MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Ho fatto il massimo, peccato per il problema che mi ha rallentato”

Un problema al motore non ha permesso al pilota della Ducati di lottare per il podio

MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Ho fatto il massimo, peccato per il problema che mi ha rallentato”MotoGP Brno: Andrea Iannone, “Ho fatto il massimo, peccato per il problema che mi ha rallentato”

Andrea Iannone MotoGP 2015 Ducati GP Repubblica Ceca RaceAndrea Iannone ha conquistato il quarto posto nel Gran Premio della Repubblica Ceca, undicesima tappa del motomondiale 2015. Il pilota della Ducati ha dato il massimo e avrebbe potuto lottare per il podio se un problema non lo avesse rallentato. Il suo motore non spingeva e come detto dall’Ing. Luigi dall’Igna ne ha limitato le prestazioni in modo sensibile. Ecco cosa ha detto il pilota di Vasto.

“Oggi dobbiamo essere comunque ottimisti perché credo di aver fatto il massimo. Era una gara in cui avrei potuto lottare per il podio e quindi dobbiamo capire bene cosa è successo, visto che il mio motore non spingeva forte come durante il resto del weekend. Nei rettilinei perdevo davvero tanto e quindi sono stato costretto a recuperare forzando in frenata. In ogni caso sono contento di avere ottenuto questo risultato nonostante il problema, perché significa che abbiamo raggiunto un ottimo setup sulla mia GP15. Insieme alla squadra siamo stati capaci di migliorare la moto sessione dopo sessione e abbiamo fatto un lavoro incredibile. Finalmente siamo tornati ad essere competitivi e questo ci dà una grande motivazione per le prossime gare.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

20 commenti
  1. Avatar

    ligera

    16 agosto 2015 at 19:10

    Splendida gara Iannone. Il problema gli ha impedito di lottare per il podio e nonostante tutto, è sempre stato in 4^ posizione mantenendo i rivali abbastanza lontano da potere fare la “sua” gara o meglio, quella che le condizioni del motore gli hanno permesso.

    Non ho visto i tempi sul giro, ma penso che pochi decimi gli avrebbero permesso di lottare per quel benedetto podio.

    Anche nelle gare più complicate (per Vale), il Pesarese ha sempre qualche “aiutino” dall’alto azzo. Sarebbe stato bello vedere Iannone lottare e “sverniciare” Vale.

    Grande Ducati

    • Avatar

      Ronnie

      16 agosto 2015 at 22:14

      ligera… Iannone poteva usare il nuovo motore e non avere problemi. Secondariamente Rossi è andato piano, più piano del ritmo che aveva fatto in FP4 quindi anche lui ha avuto problemi… poteva andare 3 – 5 decimi più rapido di passo…

      • Avatar

        ligera

        17 agosto 2015 at 12:16

        Ronnie, non cercare cose che non esistono.
        Sei l’unico qua con un minimo di buon senso (a volte), ma per favore non cercare cose che non esistono ripeto.

        Vale ha detto, per caso, di avere avuto problemi con la moto? Non mi pare.

        Ha fatto solo un giro sul 1.56.3, gli altri sono tutti sul passo fatto segnare in Fp4, per Iannone è diverso invece, aveva un passo di 1.56.alto e ha girato sempre in 1.57.basso, solo 2 volte è sceso sotto l’1.57.

        Iannone invece si, e la telemetria conferma, si parla di 5 secondi nell’arco della gara e quantomeno, avrebbe lottato con Vale.

        Non ha usato il nuovo motore perchè era da mappare e avendo poco tempo ha preferito aspettare la prossima gara.

      • Avatar

        Ronnie

        17 agosto 2015 at 15:00

        Dichiarazioni di Rossi:

        “Non riuscivo a girare come ieri, ero di 3/4 decimi più lento, ma sinceramente non siamo ancora riusciti a capirne il motivo. La moto era la stessa di ieri, anche le gomme erano le stesse e la temperatura era molto simile. Pensavo di poter girare in ’56 basso e invece giravo in ’56 alto. E’ comunque un podio e non è comunque da buttare via, ma mi sarebbe piaciuto essere stato più vicino.”

        FP4 ultimi giri:
        1’56.446
        1’56.371
        1’56.559

        Warm Up migliori giri:
        1’56.953
        1’56.593
        1’56.872

        Gara migliori giri:
        1’56.810
        1’56.747
        1’56.919

        Ora visto che nelle FP4 girava sensibilmente più forte, nel Warm Up ha ancora toccato degli ottimi giri, e poi d’improvviso in gara, dove si migliora ancora un pochettino, non è nemmeno riuscito a fare i tempi del giorno prima, mentre Lorenzo e Marquez sembrerebbero aver mantenuto o addirittura migliorato i tempi, credo sia chiaro che anche a lui non è andato tutto liscio.

      • Avatar

        ligera

        17 agosto 2015 at 15:17

        Nelle Fp4 (ultima uscita e ultimi 3 giri) non sai se ha usato la gomma più morbida o quella che ha usato in gara, non sai se era nuova o già usata e quanti giri aveva (se di usata si trattava)
        Non hanno trovato nulla nella moto che ha impedito a Vale di ottenere quelle prestazioni.
        Ora, un pilota afferma di non sapere perchè non è stato più veloce di quanto fatto, senza alcuna motivazione se non derivante dalla sua guida ed ecco che si comincia a sostenere che non è dipeso da Lui, ma da altri fattori.

        Facile così trovare giustificazioni a prove al di sotto delle aspettative, ma questo è ciò chre Vale ha sempre fatto

      • Avatar

        Ronnie

        17 agosto 2015 at 18:11

        Rossi ha semplicemente detto nelle dichiarazioni dopo la gara, cioè sceso dalla moto… con alcun tempo di guardare i dati e di fare una analisi approfondita che non sanno cosa sia successo alle prestazioni.

        L’unica cosa di cui si sono resi conto i piloti, è che la pista dopo la gara di moto3 e sembrerebbe più nello specifico di moto2, è si è gommata, ma è diventata molto più scivolosa.

        Anche Jorge con la mescola media, ovvero quella più morbida a disposizione ha detto che con l’avanzare della gara scivolava sempre di più.

        Marquez ha avuto le stesse sensazioni con la Hard. Di solito sembrerebbe normale una cosa simile, ma l’ultimo GP a 4 giri dalla fine hanno fatto il record, e non è la prima volta, qui, invece sembrano aver perso più performance quelli che hanno corso con la Hard di chi con la media. Tanto che le Ducati sono state più vicine e secondo me non solo per la pista.

        PS Ducati non è che andasse piano, andava quanto una Ducati, e non è detto che la mancanza di potenza abbia aiutato Iannone a preservare meglio la posteriore.
        Magari troveranno una nuova strada, castrare il motore non sarebbe una brutta idea su certi circuiti… Brno richiede molta più potenza ai bassi regimi o meglio in fase di accelerazione e meno potenza sulla velocità di punta. Una Ducati azzoppata andava quanto la Yamaha di Rossi e Lorenzo come velocità, questo vuol dire che tanto male non era comunque.

      • Avatar

        Ronnie

        17 agosto 2015 at 18:13

        PS Ducati non è che andasse piano, andava quanto una YAMAHA…

      • Avatar

        Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

        17 agosto 2015 at 18:58

        @Ronnie

        Dove li trovi i vari tempi delle libere e gara?

      • Avatar

        ligera

        17 agosto 2015 at 19:13

        Ci sono state notizie ora che c’è stato il tempo di controllare? Non mi pare.
        La Ducati di Iannone invece aveva i tromboncini che da variabili sono rimasti fissi perché sono rimasti bloccati per tutta la gara e sai meglio di me che hanno una grossa importanza, proprio per la potenza disponibile ai vari regimi..
        Per quanto riguarda le gomme, chi più chi meno ne ha risentito. La temperatura era diversa, il settaggio poi ha avuto la sua influenza, tanto che Marc ha detto che con le medie non sarebbe arrivato a fine gara.
        Se vuoi trovare un motivo per giustificare Vale mi sta bene, ma che sia un motivo concreto, che possa essere, in qualche modo verificato, non è sufficiente che un pilota dica che poteva essere più veloce e non si spiega il perché, una spiegazione così la potrebbero adottare tutti.

        P.S.: i tromboncini bloccati incidono in diverse fasi e non solo sulla velocità massima. Non hanno detto in quale posizione si sono bloccati, probabilmente la velocità è rimasta immutata, ma forse, Iannone ne ha risentito nella fase di accelerazione. Hanno pure fatto una stima di quanto ha perso nell’arco dell’intera gara, 5 secondi a fine gara dicono che Iannone avrebbe almeno lottato con Vale e la maggiore velocità massima, unita all’ottima accelerazione (se tutto fosse filato liscio), mi fanno supporre che Iannone avrebbe potuto passare Vale in rettilineo, rendendo molto difficoltoso il controsorpasso.

      • Avatar

        ligera

        17 agosto 2015 at 19:14

        Pescatore, vai su sito motogp e cerca la sezione risultati

      • Avatar

        Ronnie

        17 agosto 2015 at 22:03

        Il Pescatore

        Metti le tre w poi .motogp.com/it/Results+Statistics

        clicchi sulla gara, poi sulla categoria, poi su la FP (free practice) prove libere, Q (qualifying) qualifiche, WUP warm up, Race gara.

        Poi sotto ti appaiono diversi file PDF Analysis è tra i più utili e ti danno le sessioni di giri svolti pilota per pilota.

        Puoi anche andare indietro negli anni, su in alto con la barra. Meglio se entri dal PC, perché dal cellulare non funziona tanto bene, non so dai tablet.

      • Avatar

        Ronnie

        17 agosto 2015 at 22:18

        ligera, né Lorenzo né Marquez né Rossi hanno fatto una gara al limite tipo quella fatta ad Indianapolis, basta guardare gli ultimi giri. Tutti avevano ancora un po’ di margine, a me le gomme sembravano buone.

        Marquez ha detto che non sarebbe arrivato a fine gara con le medie, o meglio avrebbe fatto molta fatica. Ha detto che per lui non era la soluzione giusta la media al posteriore, così come Rossi ha detto che per lui la Dura all’anteriore e al posteriore era meglio.

        Le parole di Marquez erano queste:

        “In gara ho cercato di prendere dei rischi per stare con Jorge. Nei primi giri ho spinto al limite per reggere il suo passo, ci sono riuscito per 7/8 giri, ma poi quando la gomma posteriore è calata non sono stato più in grado di farlo. Ho iniziato ad avere problemi in entrata di curva e in accelerazione.”

        “Ho scelto la posteriore hard perchè per me e la Honda è impossibile utilizzare la media. Per dieci giri si potrebbe anche utilizzare, ma poi dopo dieci giri la moto si muove molto e si fa fatica a controllarla.”

        Poi Pedrosa ha usato media all’anteriore e al posteriore, quindi c’è chi la poteva portare anche sulla Honda.

        Io non so se sia la scelta della gomma che ha condizionato in negativo la gara di Rossi e forse quella di Marquez su Lorenzo, non è questo il discorso.

        E’ avvenuto altre volte, non a Rossi ma per esempio a Lorenzo in Argentina.
        Anche a Marquez era capitato, che di colpo una piccola variazione di temperatura o di condizioni della pista hanno prevaricato il risultato. Secondo me è insolito che Rossi faccia un passo nelle FP4 e nel Warm Up e poi non lo ripeta in gara. E’ quantomeno insolito per lui che si migliora sempre in gara e non da il tutto per tutto in prova. Sono punti di vista, per te era al top, per me qualcosa è cambiato e non credo fosse lui che di colpo a perso 3 decimi o mezzo secondo sul passo.

  2. Avatar

    backflip63

    17 agosto 2015 at 13:52

    Salve il mio sogno e vedere Iannone su una Honda alla pari di Marc invece di sto catorcio che non se ne usciranno mai di avere problemi

  3. Avatar

    ligera

    17 agosto 2015 at 14:58

    In Honda non avrebbe una moto factory, non potrebbe fare sviluppo. La moto “catorcio”, come la chiami, era quella sviluppata seguendo le “imposizioni” di Vale-Burgess che fecero apportare delle modifiche come se si trattasse di una Yamaha, mentre la Ducati ha caratteristiche diametralmente opposte, molto più simili alla Honda che alla Yamaha e mi fa “specie” che i 2 succitati non abbiano capito come intervenire, anzi, siano intervenuti proprio nei punti sbagliati.

    Preziosi (incolpevole) ne ha pagato le conseguenze (Burgess anche, visto che è stato scaricato da Vale), mentre Vale, al contrario, ha avuto tutte le agevolazioni possibili, è tornato in Yamaha solo perchè è stato il gran capo della MotoGP a volerlo, magari ora, Lorenzo avrebbe un Vignales come compagno di team o uno Iannone, invece si sono trovati un pilota che non volevano e che, rivisto il suo atteggiamento, cosa che non fece ai tempi di Ducati, ne al suo rientro in Yamaha, ha cambiato il suo stile di guida, ridimensionando il suo EGO.

    Vale ha avuto capacità, ma anche fortuna (io spero che di fortuna si tratti) a ritrovarsi competitivo quest’anno, ora che le cose sono quasi tornate alla normalità, è più chiaro dove le sue capacità lo stanno portando, non certo a vincere il mondiale perchè Lorenzo è più forte di Lui e senza incidenti o inconvenienti tecnici (cosa che potrebbero anche capitare e che io, stranamente mi aspetto), lo Spagnolo vincerà il mondiale. Vale si deve guardare dal rientro di Marquez che, risistemata la moto come più gli è congegnale, è tornato costantemente ai vertici.

    • Avatar

      Bestlap

      24 agosto 2015 at 10:49

      Appena rientrato dalle ferie devo subito leggere questa accozzaglia di cretinate di questo incompetente…. che bel rientro…!!!!!

      • Avatar

        ligera

        25 agosto 2015 at 19:27

        Appunto, restatene in vacanza che di questi commenti se ne fa volentieri a meno.

        Hai qualcosa di serio da scrivere? No di certo, allora taci!

      • Avatar

        Bestlap

        25 agosto 2015 at 22:00

        Dei tuoi sicuramente…….!!!!!!!

      • Avatar

        Bestlap

        25 agosto 2015 at 22:12

        Quindi secondo il tuo “illuminato” parere la D16 di Rossi aveva caratteristiche simili alla honda..? Lo vedi che non capisci nulla..!! A quel tempo aveva motore portante e semitelaio anteriore, non era simile alla honda in niente..!! Ora la GP15 ha caratteristiche simili alla RCV a cominciare dalla V di 90 gradi e il telaio perimetrale (come chiedeva Rossi..) Te stai facendo confusione tra il presente e il passato xkè sei un’incompetente…!!

  4. Avatar

    Durim

    19 agosto 2015 at 17:14

    hahahah adesso..solo perchè è arrivato dietro solo di qulche secondo a Rossi Iannone meritava di stargli avanti ed è anche più forte. Sembra di sentire la barzelletta di quando dovizioso arrivò davanti a Rossi ad Austin e Dovizioso era più forte e avrebbe battuto Rossi in molte occasioni quest’anno……
    …………………………………
    ………………………………..

    Iannone a me piace, è bravo, ha talento e può ancora crescere ma
    1) Rossi non potendo raggiungere marc ha rallentato avrebbe sicuramente battuto iannone in ogni caso.
    “iannone sverniciare Rossi?”
    2) Se solo paragoni Iannone al più grande di tutti i tempi allora ci capisci poco di moto ligera…

    Poi amen, chissenefrega di quello che pensi tu, sei solo un clown che posta su un sito di moto, Rossi ha già il rispetto di tutti gli altri piloti che lo considerano leggenda. Tutti i pioti,tecnici,meccani,intervistatori, chiunque ne capisce di moto ammira ed elogia Rossi
    Guardati la moto gp su bt sport con i commentatori inglesi.che non fanno altro che elogiarlo, the GOAT, The Greatest Of All Time, ecco chi è ;)

    • Avatar

      ligera

      25 agosto 2015 at 19:55

      Qualcuno ha scritto che Iannone “meritava” di stare davanti a Rossi?
      A me non pare.

      Non è che, per caso, ho scritto cose sulla “falsa riga” di ciò che segue, ben diverso da ciò che scrini tu?

      “Iannone invece si, e la telemetria conferma, si parla di 5 secondi nell’arco della gara e quantomeno, avrebbe lottato con Vale.”

      Come sempre si scrivono cose inventate di sana pianta.

      I Tuoi 2 punti poi….. Ma lascia stare dai.

      Ci mancherebbe che non fosse considerato un mito, e chi lo mette in dubbio, mai scritto una cosa del genere, semmai contesto il modo in cui lo è diventato, perchè, a differenza di ciò che si sosteneva prima della Ducati, non è vero che aveva il secondo (o mezzo) nel polso, anzi, il suo compagno di team gli stava pure davanti (e parlo di Hayden). Dal 2011 è apparso chiaro, a chi vuole vedere, che Vale ha avuto parecchie agevolazioni che hanno contribuito a farne un mito, poi è chiaro (e mi fa specie che non ci siate ancora arrivati) che senza un pilota capace, tutte le agevolazioni del mondo non servono a nulla. Vale è un gran pilota, questo è fuori discussione, ma senza l’amicicissimo Ezpeleta, prima con le modifiche regolamentari (a partire dal 4 tempi con la Honda avanti di un anno, ma guarda un po), per arrivare al “clamoroso” ritorno in Yamaha, Vale non sarebbe divenuto il Mito che è tuttora, avrebbe vinto tanto, ma non certamente così. Vale è sempre stato “molto fotogenico”.
      Come si dice: a buon intenditor……

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati