Superbike: Debutto stagionale per il nuovo team Althea BWM

Markus Reiterberger e Jordi Torres sono scesi in pista a Vallelunga per una sessione di test privati

Superbike: Debutto stagionale per il nuovo team Althea BWMSuperbike: Debutto stagionale per il nuovo team Althea BWM

E’ stato un fine settimana intenso per la Superbike: oltre all’appuntamento con il Motorbike Expo di Verona, dove erano presenti numerosi campioni come Guintoli, Lowes e Sykes, solo per citarne alcuni, i primi team sono scesi anche in pista per continuare il lavoro in vista del primo appuntamento stagionale, fra un mese a Phillip Island.

Con la Ducati impegnata a Portimao, sul tracciato italiano di Vallelunga il nuovo team Althea BMW ha è stato impegnato in una sessione di test che, a causa delle temperature abbastanza rigide, circa 10° quelle di aria e asfalto, si è potuta sfruttare solo nelle ore centrali.

Anche se l’obiettivo principale di questa due giorni era quello di aumentare l’affiatamento fra tutti i componenti del team, e lo dimostra la presenza del General Technical Manager di BMW Motorrad Motorsport Berti Hauser, Markus Reiterberger e Jordi Torres sono comunque riusciti a portare a termine i loro programmi, mettendo insieme rispettivamente 68 e 83 giri.

Quello del pilota tedesco prevedeva l’utilizzo della nuova forcella 2016 e dell’elettronica 2016, questa già testata a dicembre sempre a Vallelunga, mentre sulla BMW S 1000 RR dello spagnolo si è lavorato sempre sulla componente elettronica.
Presente anche il tester ufficiale Raffaele de Rosa che nei 100 giri percorsi si concentrato più su un lavoro di affinamento del set up base.

“Oggi è stato un bel giorno per me specialmente per il sole, ieri faceva veramente freddo, e con il freddo non abbiamo potuto sfruttare tutto il tempo a nostra disposizione per fare tutti i test necessari. Oggi è stato molto diverso perché abbiamo provato tutto fino all’ultimo” – ha detto Markus Reiterberger – “Abbiamo provato parti nuove nei freni, nell’elettronica, nel cambio, e rispetto agli altri test a Vallelunga fatti a dicembre, abbiamo fatto un grande passo in avanti. Il feeling è buono, ma è il tempo che è andato bene. Sono felicissimo anche per l’affiatamento con il team, anche quello è un meccanismo che sta funzionando molto bene, sta diventando una grande famiglia”.

“Questi due giorni sono stati il bianco e nero, un po’ come i colori del team, perché devo ancora imparare come si guida e capire quello che mi chiede la moto, devo cambiare il mio stile di guida e ho bisogno di tempo per imparare qual è la direzione giusta. Ieri non avevo fiducia, c’era sempre un piccolo movimento in ingresso-centro-uscita che mi disturbava e mi impediva di fidarmi e soprattutto di tradurre le informazioni che mi inviava la moto” – ha commentato Jordi Torres – “E’ stato un po’ come guidare ad occhi chiusi. Tutto questo però ci ha insegnato tanto e ci è servito tantissimo per oggi, in cui da subito è andato tutto molto meglio. Ci siamo concentrati sullo sviluppo dell’elettronica e del motore e sono riuscito a interpretare le informazioni che mi ha dato la moto e questo mi è piaciuto. Abbiamo sfruttato il tempo a disposizione al 100% per prendere la strada giusta. Poi, in futuro, cercheremo di affinarci anche sui tempi. Oggi posso tornare a casa sereno!”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati