Moto3: Stefano Manzi “appiedato” dal Team Italia

Il pilota di Santarcangelo di Romagna è rimasto sorpreso dalla decisione del Team Italia

Abbiamo intervistato in esclusiva Stefano Manzi, che ha raccontato la delusione dovuta al mancato rinnovo con il Team della Federazione
Moto3: Stefano Manzi “appiedato” dal Team ItaliaMoto3: Stefano Manzi “appiedato” dal Team Italia

Moto3 2016Stefano Manzi non correrà il motomondiale 2016 con il Team Italia. Il pilota di Santarcangelo di Romagna non è stato infatti confermato dal Team della Federazione ed è quindi alla ricerca di una “sella” per la prossima stagione.

Una decisione che ha colto di sorpresa il #29, che nella scorsa stagione aveva raccolto 10 punti e che nel 2014 era arrivato 3° nella Red Bull Rookies Cup e 12° nel CEV Moto3.

“Devo dire che lo scorso anno il Team Italia mi ha aiutato, facendomi debuttare nel motomondiale – ha detto Manzi in esclusiva a Motorionline.com – Nelle ultime gare abbiamo raccolto anche buoni risultati e quindi non mi aspettavo che mi lasciassero a piedi.”

Come te lo hanno comunicato? “Nell’ultima gara a Valencia mi avevano detto che era tutto a posto, invece il 12 dicembre mi hanno chiamato dicendomi che non avrei più corso per loro.”

In questo momento quali sono quindi le prospettive per il futuro? “Ora mi sto allenando più di prima, ma non è facile trovare una moto visto che la maggior parte dei Team è già a posto. Se l’avessi saputo prima mi sarei potuto muovere di conseguenza.”

Ti sei fatto un’idea del perchè non te l’abbiano detto prima? “Questa cosa non riesco a spiegarmela. Se mi avessero detto che per correre il prossimo anno sarebbe servito un budget avrei anche potuto dire che non ce l’avevo e avremmo potuto trovare soluzioni diverse con loro o con un altro team. Invece quello che è successo non si spiega, nel momento in cui dovevo firmare il nuovo contratto mi hanno comunicato la cattiva notizia.”

Possiamo dire che alla fine sono sempre i soldi a “comandare”? “Il prossimo anno non correrò con loro per motivi di Budget. Il Team della Federazione dovrebbe aiutare i giovani e invece e lo dico schiettamente, mi hanno lasciato a piedi per prendere un altro pilota che porta i soldi.”

Il tuo futuro dove potrebbe essere quindi? “Sono pronto a ripartire da zero, come detto proveremo a fare il mondiale, ma potrei anche fare un passo indietro (si parla dello Junior World Championship Moto3, ex CEV).

Carriera Stefano Manzi

2014 – 3° Red Bull Rookies Cup
2014 – 12° CEV Moto3
2013 – 3° Red Bull Rookies Cup
2013 – 6° CIV Moto3
2012 – 13° Red Bull Rookies Cup
2012 – 3° Italiano PreGP 125cc
2011 – 1° MiniGP Senior 70cc
2010 – 1° MiniGP Junior 50cc
2009 – 1° HIRP 50cc

Moto3: Stefano Manzi “appiedato” dal Team Italia
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

6 commenti
  1. ligera

    23 dicembre 2015 at 15:57

    Grande Stefano, gran belle parole, gran bella intervista.
    Ti comprendo perfettamente e sono pienamente d’accordo col tuo modo di “intendere” le cose.

    Ricordate la discussione di qualche settimana fa a proposito del fratello di Vale?
    Eccone la riprova e purtroppo è toccato ad un pilota che ha me è piaciuto molto, fin dalla Red Bull Rookies Cup.

    Grande Stefano, hai tutto il mio appoggio.
    In bocca al lupo per il 2016.

  2. fab666

    25 dicembre 2015 at 11:51

    27esimo su 33 piloti con 10 punti in totale su tutta la stagione e che cosa si aspettava?
    è vero che ci sono i modi per dire a qualcuno che non farà la prossima stagione, ma i suoi risultati parlano chiaro, non ha niente da fare nel mondiale!

    • n75

      26 dicembre 2015 at 12:04

      Ma quanti, di quei 33 piloti (+ le varie wild card) correvano su mahindra? Cosa ha fatto di peggio rispetto al suo compagno di squadra? Che materiale gli è stato messo a disposizione? Quali tecnici?
      Il team italia non è certo gresini, ne sky, nè leopard

  3. Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

    26 dicembre 2015 at 16:37

    Chi sarebbe questo “pilota che porta i soldi” al posto suo?

    • supermariacion

      5 gennaio 2016 at 02:05

      Pescatore, non ti rispondernno mai!! Nonostante i 5 cerebrolesi biaggisti abbiano microspie ovunque, ancora non hanno prove per confermare la presenza di un pilota raccomandato dal loro incubo. Stay tuned bambasoni, prima o poi il pelato vi twitta qualche news importante che vi svelerà i retroscena e la mafia che sta dietro alla motogp.

    • Kingcrimson

      6 gennaio 2016 at 23:08

      Valtulini e Petrarca… In bocca al lupo a loro, ma secondo me a 10 punti in due, con il materiale del team italia, non ci arrivano :)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati