Superbike: Entry list provvisoria 2016

Riepiloghiamo Team e piloti che vedremo in azione il prossimo anno: tante novità e qualche uscita importante

Superbike: Entry list provvisoria 2016Superbike: Entry list provvisoria 2016

Terminati i test privati per questa stagione, a parte una piccola appendice il 14 dicembre di Barni Racing, e in vista quindi della pausa invernale, facciamo il punto delle line up che vedremo in pista nella stagione 2016.

Il campionato del prossimo anno dovrebbe preannunciarsi più combattuto e incerto rispetto a quello appena concluso, anche se la Kawasaki a Jerez de la Frontera ha dato prova di voler continuare il dominio dello scorso anno.

Partiamo proprio dai Campioni del Mondo: team che vince non si cambia e quindi confermatissimi Jonathan Rea e Tom Sykes, oltre che la collaudata squadra tecnica che lavora con loro.
In un pacchetto simile, cui si aggiunge una moto che sembra addirittura non poco migliorata rispetto allo scorso anno, l’unico problema potrebbe derivare dal rapporto tra i piloti che non si può certo definire idilliaco.

Nel team Aruba.it Ducati Superbike confermata la coppia formata da Chaz Davies, l’unico in grado di inserirsi tra le Ninja lo scorso anno, e Davide Giugliano, ristabilito dal secondo infortunio patito quest’anno.
Per il pilota romano il 2016 sarà una stagione decisiva sia per il proseguo del rapporto in Ducati che probabilmente per la sua carriera.

Restando nei pressi di Borgo Panigale, l’unico team privato della casa italiana, il Barni Racing Team guidato da Marco Barnabò ha deciso di sostituire Leandro Mercado con Xavi Fores, che finalmente avrà a disposizione un’intera stagione e un’ottima squadra per dimostrare il suo valore.
Mercado invece verrà dirottato in Stock 1000, restando quindi in orbita Ducati, nel nuovo Aruba Junior Team, assieme alla giovane promessa del motociclismo italiano Michael Ruben Rinaldi.

La Honda secondo i piani non ha cambiato molto la sua CBR rispetto a quella dello scorso anno, in attesa della versione rivista che vedrà la luce nel 2017, ma l’arrivo di Nicky Hayden ha inevitabilmente focalizzato l’attenzione sul team Ten Kate.
Perso lo sponsor Pata, Honda Europe ha praticamente abbandonato la Supersport per concentrare i propri sforzi, tecnici ed economici, sulla classe regina, per mettere in condizione l’ex campione del mondo MotoGP di essere competitivo e Michael Van der Mark di crescere.

La novità più importante che si vedrà in griglia l’anno prossimo è sicuramente la Yamaha, che torna in Superbike forte dell’accordo il team Crescent, decretando di fatto l’uscita di scena della Suzuki, e al fianco del main sponsor Pata.
La line up è formata da Alex Lowes e da Sylvain Guintoli, entrambi già contenti della nuova moto.

La BMW invece raddoppia gli sforzi: l’accordo con il team Althea di Bevilacqua, che spera che a Monaco decidano di tornare ad investire sulla Superbike e a sfruttare il grande potenziale del suo team, è stato ufficializzato poco fa e la nuova S 1000 RR è stata testata già a Jerez da Jordi Torres e da Markus Reiterberger.
La squadra tornerà in pista il prossimo 14 dicembre a Vallelunga per un ultimo test prima della pausa invernale.

Sembra svanita anche l’ultima possibilità di vedere le RSV4 in pista la prossima stagione: con la Aprilia concentrata esclusivamente sulla MotoGP, le speranze erano legate al team Milwaukee.
La squadra inglese però alla fine, a causa di richieste economiche giudicate eccessive, ha optato per la BMW: le due moto verranno affidate a Josh Brookes e a Karel Abraham.
Di conseguenza Lorenzo Savadori, che sperava in un impegno di Aprilia nella massima categoria, dovrà con tutta probabilità rimanere in Stock 1000 a difendere il titolo 2015.
Andrea Petricca è comunque sempre al lavoro per completare il budget necessario al team Red Devils per poter utilizzare le RSV4 anche nel 2016, ma al momento non ci sono novità positive.

Confermato Leon Camier, in MV Agusta si registra la novità Forward Racing, che gestirà le squadre Supersport e Superbike, e la collaborazione con Marco Melandri, in qualità di collaudatore con possibilità di wild card.

Guardando ai team privati Kawasaki di Grillini e Pedercini, il primo dovrebbe confermare Gianluca Vizziello e sta valutando una seconda guida, mentre Pedercini è in trattativa con Sylvain Barrier, ma si sta lavorando anche qui per un secondo pilota.

Il team GoEleven proseguirà con Roman Ramos, mentre dopo alcuni anni trascorsi nel mondiale Supersport Fabio Menghi debutterà in Superbike con una Ducati nel suo team omonimo.
Il team Toth lascerà la BMW per passare alla Yamaha, ma non si conosce ancora il nome del compagno di squadra di Imre Toth.

Di seguito riepiloghiamo la entry list provvisoria del mondiale SBK 2016:

Ducati Aruba Davide Giugliano
Ducati Aruba Chaz Davies
Honda Ten Kate Michael VdMark
Honda Ten Kate Nicky Hayden
Kawasaki KRT Tom Sykes
Kawasaki KRT Jonathan Rea
BMW Althea Jordi Torres
BMW Althea Markus Reiterberger
Yamaha Crescent Alex Lowes
Yamaha Crescent Sylvain Guintoli
Team MV Agusta Reparto Corse Leon Camier
Team Barni Racing Xavier Fores
Team Milwaukee BMW Josh Brookes
Team Milwaukee BMW Karel Abraham
Team Pedercini Kawasaki Sylvain Barrier?
Team Pedercini Kawasaki ?
Team Grillini Gianluca Vizziello
Team Grillini ?
Team Toth Imre Toth
Team Toth ?
Team Menghi Ducati Fabio Menghi
Team GoEleven Kawasaki Roman Ramos

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati