Moto3 Sepang: Successo di Oliveira, Kent è 7°, il mondiale si assegnerà a Valencia

Il pilota della KTM ha preceduto Binder, Navarro, Antonelli e Fenati

Moto3 Sepang: Successo di Oliveira, Kent è 7°, il mondiale si assegnerà a ValenciaMoto3 Sepang: Successo di Oliveira, Kent è 7°, il mondiale si assegnerà a Valencia

Moto3 2015 Sepang Gara – Il titolo della classe Moto3 si assegnerà a Valencia. A tenere aperti ancora i giochi è stato il portoghese Miguel Oliveira, vincitore in Malesia davanti a Brad Binder e Jorge Navarro. Il contemporaneo settimo posto del leader del mondiale Danny Kent lascia di fatto tutto aperto, anche se il favorito rimane il britannico del Team Leopard Honda.

Per Oliveira si tratta del quinto successo della stagione, arrivato dopo quello di domenica scorsa a Phillip Island. Buona la gara degli italiani, con Antonelli quarto e davanti a Fenati, mentre Francesco Bagnaia è scivolato a due giri al termine quando era nelle primissime posizioni. La classifica iridata vede Kent primo con 253 contro i 229 di Oliveira. Seguono Bastinini con 196 punti, Fenati con 176 e Antonelli con 174.

Cronaca di gara

I piloti della classe Moto3 sono pronti a disputare il Gran Premio della Malesia, diciassettesima e penultima tappa del motomondiale 2015. Anche questa volta così come accaduto a Phillip Island, ci sono state delle penalizzazioni per guida irresponsabile. A farne le spese tra gli altri e ancora una volta, il leader della classifica iridata Danny Kent. La pole è comunque andata ad uno straordinario Niccolò Antonelli, che ha portato la Honda del Team Ongetta Rivacold davanti a tutti con il crono di 2’12.653. In prima fila con il pilota della VR46 Academy di Valentino Rossi partiranno anche lo spagnolo Jorge Navarro e il portoghese Miguel Oliveira.

Dalla seconda fila scatteranno invece il ceco Jakub Kornfeil e i nostri Romano Fenati (KTM Sky VR46) e Francesco Bagnaia (Mahindra Team Aspar). Terza fila per tre Honda, quella dello spagnolo Efren vazquez, quella del nostro Enea Bastianini (Gresini Racing) e quella del leader del mondiale Danny Kent, come detto sopra penalizzato e retrocesso di tre posizioni. Sesta fila per Stefano Manzi (Mahindra Team Italia), ottava per Lorenzo dalla Porta (Husqvarna
Laglisse), nona per Andrea Migno (KTM Sky VR46) e decima per Manuel Pagliani ((Mahindra Team Italia). Tutto pronto, 34 i gradi nell’aria, 45 quelli sull’asfalto, 18 i giri fa percorrere per 99.774 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è Miguel Oliveira, scattato davanti a Navarro, Fenati, Bagnaia, Kornfeil, Bastianini, Khairuddin e Antonelli, quest’ultimo autore di una partenza non perfetta.

Attacca subito Bagnaia che si porta davanti a Fenati e successivamente il pilota della Mahindra passa anche Navarro. Il gioco delle scie, fondamentale qui con due lunghi rettilinei favorisce Romano Fenati, che alla staccata prima del rettifilo principale, si porta al comando.

Il primo giro si chiude con il pilota del Team Sky VR46 al comando davanti a Bagnaia. Oliveira, Kornfeil, Navarro, Bastianini e Antonelli. Indietro Danny Kent, quattordicesimo. Cade intanto Darryn Binder, mentre Oliveira si porta al comando.

Il portoghese chiude al comando il secondo giro, davanti ai nostri Fenati e Bagnaia, con Antonelli in rimonta. Fenati intanto si riporta al comando, mentre Antonelli fa segnare il giro veloce con il crono di 2:13.770. Scivola intanto il malese Khairuddin. Oliveira intanto continua a guidare la gara, mentre Antonelli è settimo. Danny Kent è tredicesimo. Al leader del mondiale serve almeno il quinto posto per vincere qui il mondiale. Oliveira, Bagnaia e Fenati cercano la fuga, mentre il team Leopard perde in un solo colpo Efren Vazquez e Hiroki Ono, entrambi a terra. Ne approfitta Kent, ora ottavo e davanti a Bastianini. Finisce anche la gara di Karel Hanika, il ceco è caduto, fortunatamente senza conseguenze fisiche. La sua caduta ha però penalizzato Enea Bastianini, che ha perso il contatto con i primi.

Attacca Fenati che si porta al comando quando siamo giunti a metà gara. Il pilota della KTM è davanti a Bagnaia, Brad Binder, Oliveira, Navarro, Kornfeil, Antonelli e Kent. Staccato di oltre quattro secondi dal britannico Bastianini, che precede McPhee, Masbou e Danilo. A punti in questo momento anche Lorenzo dalla Porta, che precede Stefano Manzi.

I primi otto piloti sono tutti in lotta per la vittoria, con il solo Kent leggermente staccato. Recupera invece alla grande Niccolò Antonelli, che si è portato in quinta posizione e che adesso tallona il connazionale Francesco Bagnaia. Cinque giri al termine, Antonelli si porta addirittura al comando, con Oliveira che ricordiamo è l’unico pilota che ha ancora chance iridate nei confronti di Danny Kent.

Cambiano ancora le posizioni, il gioco delle scie continua a mischiare le carte e ora al comando troviamo Navarro, che però viene passato da Oliveira. Il portoghese della KTM è ora davanti al team-mate Brad Binder, con Bagnaia che intanto passa Antonelli, portandosi in quinta posizione. Tre giri al termine, Oliveira è davanti a Binder, Navarro, Fenati, Antonelli e Bagnaia, mentre Kornfeil è sempre davanti a Kent. Scivolata per Bagnaia! finisce a due giri dal termine la gara del pilota del Team Aspar, Attacca intanto Kent, ora quinto e virtualmente campione del mondo.

A facilitare il britannico un errore in staccata di Antonelli. Inizia l’ultimo giro, al comando ora c’è Navarro, passato dalle KTM di Binder e Oliveira. Grande bagarre tra Kent e Antonelli, con quest’ultimo che passa anche Fenati. Poche curve al traguardo, staccatona di Oliveira, il portoghese della KTM va a vincere davanti a Binder e Navarro e con Kent solo settimo il campionato è ancora aperto. Antonelli quarto all’arrivo davanti a Fenati.

Moto3 Gara Phillip Island - GP Australia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Phillip Island - GP Australia - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati