MotoGP: Test Sepang Day 2, Petrucci chiude in testa davanti a Lorenzo, Rossi è 6°

Il ternano del Pramac Racing ha preceduto Lorenzo e Barbera, Stoner è nono

Spavento per la caduta di Loris Baz, avvenuto per un problema al pneumatico in pieno rettilineo. I piloti "obbligati" poi a girare con la mescola dura della Michelin
MotoGP: Test Sepang Day 2, Petrucci chiude in testa davanti a Lorenzo, Rossi è 6°MotoGP: Test Sepang Day 2, Petrucci chiude in testa davanti a Lorenzo, Rossi è 6°

Test MotoGP Sepang Day 2 – La seconda giornata di test collettivi della MotoGP a Sepang è iniziata e finita nel segno di Danilo Petrucci. Il rider ternano del Team Pramac Ducati ha portato la sua Desmosedici GP15 davanti a tutti con il crono di 2:00.095.

Una grandissima prestazione per il “Petrux”, che ha stabilito il tempo nel turno mattutino, con un pneumatico morbido e nuovo. La sua leadership è stata attaccata solo nei minuti finali della sessione da Jorge Lorenzo, che si è portato a soli 60 millesimi dalla vetta, montando un pneumatico duro. Il maiorchino (che è anche caduto senza conseguenze) così come tutti gli altri piloti è stato “obbligato” dalla Michelin ad utilizzare la mescola dura (la pressione della gomma è stata portata da 1,4 a 1,7 bar.), questo dopo la terribile caduta di Loris Baz (fortunatamente risoltasi senza conseguenze per il francese), a cui in pieno rettilineo è scoppiato il pneumatico posteriore.

Ottima la prova di Hector Barberà, che con la Ducati GP14.2 si è aggiudicato il terzo tempo a soli 0.292 da Petrucci.

Recupera terreno la Honda, che con Marc Marquez si porta in quarta posizione. Il distacco rispetto a ieri si è notevolmente abbassato, ma rimane di 0.748s dalla vetta. I piloti della casa dall’ala dorata hanno continuato a lavorare sulle nuove specifiche di motore, questo per rendere la RC213V più guidabile.

Quinto tempo per Cal Crutchlow, che proprio nel finale della giornata ha portato la sua Honda del Team LCR davanti a Valentino Rossi. Il pesarese della Yamaha ha chiuso il Day 2 a poco meno di un secondo dalla vetta (esattamente a 0.926s), ma rimane alto il distacco dal suo team-mate Jorge Lorenzo.

Rossi ha preceduto la seconda Ducati del Team Pramac, quella del britannico Scott Redding, che a sua volta si è messo alle spalle Andrea Iannone, in sella alla Ducati del team ufficiale.

Oggi in pista c’era anche Casey Stoner e a fine giornata possiamo dire che il due volte iridato della MotoGP, risalito in sella alla Ducati solo sabato scorso, è ancora competitivo. L’australiano è infatti “attaccato” a Iannone, da cui dista solo 51 millesimi.

Più indietro invece Andrea Dovizioso, quattordicesimo a 1.628 dalla vetta e preceduto dalla Yamaha di Bradley Smith, dalla Suzuki di Maverick Vinales, dalla Honda di Dani Pedrosa e dalla Ducati GP14.2 di Yonny Hernandez.

Test Sepang MotoGP Day 2 – I tempi finali

1	9	Danilo Petrucci	Ducati GP15	2:00.095	 	 
2	99	Jorge Lorenzo	Yamaha M1	2:00.155	0.060	0.060
3	8	Hector Barbera	Ducati GP14.2	2:00.387	0.292	0.232
4	93	Marc Márquez	Honda RC213V	2:00.843	0.748	0.456
5	35	Cal Crutchlow	Honda RC213V	2:00.899	0.804	0.056
6	46	Valentino Rossi	Yamaha M1	2:01.021	0.926	0.122
7	45	Scott Redding	Ducati GP15	2:01.049	0.954	0.028
8	29	Andrea Iannone	Ducati GP16	2:01.052	0.957	0.003
9	27	Casey Stoner	Ducati GP15     2:01.103	1.008	0.051
10	38	Bradley Smith	Yamaha M1	2:01.107	1.012	0.004
11	25	Maverick VinalesSuzuki GSX-RR	2:01.421	1.326	0.314
12	26	Dani Pedrosa	Honda RC213V	2:01.475	1.380	0.054
13	68	Yonny Hernandez	Ducati GP14.2	2:01.644	1.549	0.169
14	4	Andrea DoviziosoDucati GP16	2:01.723	1.628	0.079
15	44	Pol Espargaro	Yamaha M1	2:01.992	1.897	0.269
16	41	Aleix Espargaro	Suzuki GSX-RR	2:02.092	1.997	0.100
17	53	Tito Rabat	Honda RC213V	2:02.328	2.233	0.236
18	6	Stefan Bradl	Aprilia RS-GP	2:02.372	2.277	0.044
19	76	Loris Baz	Ducati GP14.2	2:02.611	2.516	0.239
20	21	Katsuyuki Nakasuga    Yamaha M1 2:02.691	2.596	0.080
21	19	Alvaro Bautista	Aprilia RS-GP	2:02.876	2.781	0.185

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

17 commenti
  1. Avatar

    fatman

    2 febbraio 2016 at 11:37

    …”ma rimane alto il distacco dal suo team-mate Jorge Lorenzo”…ahiahiahiahi…mi dispiace tantissimo!!!

  2. Avatar

    Dinamo-MM93

    2 febbraio 2016 at 11:49

    Che notiziona…sono sconvolto…rimane alto il distacco dal suo team-mate…non me lo sarei mai aspettato…AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    • Avatar

      Capitano Marea Gialla

      2 febbraio 2016 at 12:01

      Ahahahhaha Stoner dietro al Dio Rossi. La storia si ripete Ahahahahahahahahahahahahahahaahahahahah

    • Avatar

      Durim

      2 febbraio 2016 at 13:16

      Dinamo-MM93
      Ma MM93 dove è?Dietro a barbera che usa una ducati vecchia di 2 anni? E’ già finita l’era del marziano in cui non c’era test, prova libera, qualifica o gara che non stravinceva o non stava sempre avanti. E’ durata così poco la superiorità?!
      Credo marc non si sia ancora ripreso dalla botta di sepang! Ha visto questo wrestler, vestito di giallo, che con un supercalcio rovesciato lo ha fatto ribaltare e da allora boh…diamoli tempo. Vedrai quest’anno con le michelin, non si capirà più dove inizia l’asfalto e dove finisce marquez..saranno un tutt’uno hahahaa

      Ciao ridicolo

  3. Avatar

    Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

    2 febbraio 2016 at 11:50

    Ucci ucci ucci sento odor di Petrucci.

  4. Avatar

    cujo

    2 febbraio 2016 at 11:57

    il super taluntuoso pilota di Cervera chequandosaleinsellanoncenèpernessuno……..

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

    • Avatar

      Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

      2 febbraio 2016 at 12:07

      I ducatisti aspettavano Stoner li davanti, ma non hanno fatto i conti con l’Imperatore Petrucci. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAAHAH
      AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAAHAHAA
      AHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAAHA
      AHAHAHHAHHAAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

      • Avatar

        cujo

        2 febbraio 2016 at 12:12

        tutti i super piloti (a parte Rossi a detta sei SOLITI) non avevano fatto i conti……

        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

  5. Avatar

    cujo

    2 febbraio 2016 at 12:33

    cmq, c’è da fare i complimenti ad un grande Petrux!!

    è vero che sono libere, e i conti si fanno alla fine, ma ha tenuto a bada i grandi campioni, con una desmo del 2015…..

  6. Avatar

    fatman

    2 febbraio 2016 at 12:42

    …vabbe’ raga…son solo prove, non contano…vedrete il reale valore del geriatra la domenica delle gare…un bel setup a c@zz@ e via ahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!!!

    • Avatar

      Durim

      2 febbraio 2016 at 13:10

      Non ho dubbi. Hai detto bene. Magari sarà in difficoltà nei test, nelle libere e in qualifica. E in gara starà avanti come sempre.

      Grazie di avercelo ricordato :D

  7. Avatar

    supermariacion

    2 febbraio 2016 at 12:46

    fartman il tuo cervello ha un setup del casso!

  8. Avatar

    supermariacion

    2 febbraio 2016 at 12:46

    Cmq grande PTERUCCI!!

  9. Avatar

    delirius

    2 febbraio 2016 at 13:25

    Scusate,Stoner da quanto è che non guidava una Ducati? Ottima prestazione direi, spero in qualche wild card…

  10. Avatar

    delirius

    2 febbraio 2016 at 13:26

    E grande Petrux, secondo me la Ducati quest’anno vedrà vari piloti sul podio…e perché no anche sul gradino più alti!

  11. Avatar

    nandop6

    2 febbraio 2016 at 19:04

    Credo che la Ducati sarà una gran moto.
    Bravo Lorenzo che vuol dimostrare, per cui la caduta ci stà.
    Direi anche bravo Stoner, gran tempo.

  12. Avatar

    Ronnie

    2 febbraio 2016 at 21:47

    Lorenzo il più veloce, sia sul giro singolo che sul passo, Rossi è il secondo sul passo, non credo sia il secondo sul giro veloce, ma si vedrà.

    La Yamaha è la moto che sta andando meglio, forse il motore più docile con una elettronica più primitiva aiuta i piloti per ora.

    Gli pneumatici fanno schifo.

    Vedremo che giochini faranno in stagione per svantaggiare la Yamaha, perché se partono così finisce come lo scorso campionato.

    L’anno scorso nelle prove Yamaha si nasconse, chissà che quest’anno non lo faccia Honda.

    Comunque la giornata di oggi non è veritiera, Petrucci, Barberà, Marquez, Redding, Iannone, Vinales, Pedrosa, Hernandez, Dovizioso, Pol Espargarò, Rabat, Bradl, Baz e Bautista, hanno fatto il tempo, IL LORO MIGLIOR TEMPO, quando era ancora possibile usare la morbida e le pressioni più basse, prima dell’esplosione della gomma di Baz.

    Lorenzo, Crutchlow, Rossi, Stoner, Smith, Aleix Espargarò, Nakasuga, hanno fatto il tempo con la posteriore più gonfia o persino con la posteriore dura, quindi la classifica è illeggibile.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati