Moto2 Misano: Zarco vince e centra il terzo successo consecutivo

Sesto successo della stagione per il pilota del Team Ajo Motorsport, sempre più vicino all'iride

Moto2 Misano: Zarco vince e centra il terzo successo consecutivoMoto2 Misano: Zarco vince e centra il terzo successo consecutivo

Moto2 2015 GP San MarinoJohann Zarco ha vinto il Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini classe Moto2. Il leader del mondiale centra così il sesto successo della stagione, il terzo consecutivo dopo quelli di Brno e Silverstone.

Sul podio anche il campione in carica Esteve Rabat e giapponese Takaaki Nakagami, che hanno preceduto il romano Simone Corsi, in sella alla Kalex del Forward Racing. A punti anche Lorenzo Baldassarri, settimo, mentre Mattia Pasini ha chiuso sedicesimo. Luca Marini, fratello di Valentino Rossi, ha chiuso ventunesimo. Il discorso titolo è sempre più vicino alla chiusura. Zarco ha infatti 274 punti contro i 181 di Rabat e i 164 di Alex Rins.

Cronaca di gara

I piloti della classe Moto2 sono pronti per disputare il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, tredicesima gara del motomondiale 2015. Pole position per il leader del mondiale Johann Zarco, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1’36.754. In prima fila con lui gli spagnoli Alex Rins ed Esteve Rabat. Seconda fila per il romano Simone Corsi, per lo svizzero Dominique Aegerter e per il malese Hafizh Syahrin.

Sam Lowes in sella alla Speed Up aprirà la terza fila, dove troviamo anche il giapponese Takaaki Nakagami e il tedesco Jonas Folger. Lorenzo Baldassarri con la seconda Kalex del Team Forward ha ottenuto il quindicesimo tempo, mentre Mattia Pasini, qui wild card è ventiquattresimo. Ventiseiesimo e ventisettesimo tempo per Luca Marini (wild card) e Federico Caricasulo (che sostituisce l’infortunato Franco Morbidelli). Tutto pronto, ventisei i giri da percorrere per 109.876 km. Si spengono i semafori, al via il più veloce è il leader del mondiale Johann Zarco, che è scattato davanti ad Aegerter, Rins, Nakagami, Syahrin, Corsi, Lowes e Rabat.

Il pilota svizzero prende il comando della gara e transita al primo giro davanti a Zarco, Rins, Syahrin, Corsi e Nakagami. Finisce subito la gara di Mika Kallio, che dalla prossima gara non sarà più in sella alla Kalex del Team Italtrans, moto con cui non si è mai trovato in questa stagione. Al secondo passaggio i piloti passano nello stesso ordine, mentre cade Cardus, gara finita per lo spagnolo.

Al quinto giro all’ultima del carro si toccano Aegerter e Rins, errore dello spagnolo che cerca di passare lo svizzero ma i due si toccano e cadono. La testa della gara è ora di Zarco, 2° il malese Syahrin e poi 3° Simone Corsi, l’italiano è ora sul podio virtuale. Al settimo giro cade anche Marquez alla penultima curva del carro. All’8° giro Simone Corsi supera il malese e vede il codone della moto di Zarco che è in testa. Folger intanto chiude il gap con Syahrin e lo passa°. Folger attacca Corsi, mentre davanti Zarco allunga. Si deve ritirare intanto Sam Lowes, per un problema tecnico avvenuto dopo il traguardo. Finisce anzitempo anche la gara di Federico Caricasulo, che sostituisce l’infortunato Franco Morbidelli. Una scivolata mette fuori gioco il pilota del Team Italtrans.

Zarco intanto è saldamente al comando della gara e si accinge a vincere la sesta gara della stagione, la terza consecutiva. E’ grande battaglia invece per la seconda posizione tra Esteve Rabat e Takaaki Nakagami, una battaglia senza esclusione di colpi. Bandiera nera intanto per Alex Rins, che dopo la caduta era rientrato in pista nelle retrovie, ma che deve aver commesso qualche scorrettezza. Ultimo giro, Zarco va a vincere davanti a Rabat e Nakagami, quarta piazza per Simone Corsi.

moto2 Gara Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Misano - GP di San Marino e della Riviera di Rimini - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati