Moto3 Motegi: Bastianini 5° davanti a Kent, Locatelli solo 35°

Umori opposti in casa Gresini Racing Team

Moto3 Motegi: Bastianini 5° davanti a Kent, Locatelli solo 35°Moto3 Motegi: Bastianini 5° davanti a Kent, Locatelli solo 35°

Moto3 2015 Motegi QP: non una delle migliori qualifiche per Enea Bastianini che, con il crono di 1’56”927, ha conquistato la 5° casella sullo schieramento di partenza del Gran Premio del Giappone a Motegi. Questo tempo lo pone comunque davanti a Danny Kent, anche se solo di una posizione, con l’obiettivo di annullare il primo match point dell’inglese sul campionato.
Giornata estremamente difficile per Andrea Locatelli che, appena rientrato dall’infortunio al coccige, non ha fatto meglio della 35° posizione (1’59”889).

“Sono soddisfatto del risultato ottenuto in qualifica – ha commentato Enea Bastianini – per come era andata durante le prove libere non me lo aspettavo. Purtroppo le cadute di ieri e di questa mattina non ci hanno permesso di fare molti giri e in più ora mi ritrovo con una spalla un po’ dolorante, che mi crea un po’ di problemi nella guida, soprattutto nelle staccate delle curve a sinistra. Non penso comunque che avrò grossi problemi sulla distanza di gara, anche se è presto per dirlo. Alcuni piloti hanno un passo migliore del mio in vista della gara, ma c’è ancora tempo per provare a limare qualche decimo: domani cercheremo di fare del nostro meglio per recuperare altri punti in classifica su Kent e possibilmente non perderne su Oliveira”.

“Oggi in qualifica – ha spiegato Andrea Locatelli – nonostante i problemi fisici stavo riuscendo a fare un giro discreto, ma nell’ultima chicane ho incontrato un gruppo di piloti che procedevano lenti e sono stato costretto a rallentare, perdendo molto tempo. Domani è prevista pioggia e le condizioni di bagnato potrebbero aiutarmi, non potendo essere molto aggressivo in sella; in ogni caso, anche se sarà asciutto, prenderò la gara di domani come un’occasione per riprendere il ritmo sulla distanza. Cercherò di sforzarmi per portare a termine la gara rimanendo il più concentrato possibile, anche se so che sarà dura perché dopo 5 giri consecutivi inizio a faticare. Sicuramente pago anche il fatto di non essermi potuto allenare e di conseguenza non sono fisicamente in forma; non avverto dolore, ma ancora non riesco a muovermi sulla moto come vorrei e fatico a curvare. Continuando a guidare comunque penso che potrò pian piano migliorare”.

Leggi altri articoli in Moto3

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati