MotoGP Misano: Iannone non rispetta i segnali dal box e chiude solo 7°

Grandi errori di strategia per il pilota Ducati

MotoGP Misano: Iannone non rispetta i segnali dal box e chiude solo 7°MotoGP Misano: Iannone non rispetta i segnali dal box e chiude solo 7°

MotoGP 2015 GP San Marino GP: la gara di Andrea Iannone, più che dai continui mutamenti climatici e dell’asfalto, è stata rovinata dai problemi di comunicazione con il box. Andrea, che ha concluso 7°, non ha rispettato l’ordine della squadra che gli aveva chiesto, analizzando i tempi di chi aveva già le slick, di rientrare a cambiare moto nel momento migliore. Così facendo, il pilota di Vasto ha sprecato una grande opportunità per portare in alto la sua Ducati ed è sembrato più interessato alle tattiche per la classifica generale che al risultato prestigioso. Iannone ha portato a 159 il suo punteggio in classifica generale, perdendo 11 punti da Smith; anche se è giusto ricordare che l’obiettivo dichiarato dalla casa di Borgo Panigale per questa stagione è il bottino grosso in gara.

“Oggi è stata una giornata molto strana – ha dichiarato Andrea Iannone – una gara non facile. Peccato perché all’inizio ero veloce, subito dietro a Dani. Quando è arrivata la pioggia è stato difficile, non tanto cambiare la moto la prima volta quanto la seconda. Se fossi rientrato un giro prima il risultato sarebbe stato diverso, ma non era facile decidere in quanto nel terzo settore di pista c’era ancora pioggia.
Sono stato io a decidere di entrare un giro più tardi rispetto a quello che mi hanno segnalato dai box perché non ero sicuro che fosse il momento giusto. Se mi fossi fidato di più del box, che sapeva che Smith con le slick stava andando molto più forte di me, avremmo potuto ottenere come minimo un podio; ma nel T3 c’era ancora molta pioggia ed io in classifica ho tutto da perdere e poco da guadagnare. La squadra aveva preso la decisione giusta, ma era anche facile per loro vedendo gli altri, ma io questo non lo sapevo. Quando il cartello mi indica la scritta box è un ordine, ma sulla moto ci sono io ed ho commesso un errore di valutazione. In futuro queste cose non accadranno più, ma oggi ci sono state delle condizioni davvero fuori dal normale”.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati