MotoGP Motegi: Condizioni Alex de Angelis, parla il Dott. Michele Macchiagodena

Il pilota dello Iodaracing è stato vittima di una spaventosa caduta durante le FP4

MotoGP Motegi: Condizioni Alex de Angelis, parla il Dott. Michele MacchiagodenaMotoGP Motegi: Condizioni Alex de Angelis, parla il Dott. Michele Macchiagodena

MotoGP 2015 Motegi condizioni Alex de Angelis – Dopo il comunicato diramato dallo Iodaracing sulle condizioni del loro pilota Alex de Angelis, caduto rovinosamente durante le prime fasi delle FP4 del Gran Premio del Giappone, arrivano anche le parole del Dott. Michele Macchiagodena, rilasciate al sito ufficiale della MotoGP.

“Ha avuto un trauma toracico con fratture costali bilaterali, sia a destra che a sinistra. Ma la cosa più importante è che ha avuto una contusione polmonare: cioè una sofferenza del polmone che bisognerà controllare nei prossimi giorni affinchè non sviluppi un’insufficienza respiratoria o un’infezione. Ha riportato anche la frattura di 5 vertebre dorsali, di cui 3 sembrano interessare il corpo della vertebra. Bisogna esser sicuri che queste fratture non siano instabili, altrimenti possono creare una lesione del midollo, e causare un danno neurologico che, per il momento, non c’è. In caso contrario si ricorrerà a un intervento chirurgico; inoltre, ha una frattura lombare, mentre l’addome per il momento sembra ok.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    ueueue

    10 ottobre 2015 at 18:06

    ..un grande in bocca al lupo..
    Grande Alex..

  2. Avatar

    gprg67

    10 ottobre 2015 at 18:15

    Forza Alex. Non ho visto l’incidente e non so in quale punto sia successo, ma non capisco come nel 2015 ci possano ancora essere guard-rail nelle piste

    • Motograndprix

      Motograndprix

      10 ottobre 2015 at 18:30

      E’ stato vittima di un high-side e da quanto ha detto Rossi che lo seguiva, è rimasto “attaccato” alla moto che si è diretta verso il guard-rail del rettilineo. In teoria in quel punto non si dovrebbe cadere (o meglio, non si dovrebbe andare verso i guard-rail del rettilineo in caso di caduta), ma a questo punto servono protezioni dappertutto, anche sui rettilinei, punto e basta.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati