MotoGP Indianapolis: Andrea Iannone, “Abbiamo portato a casa il massimo che si poteva ottenere”

Il pilota della Ducati ha stretto i denti ed ha chiuso quinto il GP di Indianapolis

MotoGP Indianapolis: Andrea Iannone, “Abbiamo portato a casa il massimo che si poteva ottenere”MotoGP Indianapolis: Andrea Iannone, “Abbiamo portato a casa il massimo che si poteva ottenere”

Andrea Iannone MotoGP 2015 Ducati Red Bull Indianapolis Grand Prix – Andrea Iannone è stato anche oggi in gara il primo pilota Ducati. Il #29 dopo una bella partenza ha provato a tenere il ritmo dei primi quattro, ma non è riuscito a tenere il passo di Marquez, Lorenzo, Rossi e Pedrosa, che lo hanno preceduto in quest’ordine. Honda e Yamaha sembrano ora lontane, ma Iannone, che oggi festeggiava il suo 26° compleanno non demorde. A lui la parola.

“Sicuramente ho fatto una buona partenza, ma purtroppo non avevo il ritmo per stare con il gruppo di testa. Ho provato in tutti i modi a spingere forte da subito, ma non ero veloce quanto i primi quattro, così ho fatto la mia gara e non è stato facile tenere dietro Smith fino alla fine. Con la gomma più dura sapevamo che i primi quattro sarebbero stati un po’ più veloci, ma noi ci siamo comunque difesi bene e credo che abbiamo portato a casa il massimo che si poteva ottenere oggi. Adesso dobbiamo assolutamente reagire per uscire al più presto da questo periodo di stallo e tornare a lottare per il podio come a inizio stagione.”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    ligera

    11 Agosto 2015 at 15:37

    Queste sono le gare in cui la differenza di gomme tra Factory 1 e 2, penalizza la 2. Non certo in qualifica che però dice poco o nulla alla fine, ma in gara, forse avrebbero potuto essere un po più vicini ai 4. Non dico certo che la Ducati è giunta al livello di Yamaha e Honda, loro hanno fatto un ulteriore step che ha distanziato ancora la Rossa, ma forse riuscire a gestire la gara su Smith con più tranquillità, questo si, penso fosse nelle possibilità della Ducati con gomme più dure. Non me ne vogliano Iannone e Dovizioso, che, al momento, sono i 2 piloti più forti dopo i primi 4, ma obiettivamente non credo che possano essere competitivi come gli altri, anche con moto identiche. Forse Iannone, con la sua irruenza, potrebbe stare coi primi per un pò di tempo, ma in Ducati, con moto leggermente al di sotto della diretta concorrenza, non vedo possibilità al momento, se non avvengono gare molto particolari.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati