e chiede di essere guidata in un certo modo. Stiamo ancora esplorando esattamente come tirare fuori il meglio dalla moto e abbiamo cambiato molte cose. La nostra filosofia del test invernale ha avuto davvero senso qui” – ha detto Jonathan Rea – “Abbiamo avuto una nuova specifica forcella da provare e abbiamo lavorato con calma e metodo. Se il semaforo si spegnesse domani, non finirei settimo”.

“Abbiamo cambiato un sacco di impostazioni, esplorando più parametri con la nuova moto. Si sta lavorando bene in entrambi i team e Kawasaki ha fatto un grande lavoro. Ci sono ancora aree in cui voglio migliorare, sia la moto che il mio stile, ma aver terminato i test a Jerez con il miglior tempo è un buon risultato perché questo non è il circuito dove vado più forte. Questo aggiunge emozione e motivazione per la stagione sulla nuova Ninja ZX-10R” – queste invece la parole di Tom Sykes a commento dei test di Jerez.

Rivedremo in pista Rea e il team Kawasaki domani, mercoledì 3 febbraio, e giovedì 4 febbraio in Spagna per gli ultimi test privati sul circuito del Motorland di Aragon.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike

Superbike: Entry list provvisoria 2016

Riepiloghiamo Team e piloti che vedremo in azione il prossimo anno: tante novità e qualche uscita importante
Condividi su WhatsApp Terminati i test privati per questa stagione, a parte una piccola appendice il 14 dicembre di Barni