MotoGP Aragon: Dani Pedrosa, “Grande duello con Valentino”

Il #26 del Repsol Honda Team ha risposto colpo su colpo al pilota della Yamaha

MotoGP Aragon: Dani Pedrosa, “Grande duello con Valentino”MotoGP Aragon: Dani Pedrosa, “Grande duello con Valentino”

MotoGP 2015 Repsol Honda Aragon Race – Dani Pedrosa ha disputato oggi ad Aragon una delle sue più belle gare da quando corre in MotoGP. Il pilota della Honda ha battagliato come un leone con Valentino Rossi, rispondendo colpo su colpo agli attacchi del pesarese, riuscendo così a tagliare il traguardo in seconda posizione. A lui la parola.

“Sono molto felice perché è stata una grande gara con Valentino! E’ stato difficile, perché lo avevo dietro ad ogni giro e durante gli ultimi cinque ha cercato di passarmi, ma sono riuscito a rimanere davanti – ha detto Dani Pedrosa – Lui è un pilota molto forte nei corpo a corpo e di solito può battere chiunque, solitamente è invece uno dei miei punti deboli. Tuttavia, sono stato in grado di batterlo e sono molto felice perché durante la battaglia ci siamo sorpassati più volte. Voglio ringraziare tutto il team Repsol Honda e cercheremo di essere più forti nella prossima gara!”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

5 commenti
  1. Avatar

    RideThrough

    28 Settembre 2015 at 19:15

    Bello eh, il gesto di Rossi nel parco chiuso che è andato ad abbracciare Pedrosa, cioè colui che a suon di staccatone e controsorpassi gli ha fatto perdere quattro punti in più di vantaggio su Giorgino? No! Non lasciatevi ingannare. Quello che in realtà passava nella mente del Dottore mentre gli si avvicinava, era di…serrargli le mani al collo e scuoterlo con tutta la forza che gli era rimasta in corpo e, mentre la testa del piccolo Dany volava all’impazzata in tutte le direzioni (tipo quei pupazzetti che si mettono sui cruscotti delle auto…e anche peggio) urlargli a squarciagola dritto sul muso le seguenti parole: “Ma cosa c@zzo ti è venuto in mente, eeeh? Proprio adesso ti metti a resistere ai miei sorpassi piccolissimo b@stardo?? Non lo vedi che mi stò facendo un c**o come una manica di cappotto per non far vincere il titolo a quel c@prone di Lorenzo???

    Ok, basta con le c@zzate. Quello che volevo dire è che…è proprio vero, c’è sempre una prima volta per (quasi) tutto. Mai prima d’ora si era visto un Pedrosa resistere così a lungo agli assalti di Rossi (o di altro top rider), ma cosa ancor più stupefacente, mai e poi mai si era visto un Pedrosa uscire vincitore da un duello di questa portata! Tutti sanno che Dany ha sempre avuto un punto debole nel corpo a corpo, credo più per una questione psicologica (forse dipendente dal fatto di essere il pilota col fisico più minuto della top class) che da una effettiva incapacità tecnica di replicare agli attacchi di piloti tipo Rossi, Lorenzo e Marquez. Direte voi che sto dicendo cose sensa senso, e che non c’incastra nulla la stazza fisica col fatto di essere più combattivi nel modo di guidare.
    Può darsi, ma io sono convinto che la corporatura di un pilota ha, è proprio il caso di dire, un certo peso quando si tratta di essere un pò più duri e cattivi nel replicare alle sportellate. Il grande Sic (che Dio lo abbia in gloria) è stato uno dei piloti più tosti (se non il più tosto) nel corpo a corpo che si sia visto nella MotoGP, proprio perchè, in virtù della sua stazza fisica, si comportava come un elefante dentro una cristalleria. E purtroppo è stato anche messo in croce per questo, per alcuni suoi sorpassi giudicati troppo rudi (?!) da un certo tipo di piloti. Qualcuno dirà: “E allora Capirossi?”. Il grande Loris, secondo me è stata l’eccezione che conferma la regola, uno che anche se appartenente alla categoria dei mini pilota, era dotato di una combattività e di una carogna straordinarie nel fare a sportellate, e per batterlo bisognava sudare sangue. Non per nulla lo chiamavano CapiRex, il Tirannosauro del motomondiale!

  2. Avatar

    ueueue

    29 Settembre 2015 at 15:47

    Bella Gara Pedrosa!!

    … cazzarola ma dovevi farla proprio oggi?!!!!

    • Avatar

      RideThrough

      30 Settembre 2015 at 12:20

      Infatti! Tempismo perfetto. Chissà poi se resterà un caso isolato o Danielito replicherà lo show nelle ultime quattro gare. Ma qualcosa però mi dice che alla prima occasione che Rossi se lo ritrova davanti lo…asfalta!

  3. Avatar

    nandop6

    30 Settembre 2015 at 09:25

    Ricordiamoci che nel corpo a corpo Rossi e Lorenzo possono perdere il mondiale, Pedrosa e Marquez non hanno nulla da perdere,secondo me in condizioni normali il secondo posto lo avrebbe avuto Rossi.

    • Avatar

      RideThrough

      30 Settembre 2015 at 13:11

      A caldo, è quello che ho pensato anche io, ma Rossi, in tutte le dichiarazioni che ha rilasciato nel dopo gara, dice chiaramente che non si è risparmiato e le ha provate di tutte per strappargli il secondo posto. L’articolo sulla Gazzetta dello Sport diceva che nel duello ci sono stati dodici sorpassi (dal 19° al 23° giro) cioè sei tentativi di Rossi di passarlo e sei repliche di Pedrosa ai suoi assalti. Il tavulliano ha ammesso che ha preso paga perché Dany è stato semplicemente più bravo di lui e che la sconfitta un po gli brucia. Però a pensarci bene, Rossi non ammetterebbe mai quello che tutti hanno pensato, e cioè che in un momento così cruciale del mondiale, non si può permettere di rischiare di finire col culo per terra, perché vorrebbe dire consegnare su un piatto d’argento il titolo a Lorenzo, e quindi deve tenere un pizzico di margine di sicurezza in più in situazioni del genere. Meglio quattro punti in meno e un terzo posto sicuro che uno zero in classifica. Però mi sarebbe garbato vedere come andava a finire nell’ultimo giro, se al posto di Pedrosa ci fosse stato Giorgino.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati