Moto3 Motegi: prima partenza al palo per Romano Fenati, Migno 17°

Prima pole position in carriera per l’ascolano e per lo Sky Racing Team VR46

Moto3 Motegi: prima partenza al palo per Romano Fenati, Migno 17°Moto3 Motegi: prima partenza al palo per Romano Fenati, Migno 17°

Moto3 2015 Motegi QP: è sempre stato detto che Romano Fenati non fosse un uomo da qualifica ma una bestia da gara. Oggi invece, a Motegi, ha conquistato la sua prima pole position in carriera regalando questo record anche allo Sky Racing Team VR46.
La partenza dalla prima casella è stata conquistata da Romano in maniera del tutto anomala: prima è stata ventilata la possibilità di una penalizzazione a causa di un giro troppo lento in FP3 (dovuto alla cautela con cui è entrato in pista con una moto completamente modificata); poi la caduta all’inizio dell’ultimo time attack che non gli ha permesso di poter controbattere ad eventuali attacchi al suo primo tempo. Ma il tempo, record della pista, fatto registrare a più di 10 minuti dalla fine del turno (1’56.484) gli ha permesso di conquistare la sua prima pole.
17° crono invece per Andrea Migno (1’57.659).

“Quando ho visto che ero in pole position – ha detto felice Romano Fenati – pensavo fosse uno scherzo! (sorride, ndr). Sono davvero contento perché ieri mattina il turno di prove libere era andato bene, ma nel pomeriggio avevamo avuto qualche problema. Ieri sera abbiamo lavorato molto, oggi la moto andava bene e sono riuscito ad esprimere tutto il mio potenziale. Sono felice di aver ripagato il lavoro della mia squadra con questa pole position, la mia prima pole di carriera! Peccato per la caduta sul finire del turno, sono entrato un po’ troppo forte, si è chiuso il davanti e sono andato per terra, però fortunatamente non ho rovinato la qualifica con questa piccola caduta, è stata una scivolata innocente. Volevo fare come i grandi, che cadono ma poi fanno la pole position! (scherza, ndr)”.

“Oggi abbiamo lavorato bene e ho avuto delle buone risposte dalla moto – ha spiegato Andrea Migno. Purtroppo non sono riuscito a fare il mio giro perfetto, però adesso confronterò i miei dati con quelli di Romano e magari domattina gireremo anche un po’ insieme, nel warm up, così da vedere dove posso ancora migliorare. Domani sarà importante fare una buona partenza e poi dare il massimo per giocarmi tutte le mie carte”.

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati