MotoGP Aragon: Lorenzo domina, cade Marquez, Pedrosa batte Rossi

Sesta vittoria della stagione per Lorenzo, che si porta a -14 da Rossi

MotoGP Aragon: Lorenzo domina, cade Marquez, Pedrosa batte RossiMotoGP Aragon: Lorenzo domina, cade Marquez, Pedrosa batte Rossi

MotoGP 2015 Aragon RaceJorge Lorenzo ha dominato il Gran Premio di Aragon classe MotoGP, quattordicesima tappa del motomondiale 2015.

Il maiorchino ha avuto la meglio su Dani Pedrosa e Valentino Rossi, con quest’ultimo che in tutti i modi ha cercato di passare lo spagnolo della Honda, che però oggi non ne ha voluto sapere di arrendersi.

Quattro punti persi (16 della terza contro i 20 della seconda posizione) che portano Lorenzo a -14 dal pesarese. La grande delusione della giornata è stato Marc Marquez, che scattato dalla pole è caduto la primo giro. Caduti anche Alex de Angelis e Danilo Petrucci. Ora nella classifica iridata Rossi comanda con 263 punti contro i 249 di Lorenzo e i 184 di Marquez, con Iannone che quarto al traguardo si porta a quota 172.

Cronaca di gara

Sta per finire la grande attesa, i piloti della classe MotoGP sono pronti a disputare il Gran Premio di Aragon, quattordicesima tappa della stagione 2015. A conquistare la pole position, la settima della stagione è stato il quattro volte campione del mondo Marc Marquez, che ha stabilito anche il nuovo record della pista con il crono di 1’46.635. I prima fila con lui partiranno il connazionale della Yamaha Jorge Lorenzo e il nostro Andrea Iannone, che nonostante il dolore alla spalla sinistra è stato grande protagonista.

Valentino Rossi scatterà dalla seconda fila avendo centrato il sesto tempo. Il sette volte iridato della Top Class è preceduto dalla Yamaha di Pol Espargarò e dalla Honda di Dani Pedrosa. Terza fila per Danilo Petrucci (Team Pramac Ducati), mentre Andrea Dovizioso con la seconda Desmosedici GP15 scatterà solamente dalla quarta fila. Il sammarinese dello Iodaracing Alex de Angelis partirà invece dall’ottava. Tutto pronto, ventitre i giri da percorrere per 116.794 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è Lorenzo, scattato davanti a Iannone e Marquez, Rossi è sesto.

Il primo giro si chiude com Lorenzo davanti a Marquez, Iannone, Pedrosa, Rossi, Pol Espargarò, Dovizioso, Aleix Espargarò, Smith, Crutchlow e Petrucci. Lorenzo allunga e Marquez lo insegue. Colpo di scena, Marquez perde l’avantreno della sua Honda RC213V e finisce nella ghiaia. Per il campione in carica gara finita, con Rossi che scala di una posizione. Il secondo giroso chiude con Lorenzo davanti a Iannone, Pedrosa, Rossi, Pol Espargarò, Dovizioso, Aleix Espargarò, Smith, Crutchlow e Petrucci.

Attacca Pedrosa che si porta in seconda posizione, mentre al giro successivo Rossi passa Iannone, portandosi nella scia del pilota della Honda. Lorenzo (che intanto ha ricevuto la segnalazione di Marquez out) allunga, portando il suo vantaggio a 2.732 su pedrosa. Lo spagnolo e il pesarese allungano su Iannone, che potrebbe iniziare a pagare la spalla infortunata. Caduta intanto per Alex de Angelis, con il pilota dello Iodaracing che si rialza illeso. Finisce anche la gara di Danilo Petrucci; il ternano del Pramac Racing dopo ottime prove deve abdicare in gara.

Giunti a metà gara troviamo Lorenzo al comando con 3.166 di vantaggio su Pedrosa, con Rossi che tallona l #26 della Honda. Seguono le Ducati di Iannone e Doviziooso, la Yamaha di Smith, la Suzuki di Aleix Espargarò, la Honda di Cal Crutchlow, la Yamaha di Pol Espargarò e la Ducati di Yonny Hernandez.

A cinque giri dal termine è ancora lotta aperta tra Pedrosa e Rossi, con quest’ultimo che passando il pilota della Honda guadagnerebbe 4 punti (20 della seconda contro i 16 della terza posizione). Attacca Rossi che passa, ma Pedrosa risponde, lotta ancora apertissima per la seconda posizione. Ancora un doppio tentativo di Rossi, ma Pedrosa risponde ancora, bellissimo il duello tra il pilota della Honda e quello della Yamaha.

Inizia l’ultimo giro, Rossi attacca e passa lo spagnolo, che però risponde di cattiveria poche curve dopo. Lorenzo va a vincere la sesta gara della stagione, mentre un grandissimo Pedrosa ha la meglio su Valentino Rossi, Jorge Lorenzo ringrazia!

Foto: Alex Farinelli

MotoGp Gara Aragon - GP Aragon - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 41:57.221
2 4 Andrea Dovizioso Ducati Ducati Team +4.836
3 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing +5.430
4 12 Maverick Vinales Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +5.811
5 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt +8.924
6 35 Cal Crutchlow Honda Lcr Honda Castrol +10.390
7 41 Aleix Espargaro Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +10.441
8 46 Valentino Rossi Yamaha Monster Energy Yamaha Motogp +23.623
9 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar +27.998
10 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu +31.242
11 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +32.624
12 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team +33.043
13 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +33.063
14 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +33.363
15 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing +36.358
16 63 Francesco Bagnaia Ducati Pramac Racing +41.295
17 82 Mika Kallio Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +42.983
18 17 Karel Abraham Ducati Reale Avintia Racing +43.880
19 38 Bradley Smith Aprilia Aprilia Racing Team +44.279
20 99 Jorge Lorenzo Honda Repsol Honda Team +46.087
21 55 Hafizh Syahrin Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +47.308

Aragon - GP Aragon - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

32 commenti
  1. Avatar

    Mike58

    27 settembre 2015 at 15:10

    Eroico Pedrosa. Che grande!!
    Anche se mi dispiace per Vale che sono punti preziosi.
    Può dire di essere uno dei pochissimi piloti a battere il Vale all’ultimo giro.

  2. Avatar

    Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

    27 settembre 2015 at 15:19

    Non c’è un ca*** da dire Pedrosa è stato incredibile, non ricordo neanche l’ultima volta che lo visto così…peccato 4 punti in più erano importanti per Valentino.
    Giorgina ha fatto la sua solita gara, chapeau.
    Marquez, ormai la sua caduta non mi sorprende più, dice di imparare da i suoi errori ma puntualmente ci casca di nuovo.
    Iannone immenso, ha umiliato per l’ennesima volta Dovizioso…con una spalla infortunata poi.

    Hype per Motegi

  3. Avatar

    Ronnie

    27 settembre 2015 at 15:23

    Secondo me se le gare vanno lisce a livello metereologico, qui Rossi potrebbe aver perso il mondiale. Doveva contenere assolutamente la rimonta di Jorge.

    Pedrosa è stato molto bravo e cattivo al punto giusto, ma qui Rossi ci ha messo del suo, ha fatto un errore simile a quello della battaglia tra Rossi e Lorenzo in Catalunya all’ultima curva dell’ultimo giro.

    Rossi ha lasciato aperta la porta e Pedrosa ci si è infilato in modo deciso, ma si era visto già dal sorpasso su Iannone che non era il solito Pedrosa, era molto a posto per fare e resistere a sorpassi.

  4. Avatar

    Dinamo-MM93

    27 settembre 2015 at 15:34

    Grazie Pedrosa…per la stratosferica figura di mjerda che hai fatto fare al pagliaccio rossi ah ah ah ah ah canarini siete o non siete d’accordo che l’unica cosa da fare per voi oggi è…sukareeeeeeeeeeeeeee

    • Avatar

      Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

      27 settembre 2015 at 16:01

      Chissà te da quanti anni è che stai sukando buahahaha.

    • Avatar

      Redbike

      27 settembre 2015 at 16:24

      MM93 invece,FIGURONE……..!!!!

    • Avatar

      LemonFree

      27 settembre 2015 at 16:32

      Era parecchio che non si vedevano i rosiconi antirossi,ancora una volta commenti a sproposito,rossi ha dato il massimo,come pedrosa e come lorenzo,l’unica figura di me***a,l’ha fatta marquez,e’ molto forte,ma non conosce i suoi limiti…

      PS per quanto ti possa dispiacere,il dottore e’ ancora in testa al campionato.

      PPSS con quale nick hai postato le tue scemenze in precedenza?

  5. Avatar

    bcs

    27 settembre 2015 at 17:37

    Gara che si commenta da sola. Da vedere 8come tutte quelle di questa stagione).

    Questo è in assoluto il Campionato più bello e combattutto da non so quanti anni (io un Campionato così tirato faccio fatica a ricordarlo).

    Questi ragazzi sono impressionanti! Che fenomeni!!!!

    • Avatar

      bcs

      27 settembre 2015 at 17:39

      Aggiungo una cosa:

      Oggi correva a Suzuka anche la F1. Bene, il paragone fra Motogp e F1 (le due punte del motorsport) è scandaloso.

      Impara F1, impara cosa significa spettacolo e lotte in pista.

  6. Avatar

    gprg67

    28 settembre 2015 at 00:20

    Vale oggi ha perso il duello sempliemente perchè non poteva rischiare nulla, e lo si è visto. camomillo ha fatto la più bella gara della sua carriera e non aveva nulla, ma proprio nulla da perdere. Vale ci aveva eccome da perdere e nonostante questo ci ha provato più volte, sempre pulito senza rischiare più di tanto e senza quella spericolatezza che ci voleva per battere una honda straveloce in uscita di curva e sui rettilinei. Sembrava di vedere la ducati del 2007 con cui Stoner ha vinto tante gare solo perchè c’erano i rettilinei. GoValeGo!

  7. Avatar

    cujo

    28 settembre 2015 at 08:39

    al di la del risultato, io mi sono divertito.
    Grande Pedro, non lo avevo mai visto così in forma…..

    Rossi ci ha provato, ma ieri specie sul rettilineo non aveva storia…..

  8. Avatar

    Ronnie

    28 settembre 2015 at 11:42

    Non ci sono tante scuse, Rossi è stato pulito, ma la Yamaha era più veloce della Honda, difatti ha vinto una Yamaha. Le Honda erano al limite in molti punti, mentre le Yamaha potevano forzare di più in percorrenza e ingresso.

    Pedrosa ha vinto perché è stato più bravo, ha fatto le sue linee preparando l’uscita, mentre Rossi era costretto a forzare gli ingressi e a non avere la traiettoria ideale in accelerazione.

    Honda e Pedrosa sono stati più bravi a preparare la moto per difendersi dagli attacchi di Rossi, forse anche Marquez avrebbe potuto impensierire Lorenzo, ma in ogni caso Pedrosa era battibile perché Jorge ha vinto e con vantaggio e non ha nemmeno dovuto fare una gara tiratissima, come se gli avesse avuti a meno di un secondo.

    • Avatar

      RideThrough

      28 settembre 2015 at 12:40

      Sono d’accordo, è inutile trovare scuse. Pedrosa non ha vinto il duello con Rossi perchè la sua Honda era superiore alla Yamaha, ma semplicemente perchè ha guidato meglio di lui, altrimenti non si spiega come ha fatto Lorenzo a dominare la corsa. A Dany piace particolarmente il circuito di Aragon, e riesce ad interpretarlo meglio di Rossi a cui invece resta un pò indigesto e non mi pare che il dottore non abbia voluto rischiare più di tanto dal momento che nell’ultimo giro ha rischiato di finire fuori pista per resistere al controsorpasso di Pedrosa.

    • Avatar

      cujo

      28 settembre 2015 at 16:04

      difatti, si è difeso alla grande, guidando eggreggiamente, però l’honda di Dany era più veloce sul dritto, nonostante la scia, continuava a prendergli metri

      a parte tutto, a me è piaciuto l’ultimo attacco che ha provato a fare, sull’ultima scicane prima del rettilineo, li è stato veramente da pazzi.
      E ovviamente l’abbraccio finale nel parco chiuso.

    • Avatar

      cujo

      28 settembre 2015 at 17:30

      c’è da dire che per Lorenzo non c’è stato un metro di paragone, in quanto Marquez si è steso dopo poco più di un giro.

      io credo, ed è un mio pensiero… si è attaccato a Pedro pensando di prendere un passaggio fino a Lorenzo (in quanto Pedro il passo ce l’aveva), per poi provarci sul finale, male male che andava arrivava 3° cmq…. così non è stato, vuoi perchè Pedro non ce la faceva, oppure perchè già si era messo sulla difensiva vista l’astinenza da Podio anche un 2° posto non è male.

  9. Avatar

    RideThrough

    28 settembre 2015 at 12:11

    Diobò…mai visto un Pedrosa con una carogna così nel corpo a corpo!!! Rossi si è dannato l’anima per strappargli il secondo posto ma non c’è stato verso, Dany non gli ha concesso di stare con le ruote davanti a lui per più di due secondi! Direi che il “coma” di Pedro è finito. :) Credo di non sbagliarmi nel dire che Pedrosa è stato il pilota più infortunato e fratturato di chiunque altro nel motomondiale, si è spezzato di tutto di più, e sono veramente contento di averlo visto tornare ad alti livelli e fare un ottimo risultato…se lo merita! Certo è che ha scelto proprio il momento giusto per cominciare a tenere testa al dottore quando si tratta di fare a sportellate, e nelle ultime quattro gare potrebbe essere anche lui (oltre che Marquez) l’ago della bilancia per la corsa al titolo tra Rossi e Lorenzo.

    Lorenzo, che dire…è stato inattaccabile per tutti dallo start all’arrivo. Bisogna levarsi il cappello davanti a una prestazione così maiuscola di Giorgino, e questa netta vittoria e i nove punti limati dal distacco da Rossi, proietteranno sicuramente il suo morale nella stratosfera. Il suo progetto di vincerle tutte (che era anche quello di Marquez) resta sempre difficilissimo, ma la prima vittoria l’ha portata a casa e a Motegi, Honda permettendo, si candida di nuovo come l’uomo da battere.

    Rossi invece sapeva che su questa pista (dove non ha mai vinto) avrebbe dovuto salvare il salvabile, e così è stato. Certo è che nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul fatto che avrebbe perso il duello con Pedrosa, dal momento che (mi pare) non era mai successo prima d’ora una roba del genere. Nove punti di vantaggio persi su Lorenzo non sono pochi, ma col senno di poi verrebbe da dire che a Rossi è andata anche bene perché se a Marquez non gli prendeva il matto e fosse arrivato alle spalle di Lorenzo, di punti ne avrebbe persi 12, cioè vantaggio più che dimezzato in una sola gara. Oppure no, perché Marquez aveva anche il passo per vincere e quindi con Lorenzo secondo e lui quarto, di punti ne avrebbe persi sette anziché nove. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte, quello che conta è solo il responso della pista, che ha parlato chiaro…Lorenzo è stato il pilota più forte e veloce. Punto.

    Marquez era proprio imbestialito come un orango dopo la caduta. Io dico che se in quell’istante fosse stato alto 2 metri e 10 per 150 kg di peso, la sua RC213V sarebbe volata oltre il muro di gomme! Aveva la possibilità di lottare con Lorenzo per la vittoria, e invece porta a casa l’ennesimo zero della stagione. Il problema è che Marchino non si accontenta di dimostrare di essere più veloce di Lorenzo/Rossi/Pedrosa. Lui vuole essere più veloce di loro, e questo lo porta a correre perennemente sul filo del rasoio. E ciò facendo, una cosa è sicura…prima o poi si finisce per cadere da una parte o dall’altra. E infatti è quello che è successo in gara dove M&M voleva recuperare in due curve lo svantaggio da Lorenzo anzichè in due giri. Marquez deve imparare ad “accontentarsi” di essere “normalmente” più veloce degli altri e ad usare un pò di più la testa, perché se quest’anno non è in lotta per il titolo (a parte i problemi di scarso feeling col nuovo telaio) è solo per l’eccessiva foga di ribadire la netta supremazia dimostrata nelle precedenti stagioni.

    • Avatar

      RideThrough

      28 settembre 2015 at 12:20

      volevo dire: “Lui vuole essere ENORMEMENTE più veloce di loro…”

    • Avatar

      Ronnie

      28 settembre 2015 at 19:01

      A dire la verità è già la seconda volta che Rossi perde da Pedrosa quest’anno, credo che tutte le altre volte abbia vinto.

      Comunque Dani credo si sia preparato meglio per affrontare i suoi avversari, mentre Rossi ha passato così tanto tempo a studiare Marquez e soprattutto Lorenzo che penso abbia trascurato Pedrosa e ora si trova più in difficoltà quando lo deve affrontare.

      Bisogna dire che Pedrosa è sempre stato davanti a Rossi per tutta la gara, eppure Rossi non è riuscito a batterlo mentre Dani le linee di Rossi non le ha mai viste, quindi Dani qui era vistosamente superiore a Rossi.

      • Avatar

        Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

        28 settembre 2015 at 22:06

        Se fosse stato “vistosamente superiore” a Rossi come dici tu avrebbe preso Lorenzo cosa che non ha fatto.

        Poi cosa centra vedere le linee di pedrosa? Se uno ti ripassa nel punto dove avevi pianificato di passarlo non ci può fare niente eh.
        Pedrosa non ha visto le linee di Rossi e quindi? La pista la conosce, sa dove passare.

        Rossi secondo me è rimasto sorpreso da Pedrosa perchè se lo ricordava un tipo “arrendevole” e lo ha fregato, ma stai pur certo che questa se la lega al dito.

      • Avatar

        cujo

        29 settembre 2015 at 01:15

        Infatti, ha guidato magistralmente, ma sempre in difesa

        È Una regola balistica, chi sta dietro e spinge, quello davanti è più lento……

      • Avatar

        Ronnie

        29 settembre 2015 at 14:54

        Lo ripeto è la seconda vola che Pedrosa frega Rossi nel finale, è la seconda volta che si tiene del margine per poi fregarlo nel finale. Era già avvenuto e Rossi aveva proprio detto Pedrosa aveva del margine.
        Qui hanno fatto la stessa cosa, hanno anche dato indicazioni a Pedrosa si presume su che mappatura usare negli ultimi giri, per usare tutto quello che la sua Honda gli poteva garantire come prestazione.

        Rossi è stato dietro tutta la gara a Pedrosa ne ha studiato le linee i punti forti e quelli meno forti. Pedrosa non ha passato nemmeno un giro dietro a Rossi, questo vuol dire che non ha avuto modo di studiare le linee di Rossi e di migliorare la sua performance per esempio in staccata.

        Rossi stando dietro a Pedrosa è diventato più veloce, Pedrosa invece ha fatto la sua gara e le sue linee dall’inizio alla fine.

        Chi è dietro viene tirato da chi sta davanti, tra le altre cose può sfruttare la scia.
        Rossi dunque ha risparmiato carburante, energia, gomme e ha migliorato il suo stile stando dietro a Pedrosa e malgrado ciò ha perso.

        Pedrosa non ha mai risparmiato carburante e gomme, ha tirato tutto il tempo non si è mai “riposato” non ha mai seguito Rossi riprendendo fiato, e non ha mai seguito Rossi per studiarlo e trovarne i punti forti e deboli, migliorando a sua volta il suo stile di guida.

        Questo dimostra una netta superiorità di Pedrosa e rispetto a Rossi ad Aragon, per me il discorso si chiude qui. Non c’è molto da dire Rossi ha perso malgrado ha fatto una gara tatticamente perfetta, ha perso, Pedrosa è già la seconda volta quest’anno che lo frega così, e credo sia l’unico ad esserci riuscito.

        Nemmeno Lorenzo o Marquez credo abbiano vinto in questo modo su Rossi. Forse l’ha fatto Marquez su Lorenzo quando Jorge non è riuscito a fuggire.

      • Avatar

        bcs

        29 settembre 2015 at 20:06

        Ronnie

        Le indicazioni che hanno dato a Pedrosa nel cartellone non erano le indicazioni sulla mappatura, ma un’altra cosa.

        Il meccanico è un italiano ed il buon Dani ha ammesso che quella è una parola italiana che non è bello dire (soprattutto in diretta Mondiale).

        Se ritrovi il cartello non farai fatica a capire ihihihihi

        Ribadisco una cosa che non hai molto chiaro secondo me.
        Anche se sei dietro e giri su quei tempi non ti risparmi energia.
        Provare per credere.

      • Avatar

        Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

        29 settembre 2015 at 20:52

        @Ronnie

        Ma quale margine? Pedrosa non ha mica dato 8 decimi come al Sachsenring all’ultimo giro, ha vinto a pelo…non capisco veramente questa tua ostinazione nel dire che Pedrosa è stato nettamente superiore quando non è stato cosi.
        È stato più bravo ed ha fregato Rossi punto.

      • Avatar

        cujo

        29 settembre 2015 at 23:06

        Tutto questo discorso per ribadire che ha corso in difesa….
        Se veramente ne aveva di più come dici o nettamente superiore, perché non è scappato per andare a prendersi Lorenzo lasciando li Rossi?? oppure, se ne aveva veramente di più, perché non lo ha fatto passare e farsi trainare lui, per poi passarlo dopo, alcuni piloti forti lo fanno.
        Sa hai visto la gara, nelle immagini dall’elicottero, all’uscita della curva prima del rettilineo erano attaccati, nonostante la scia alla fine gli aveva preso 10/12 metri, che recuperava quasi tutti alla staccata. Il punto dove ci ha provato più spesso è alla fine di quello dei box, che è più corto, Rossi lì arrivava impiccato alla staccata, poi con l’incrocio delle traiettorie e la maggiore accelerazione che aveva Honda rispetto a Yamaha, Pedrosa “si difendeva bene”

        le linee di traiettoria sono quelle, cm + cm -, non è che a quelle velocità c’è molta scelta, poi si può provare il sorpasso in un putto piuttosto che un altro, ma le linee sono quelle se non vuoi andare per margherite.

        E cmq lo ripeto, Dani a guidato egregiamente e si è meritato tutto quel gradino del podio.

        P.S. il cartello è stato troppo buffo

      • Avatar

        Ronnie

        30 settembre 2015 at 14:06

        bcs mi riferivo al TTT e poi al TTTTTTTT

        secondo me sono indicazioni per dire usa tutto quello che ti è rimasto.
        Non è la prima volta che lo fanno.

        Ragazzi, Lorenzo era superiore di 2 o 4 decimi a Pedrosa e Rossi sul passo, quindi per quanto Pedrosa fosse superiore a Rossi non ne aveva per prendere Lorenzo che ha controllato tutta la gara e ha gestito il vantaggio.

        Pedrosa nelle prove sembrava essere sul livello o dietro addirittura a Rossi.
        In gara malgrado Rossi si sia migliorato Pedrosa si era migliorato ancora di più.

        Pedrosa non è riuscito ad andar via perché Rossi gli si è attaccato da poco prima del sorpasso a Iannone. Dopo aver superato entrambi Iannone Rossi è stato costretto al forcing per chiudere il buco, un po’ come Marquez su Lorenzo.

        Da quel momento è stato buono in scia, mentre Pedrosa ha tirato tutto il tempo stando davanti, esposto al vento quindi consumando teoricamente di più che stando in scia.

        Ha mantenuto un ritmo elevato e sono d’accordo con bcs Rossi non si è riposato perché quello era già il suo ritmo limite, malgrado fosse in scia. Questo vuol dire che Pedrosa è stato più veloce per tutta la gara di Rossi, Rossi era al gancio, perché in scia e con Iannone non troppo lontano non poteva permettersi di disturbare Pedrosa e non poteva permettersi di tirare. Sapeva che non aveva chance di riprendere Lorenzo, Rossi se ne è stato buono dietro pensando di poter fregare Pedrosa sul finale, invece Dani è arrivato meglio di lui alla fine.

        Lo ripeto Dani senza mai stare dietro a Rossi senza mai vederne le linee, senza mai fare melina, facendo il suo ritmo per tutta la gara ha messo in difficoltà Rossi, che avrebbe dovuto risparmiare forze benzina e gomme stando dietro e batterlo facilmente nel finale. Invece così non è stato Rossi era talmente inferiore che ad ogni sorpasso tentato Pedrosa lo ripassava immediatamente, senza nemmeno attendere, Rossi era così inferiore che Pedrosa non l’ha nemmeno dovuto sutidare da dietro.

        Pedrosa l’ha detto che sentiva il motore di Rossi e sentiva che le gomme di Rossi non erano messe bene, perché da davanti addirittura si accorgeva di quanto fosse invasivo il controllo di trazione di Rossi. Questo vi da l’idea di quanto fosse superiore…

        Continuate a pensare che fossero alla pari, e che a Rossi è mancato poco, a Rossi per battere Pedrosa serviva almeno 1 decimo al giro sul passo, forse 2 e in gare così tirate è un enormità.

      • Avatar

        Ronnie

        30 settembre 2015 at 14:11

        Sapete quanto è forte Rossi nel corpo a corpo, allora rendetevi conto che se perde da Pedrosa, anche da un Pedrosa di lusso che vuole fare bene nelle ultime gare, perché non ha nulla da perdere e deve recuperare in campionato, e risulta aggressivo, se Rossi perde anche da questo super Pedrosa nel corpo a corpo, da cui non perde nemmeno da uno aggressivo come Marquez o veloce come Lorenzo, caxxo rendetevi conto che è perché si trova in una situazione di inferiorità di guida e tecnica o pensate che Pedrosa se fosse alla pari di Rossi lo batterebbe con tanta facilità?

        Rossi se vuole fare meglio ad Aragon deve migliorare la sua guida e il set up della sua moto, evidentemente era inferiore se è arrivato terzo dietro a Pedrosa e non per distacco ma perché ha perso un duello corpo a corpo.

      • Avatar

        cujo

        30 settembre 2015 at 16:41

        Escluso il primo giro di lancio, fai la media di tutti i tempi giro per giro e guarda chi ha girato più forte. Anche se di poco, ma credo che Rossi sia davanti a Pedrosa e Lorenzo di poco a Rossi, a parte questo, lo ripeto, Dani ha guidato magistralmente, ma in primis deve solo ringraziare l’accellerazione e velocità della sua moto.

        Perché un pilota non può permettersi ti tirare è discutibile, in quanto è il suo mestiere e un pilota, quando è in sella da gas per andare più forte di tutti (anche quelli della domenica come qualche volta sono stato io), poi se non ce la fa è un altro par di maniche, nel post sotto dici che non ha nulla da perdere.

        Va beh è il tuo pensiero, va bene così.

        Vediamo a Motegì cosa combinano, e buona gara a tutti….

      • Avatar

        bcs

        30 settembre 2015 at 20:18

        Come vuoi Ronnie.

        Ma Pedrosa rideva di gusto quando gli hanno chiesto il significato e se erano indicazioni particolare.

        Un semplice bestemmione ecco cos’era :).

        Non risparmi gomme se stai dietro ma giri su certi tempi.Anzi, può benissimo averle consumate di più.

        Non è che stando dietro salvi tutto….

        Provare per credere.

  10. Avatar

    Dinamo-MM93

    28 settembre 2015 at 13:48

    Gprg67 e Cujo siete pessimi fate kagare voto sotto zero.Ronnie e RideThrough siete ottimi voto 300.

    • Avatar

      cujo

      28 settembre 2015 at 15:36

      ahahahahahah…… che pena mi fai!!

      invece parlami del tuo talentuasissimo campioncino, invece lui è formidabile vero, è il re in assoluto della strusciata!!

    • Avatar

      RideThrough

      28 settembre 2015 at 16:23

      Diobò…ottimo non me l’aveva mai detto nessuno! ahahaha ;) :)

    • Avatar

      gprg67

      29 settembre 2015 at 00:14

      hahahah e chi sei tu? Pedrosa non è mai stato ne sarà mai all’altezza di valentino. Confermo quanto ho detto: per carità, magari avrebbe perso il duello lo stesso, visto la velocità della honda in rettilineo, ma se vale ora non si giocasse il mondiale, col piffero che riallargava ogni volta che pedro si rinfilava all’interno. Se tu non usassi termini volgari mi faresti quasi tenerezza…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati